martedì 26 aprile 2011

CENTAUREA NAPIFOLIA: una infestante molto tosta


Secondo alcuni autori è sempre esistita in Sicilia sotto forma ruderale (Vigiani), negli ultimi anni tuttavia è in continua e costante diffusione.


Sto parlando della Centaurea Napifolia (nome comune Fiordaliso romano, nome dialettale siciliano pallina, paddina, cotonello, etc..). Si tratta di una infestante del frumento e delle colture ad esso avvicendate.
Le caratteristiche principali che ne fanno una vera macchina da guerra della competitività, in grado di danneggiare seriamente la produttività dei nostri campi, sono:
·         elevata fertilità;
·         elevata diffusione dei semi;
·         elevata tolleranza ai diserbanti a base di solfoniluree più comuni ed economici;
·         apparato radicale molto vigoroso;
·         chioma molto vigorosa;
·         periodi di germinazione estesi (autunno-primavera)
·         sgradita al consumo degli animali
·         difficoltà di selezione ed epurazione nel seme di favetta, favino, cece, sulla.
·         Nessuna possibilità di controllo chimico sulle leguminose.
Nelle aree di terreno in cui essa è particolarmente diffusa la produzione della coltura seminata può anche azzerarsi.
In azienda mi è arrivata nel seme di sulla e di veccia. Con grande attenzione sono riuscito a limitarla negli anni seguenti. Sul frumento con i fitofarmaci adatti si controlla abbastanza bene, sulle leguminose vanno invece messe in pratica tecniche agronomiche opportune.
Nelle foto che riporto qualche agricoltore ancora ignaro ne è rimasto vittima sul frumento. E l’anno seguente sulla coltura in successione l'infestazione potrebbe risultare ancora più aggressiva. Attenzione dunque se ne avvertite la presenza, anche limitata, nei vostri campi mettete lo zappone a mollo (almeno metaforicamente).




In fondo si percepisce la gravità della infestazione

12 commenti:

  1. Domani,giorno 5 Maggio 2011, la DuPont Crop Protection ha organizzato una visita Campi dimostrativi a Catenenuova (CT);
    Lo scopo della visita é quella di fare delle valutazioni agronomiche a seguito dell’impiego del nuovo erbicida Granstar® Ultra SX® l’innovativa miscela di solfoniluree in formulazione SX® per il frumento tenero, duro ed orzo in strategie con altri partner.

    Desidero quindi condividere con Lei le nostre esperienze di gestione delle infestanti a foglia larga dell`areale siciliano (quindi anche la Centaurea Napifolia .
    Il meeting avrà inizio alle ore 16:00 e terminerà alle 19:00
    Il luogo di ritrovo è fissato al parcheggio antistante alla Polizia Stradale all`uscita dell`autostrada CT-PA.
    Ad esso seguirà un aperitivo di lavoro presso il bar Daidone di Catenanuova (EN)cui ci auguriamo Lei partecipi.
    Per maggiori informazioni rivolgersi a:
    Dott. Edoardo Finocchiaro 348 6405343

    RispondiElimina
  2. La ringrazio per l'invito, ma purtroppo, a causa di pregressi impegni di lavoro, non mi è stato possibile prendere parte alla vostra visita dimostrativa, che sicuramente molto mi sarebbe interessata. In ogni caso se lei lo ritiene utile, può intervenire sul blog con un suo post sui risultati dei campi sperimentali.
    La mail del blog è la seguente granodurosicilia@gmail.com

    RispondiElimina
  3. ci sono inesattezze.... molto gradita agli animali quando ancora tenera, molti pecorari affermano che aumenta il latte. Su alcune leguminose si ha un buon controllo con il Corum. Su grano il costosissimo Ariane o in alternativa Buctril Universal ma a mio avviso non sempre fa morire la radice. Pianta almeno biennale, quindi il secondo anno piante vecchie più i suoi milioni di semi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tieni conto che il post è stato scritto nel 2011. Oggi ho molta più esperienza sul caso.
      Per quel che so gli animali non la mangiano, se non agli stadi giovanili o parzialmente.
      Il fieno con la Centaurea è deprezzato.
      Il Corum la controlla molto parzialmente oltre ad ed essere molto costoso, e nel 2011 quando scrissi il post non era conosciuto. Su molte leguminose non si può usare.
      Ariane e Buctril non la controllano quando la pianta è sviluppata.
      La pianta è annuale, non biennale, su questo non ci sono dubbi.

      http://www.actaplantarum.org/floraitaliae/viewtopic.php?t=7408

      Elimina
  4. che erbicida ci vuole? può andare bene 2,4D ho mpca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. agli stadi giovanili della Centaurea sicuramente si....il problema è che se fai un diserbo troppo anticipato, rischi di avere una mano tardiva di Centaurea di nuova germinazione, soprattutto in annata piovosa. Ed alla trebbiatura te la ritrovi.
      Ad uno stadio avanzato della Centaurea ancora non ho trovato nessun erbicida che le impedisca di andare a seme, almeno alle dosi comunemente utilizzate.

      Forse e dico forse...il miglior erbicida per la Centaurea è il Mantagold (quest'anno ho fatto tutte le prove con tutti i prodotti oggi considerati più efficaci, dunque avrò una risposta credo definitiva).

      In ogni caso fondamentale è:
      seminare con terreno pulito,
      non seminare troppo presto,
      non coltivare leguminose da granella in un terreno infestato da Centaurea,
      avvicendare grano e fieno preferibilmente,
      controllare che il seme di leguminosa sia ben svecciato.


      Elimina
    2. ULTRA U46-lt +/-2,5-3 x ettaro,costo in tanica lt5 euro 8xlt-stermina la centaurea anche molto sviluppata e avanzata-

      Elimina
    3. sì, ma è una dose da cavallo, a queste concentrazioni anche il grano ne soffre.
      Io uso dosaggi del genere, che funzionano, in terreni vuoti per sterminarla, ma sul grano avrei molte perplessità, anche di compatibilità con il graminicida.
      Va considerato che al profondo Sud, la Centaurea potrebbe manifestarsi ancora più aggressiva che in Abruzzo a causa delle temperature elevate.

      In generale ho notato che è particolarmente nociva nei terreni argillosi dove il suo apparato radicale vigoroso si adatta molto bene.

      Elimina
    4. Mimmo hai la mano pesante!!!
      Con l'accoppiata dicamba+MCPA di sicuro distruggi la centaurea anche se è già sviluppata, con modica spesa, e fai fuori un sacco di altre infestanti, ma è un intervento che io terrei solo in caso di emergenza!

      Primo, si tratta di due dei principi attivi che hanno maggiore effetto residuale tra quelli in commercio.
      E poi, il dicamba in teoria non è miscibile con nessun altro prodotto, il graminicida lo devi fare a parte.

      Lo terrei quindi proprio com ultima spiaggia!!!

      Elimina
    5. Ho come l'impressione che non avete capito-operazione gia fatta-sterminio totale e il grano è ottimo-
      I 3,5qt di nitrato ammonio N26 disperso dopo il diserbo ha rimesso il turbo alla coltura-se non fosse per le frane a vedere i miei campi mi ridono gli occhi-
      Io ho miscelato di tutto fino ad oggi,mai avuto danni-
      comunque sta centaurea sta veramente rompendo le scatole-

      Elimina
    6. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
  5. nel 2014 un terreno a fave era pieno di fiordaliso nel 2015 stesso terreno a grano uguale .provo con il buctril con atlantis

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.