venerdì 17 maggio 2013

Tosta la De Girolamo: sospesa l'IMU su terreni agricoli e fabbricati rurali!

"Oggi vince l’agricoltura, che subiva un’ingiustizia, perché non si può tassare uno strumento di lavoro come la terra". La neo Ministro De Girolamo ha indubbiamente raggiunto un grande risultato insperato. E' riuscita infatti a sospendere l'IMU sul settore agricolo (fabbricati e terreni). Un grande plauso a lei.




Sentiamo il suo comunicato:
“Esprimo la mia grande soddisfazione per l’approvazione in Consiglio dei Ministri del provvedimento che sospende il pagamento dell’Imu in agricoltura. È un grande risultato per il comparto. Questa battaglia l’abbiamo condotta insieme, con le associazioni e con tutto il mondo agricolo. Non si tratta di una vittoria del governo o di chi ne ha parlato in campagna elettorale. Oggi vince l’agricoltura, che subiva un’ingiustizia, perché non si può tassare uno strumento di lavoro come la terra”. Lo ha detto il ministro delle politiche agricole alimentari e forestali, Nunzia De Girolamo, nel corso di una conferenza stampa al Mipaaf commentando la decisione del Consiglio dei ministri riguardo la sospensione del pagamento dell’Imu per i terreni ed i fabbricati rurali. “È un passo – ha aggiunto – molto importante per gli imprenditori agricoli. Cerchiamo di dare una parziale risposta anche al problema della liquidità. In questo modo diverse risorse, parliamo di circa 350 milioni di euro, resteranno in mano agli agricoltori e potranno essere reinvestite nel settore, da sempre molto attento al rispetto e al giusto impiego delle risorse. Gli ultimi dati Istat ci dicono che l’agricoltura registra segnali positivi. Senza l’Imu sono sicura che molti avranno una boccata d’ossigeno e potranno pensare a ripartire con le loro aziende”.
Fonte

Concordo molto anche sulla distinzione che riguarda i terreni occupati dagli impianti fotovoltaici. 

 (ASCA) - Roma, 17 mag - La sospensione dell'Imu decisa stamani dal Consiglio dei ministri circa il settore agricolo ''non riguardera' i terreni che ospitano impianti fotovoltaici'', ma solo quelle aree adibite per la ''produzione agricola''. Lo ha fatto sapere il ministro delle Politiche agricole, Nunzia De Girolamo, sottolineando dunque come le ''biomasse'' siano esentate dal pagamento della rata di giugno.
Fonte

La Ministro è riuscita, evidenziando idee chiare e fattiva azione politica, a portare a casa in pochissimi giorni un risultato di grande importanza per il settore agricolo. Concretamente si tratta soltanto di una sospensione al momento, tuttavia le premesse sono senz'altro positive (eliminazione definitiva?), ed in ogni caso denotano un cambio di atteggiamento a 180 gradi del Governo attuale, rispetto al precedente da incubo, nei confronti dell'agricoltura. 
Finalmente una buona notizia, speriamo che si consolidi dopo l'estate e che ad essa ne seguano altre!


7 commenti:

  1. http://corvigo.blogspot.it/2013/05/imu-sui-terreni-fra-favole-e-realta.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Be', però, dott. Vigo, Lei avrà anche ragione, ma un po' di ottimismo ci vuole....

      Anche io non ci credo più di tanto che la sospensione si trasformi in eliminazione, però devo ammettere che non avrei scommesso un centesimo su Letta e la sua accozzaglia di ministri, inclusa la De Girolamo; invece un (piccolo) risultato positivo comunque c'è... ed è una inversione di tendenza importante, di questi tempi....

      Staremo a vedere.
      orzo v.

      Elimina
    2. sostanza Vs apparenza
      http://www.blitzquotidiano.it/politica-italiana/nunzia-de-girolamo-ministro-nicola-de-girolamo-consorzio-conflitto-interessi-1545041/

      Elimina
  2. Non ho capito però se dovro' pagare l'IMU sui magazzini che ho in azienda catastati come C.

    RispondiElimina
  3. Se i fabbricati di cat. C sono rurali l'IMU è sospesa

    RispondiElimina
  4. Sono iscritti in C nell'urbano in quanto il catasto rurale non esiste piu'. Come faccio a stabilire se sono da considerarsi rurali? Per me lo sono perchè servono per il ricovero dei mezzi agricoli, ma come faccio a dimostrarlo?

    RispondiElimina
  5. i fabbricati rurali esistono e come, c'è stato un periodo di transizione in cui si vagava nel buio, e quindi si passava all'urbano con le categorie "c", ma ormai le categorie che identificano i fabbricati urbani sono l'A/6 per le residenze e i D/10 per le attività agricole, quindi queste sono le categorie "esentate" per le altre bisogna pagare, se seconde case...........ciao da lorenzo foggia.

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.