domenica 5 maggio 2013

Caldo...troppo caldo in Sicilia

Sciroccate di inizio maggio in Sicilia, come non se ne vedevano da alcuni anni. Temperature massime oltre i 30 °C in molte località, per quasi una settimana. Shock termici diffusi e granigione gravemente stressata. 

La foto a sinistra rappresenta una spiga che ha subito uno shock termico. Dalle mie parti si dice "allampata", cioè morta repentinamente. Sono spuntati "occhi" di spighe allampate nei terreni più esposti a scirocco. All'interno di esse, il seme non si è formato completamente oppure se completo, assumerà aspetto striminzito.

A questo punto è davvero difficile che in Sicilia si raggiungano le produzioni dell'anno passato, ottime sotto il profilo quantitativo e qualitativo.
L'annata comunque, a mio giudizio, complessivamente dovrebbe consentire il raggiungimento di produzioni tra discrete e buone a secondo degli areali, anche se gli effetti del caldo non sono facilmente valutabili al momento. 
Per i prossimi giorni,  il meteo prevede un abbassamento delle temperatura in linea con le medie stagionali (già oggi meno caldo) e tempo generalmente asciutto, che dovrebbe consentire un ripristino delle condizioni ottimali di maturazione della granella. 

Tutti i dati termometrici siciliani del Sias li trovate qui e sotto una stampa di una schermata esemplificativa:



Sotto invece una mappa delle precipitazioni dell'ultimo mese in Italia. Il colore marroncino indica una piovosità inferiore alla media storica. Quasi tutta l'Italia sembrerebbe coinvolta da fenomeni siccitosi.
In Sicilia Occidentale se non vi fosse stato un Marzo eccezionalmente piovoso saremmo messi malissimo, a questo punto. Nella Sicilia orientale invece dove nei primi mesi dell'anno aveva piovuto molto poco, piogge discrete anche nel mese di Aprile, per fortuna. Ho visto ottimi campi da quelle parti.







Inoltre anche io ho trovato la mia spiga con le reste arricciate. Eccola:


Ieri quando l'ho raccolta (unica che ho visto) era di un bel verde intenso. Non presentava segni di malattie fungine né lei, né la pianta (che tuttavia era più bassa delle altre). La spiga era però completamente sterile. Cioè era andata in fioritura ma non era avvenuta la fecondazione in nessun livello del rachide. All'interno delle glume solo residui fiorali rinsecchiti, niente granella. 
Boh non saprei dirvi...per fortuna appare un fenomeno unico al momento.

Tra 20 giorni, nelle zone più precoci, si inizia a trebbiare. Pronti alla battaglia?





1 commento:

  1. la processione si vede quando si ritira!!!!!
    sul tavoliere i campi sono bellissimi c'è molta paglia le spighe però si devono ancora riempire, anche qui lo scirocco regna sovrano

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.