giovedì 19 aprile 2012

Patentino per "tratturisti": i costi!

Nel precedente post "Ancora altre semplificazioni: l'abilitazione per trattoristi!", avevo sorvolato sui costi da sostenere per la partecipazione ai corsi di formazione per acquisire questo cosiddetto "patentino" obbligatorio per la guida dei mezzi agricoli, sperando che rientrassero in qualche finanziamento europeo, e che le imprese non ne risultassero gravate. 


A quanto pare, come qualche commentatore già paventava nel precedente post, è ufficiale: dovremmo pagare di tasca nostra! 
Secondo Confai, Confederazione agromeccanici ed agricoltori italiani, i costi per azienda mediamente graveranno per 2-4 mila euro ed interesseranno tutti gli operatori autonomi e dipendenti per un totale di circa 700.000 persone.
Visto come è facile creare posti di lavoro (inutili ed improduttivi) in Italia! Chissà quanti enti di formazione si stanno già fregando le mani.
Tutto ciò in un contesto di calo netto degli infortuni in agricoltura secondo gli ultimi dati. Non ci sono scuse, è l'ennesima vessazione, ma non lasciatevi prendere dallo sconforto, questo sistema non può materialmente ed economicamente durare a lungo, perché è semplicemente insostenibile. Resistete...

Per abilitarci abbiamo un anno di tempo a partire dalla pubblicazione in G.U. del 12/03/2012. Nel frattempo possono accadere tante cose, meglio non affrettarsi.


17 commenti:

  1. Non ce la faccio più,mi viene da vomitare,sento che sto per avere una grave forma di rigetto verso gli amministratori di questo paese.
    Ma dico io ,vi servono i soldi?allora parlate chiaro,dite che vi servono una certa cifra a testa,chi può ,va all ufficio postale,fà il versamento e in una mezza giornata è finita,ma questo calvario nel passare da un ufficio ad un altro come se noi il giorno non avessimo niente da fare non lo si puo accettare,
    Voi direte:ma quella gente dentro gli uffici come li giustifichiamo?Semplice li lasciate a casa e gli mandate lo stipendio a domicilio,cosi io mi incazzo solo il giorno che vado a pagare,poi per il resto dei giorni avvenire,me ne vado per i campi e non vedo e non sento nessuna testa di cazzo che si atteggia da saputo in un ufficio insignificante,senza senso,solo per giustificare il loro furto mensile,ormai ho deciso,pregherò 3 volte al giorno per l aggravamento della crisi,sia benedetta la crisi.

    RispondiElimina
  2. Basterebbe che nessuno prenda questa abilitazaione, così gli facciamo capire che non ne abbiamo bisogno (l'unione fa la forza)ci sarebbe veramente bisogno di ben altro. Sento puzza di accondiscendenza dei sindacati...evidentemente i corsi li organinzano loro ricavandone facili soldini, esentasse. E' sempre la solita storia i sindacati ( che poi dovremmo essere noi produttori) invece di rappresentari sono i primi ad inpallettarci ad ogni buona occasione. Invito tutti a non prendere l'abilitazione...non ci serve...guidiamo i trattori da ragazzini...abbiamo preso la patente da anni...ci basta e ci avanza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Preciso che nell'accordo stato regione del 22 febbraio 2012 pag. 3, è scritto: "La partecipazione dei suddetti corsi, secondo quanto disposto dall'articolo 37 del D.Lgs. n. 81/2008, deve avvenire in orario di lavoro e non può comportare oneri economici per i lavoratori.

      Elimina
    2. sono le 8.42.....l'orario delle risposte va tre ore avanti...

      Elimina
    3. si, lo so, ma non riesco ad impostarlo correttamente. Sembra giusto quando lo imposto, e poi me lo pubblica sfasato.
      Accetto suggerimento da webmaster esperti.

      Elimina
    4. "Preciso che nell'accordo stato regione del 22 febbraio 2012 pag. 3, è scritto: "La partecipazione dei suddetti corsi, secondo quanto disposto dall'articolo 37 del D.Lgs. n. 81/2008, deve avvenire in orario di lavoro e non può comportare oneri economici per i lavoratori."

      Intendono per i dipendenti. Le spese saranno a carico del datore di lavoro ed i corsi saranno svolti negli orari di lavoro.
      Gli autonomi come me, dovranno pagare di tasca e sottrarre tempo alla attività agricola.

      Elimina
    5. Preciso che nell'accordo stato regione del 22 febbraio 2012 pag. 3, è scritto: "La partecipazione dei suddetti corsi, secondo quanto disposto dall'articolo 37 del D.Lgs. n. 81/2008, deve avvenire in orario di lavoro e non può comportare oneri economici per i lavoratori."

