martedì 7 giugno 2011

Previsioni sulle quotazioni del grano per tutti i gusti


“Prezzi dei cereali elevati e volatili per il resto dell’anno e nel 2012“,
così si esprime la FAO. Sebbene la produzione mondiale di cereali è previsto salga del 3,5% nel 2011, dopo il calo dell’1% dell’anno precedente, la situazione generale appare risicata.

Mentre nei paesi ex-Unione Sovietica le prospettive sono incoraggianti, in Europa ed in Nord America a causa delle condizioni meteo estremamente sfavorevoli le produzioni attese si prevedono al di sotto delle medie storiche. Tutto ciò dovrebbe determinare una riduzione delle scorte di cereali.
Un abbassamento del prezzo del grano, in particolare, è ritenuto altamente improbabile per la FAO, almeno sino alla fine di questo anno.

Tuttavia non entusiasmatevi troppo, secondo gli analisti di Barclay Capital, l’impatto delle avversità meteo, cui stiamo assistendo, in varie parti del Mondo sarà minimo sulle produzioni. Prevedono, quindi, una discesa dei prezzi del grano dalla seconda metà di quest’anno.

La confusione regna sovrana dunque tra gli esperti. Oggi, peraltro, sui mercati internazionali del grano tenero nuova discesa (circa il 5% in meno nelle ultime due sedute).

Se volete la mia opinione, credo che le quotazioni si manterranno elevate sino a che il petrolio manterrà un prezzo elevato. Sul duro mi sembra che le possibilità di assistere a nuovi aumenti siano più che concrete nei prossimi mesi (io comunque penso di vendere una parte della produzione nel giro di pochi giorni, per non sapere ne leggere e ne scrivere). 
Ma spero che ciascuno di voi, possa farsi una idea personale con le informazioni che vi ho provato a fornire.

Giovedì, un importante rapporto USDA sulla produzione attese dei cereali Nord-Americani (anche se il rapporto con le revisioni delle superfici seminate verrà pubblicato a fine mese).

L’ISMEA, non ha ancora pubblicato, nel mese di giugno alcuna quotazione in Sicilia. Solitamente quando ritarda vi sono variazioni di prezzo, di una certa entità,  rispetto alla settimana precedente (anche vero che con l’inizio della trebbiatura si rimescolano un po’ le acque). Trovate il link sulla colonna a destra del blog.

Vorrei trattare altri argomenti, ma non ne ho il tempo, la trebbiatura è giunta anche da me, domani "attacco".

5 commenti:

  1. non ti voglio rubar tempo,vai avanti con la trebbiatura,quando hai tempo ne parliamo.
    Da profano di mercati e acquirenti del grano duro,mi chiedevo,non avete la possibilità di fare contratti a prezzo medio ?vendite scaglionate etc?

    buon lavoro

    RispondiElimina
  2. Si, varie possibilità.
    Vendita diretta alla trebbia, prezzo medio annuale, prezzo medio semestrale, future artigianale,conto deposito con prezzo a chiamare.

    Io sceglierò più opzioni, preferendo complessivamente il conto deposito con prezzo a chiamare.
    L'importante è ridurre il rischio insolvenza del compratore. Quindi vendo a più soggetti.

    La trebbiatura va molto bene. Non posso fare a meno di segnalare la varietà Saragolla, un vero spettacolo della natura. In futuro le dedicherò un post tutto suo, lo merita.
    Ciao

    RispondiElimina
  3. Debolezza per due sedute di seguito per il grano tenero sulle borse internazionali.
    Le piogge in Europa entrale degli ultimi giorni hanno risollevato le stime produttive.
    Mentre dal Mar Nero giungono segnali di un aumento dell'export di tenero.
    Ciò ha determinato una flessione di circa il 3% nelle ultime due sedute.


    Sul duro ancora ottime prospettive, spero di pubblicare al più presto un esauriente report sulla situazione Americana e canadese. Domani però sarà difficile che trovi il tempo. Purtroppo il sistema metrico anglosassone mi impone un pò di conti extra, che preferisco fare con calma.

    RispondiElimina
  4. parla bene della varieta saragolla ha seminato questa varieta che rese le ha fatto ad ettaro

    RispondiElimina
  5. del Saragolla non posso che continuare a parlarne bene. Tuttavia non ho ancora finito la trebbiatura. Sono momentaneamente in pausa in attesa dei terreni tardivi.
    Appena avrò terminato gli appezzamenti a Saragolla, darò i numeri e spero non solo quelli.
    La prossima semina è ancora lontana del resto.
    Ciao, e ricordati di partecipare al sondaggio blog, se non lo hai ancora fatto.

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.