      Intendono per i dipendenti. Le spese saranno a carico del datore di lavoro ed i corsi saranno svolti negli orari di lavoro.
      Gli autonomi come me, dovranno pagare di tasca e sottrarre tempo alla attività agricola.

      Non ne avevo dubbio....

      Elimina
  3. potrebbe essere una iniziativa per i Forconi, se si occupassero ancora di problemi reali(alla loro portata), e non di politica parlata.

    Un lettore italo-tedesco su facebook, mi segnalava che lì basta la patente per autoveicoli per guidare i trattori(come era prima da noi).
    Questo è il meccanismo attraverso il quale le nostre imprese perdono di competitività sul mercato globale, rispetto a nazioni organizzate che quantomeno non ostacolano l'attività imprenditoriale. E' un insieme di cose che comportano aggravi di spese, di tempo e di impegno: il Patentino, il Sistri (di cui parleremo tra qualche giorno), le nuove tasse, l'incertezza giuridica, la scarsa trasparenza sul mercato etc...
    Ma come è possibile essere governati da incapaci simili in Italia?

    RispondiElimina
  4. ieri parlando con un esperto in sicurezza del lavoro mi confermava che queste abilitazioni sono obbligatorie solo per i dipendenti,e conto terzisti,i lavoratori autonomi dovrebbero essere esclusi.E poi quasi sicuramente ci sara' proroga...quindi aspettate non affrettatevi..col tempo la situazione sara' piu' chiara.

    A.

    RispondiElimina
  5. Non lo facciamo nessuno,questo corso,dobbiamo cominciare ha farlo capire che abbiamo le tasche piene.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, ma non basta dire non facciamo il corso. Perché se andiamo in strada e ci ferma la pattuglia, scatta la multa e se non paghiamo, alla lunga ci vengono a pignorare i terreni.
      I datori di lavoro li arrestano direttamente, probabilmente in caso di infortunio sul mezzo di un dipendente senza abilitazione.
      Esistono centinaia di sigle sindacali, organizzazioni di produttori, movimenti di opinione, Forconi e simili, in questo Paese. Qualcuno di loro dovrebbe organizzare una protesta strutturata e compatta di rifiuto di massa, in modo da evitare che ciascuno di noi venga sanzionato individualmente. Posso solo suggerirvi di diffondere quanto più possibile la notizia, in questa fase, e mettere pressione ai vari referenti di categoria.

      Elimina
    2. ..... Perché se andiamo in strada e ci ferma la pattuglia, scatta la multa ..... Mi poui dare i riferimenti normativi di questa novità, perchè credo non occorra per circolare su strada . . . . .

      Elimina
    3. http://www.lavoro.gov.it/NR/rdonlyres/27AEC361-83C7-4161-9210-1B7EEE9CB11E/0/AccordoConferenzaStatoRegioni_22022012.pdf

      Elimina
  6. Granduro come va il tuo campo di Saragolla e' il primo anno che lo metto,e nella mia zona ancora non e' spigato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Zona fredda la tua devo supporre,

      Le foto con la didascalia Saragolla sono dei miei campi.
      http://durodisicilia.blogspot.it/2012/04/che-bella-la-sicilia-e-non-solo-quella.html
      Sembra ottimo, almeno per i miei standard.

      Ho notizie pessime da areali del Centro-Nord Italia, sul Saragolla, in seguito al freddo invernale molto spiccato.

      Strano, una varietà selezionata da una ditta Bolognese, sembra adattarsi meglio da noi che da loro.

      Tienici aggiornato sui risultati, quando trebbi.

      Elimina
  7. se dovesse passare qualche controllo, prendo la mannaia e lo apro dalla testa ai piedi

    RispondiElimina
  8. Crisi,crisi,crisi,beata crisi,benedico e auguro tutto il bene del mondo ai fautori e costruttori di questa crisi,sarà lo strumento con il quale ci toglieremo di torno questi parassiti,peggio delle zecche,puuà, che schifo di gente ci deve amministrare.
    Si questa è istigazione alla violenza,alla rivolta,è veramente troppo,sarei abilitato a condurre una ferrari a 300km orari,ma non potrei guidare un pezzo di ferro con 4 ruote che al massimo arriva a 40km orari,propongo di denunciare questa gente per tentata truffa,abuso di potere,e istigazione alla violenza,hanno superato proprio il limite della decenza,ma non si vergognano ad inventarsi queste scemenze e a proporle come legge?gente senza onore e dignità.
    Stronzi,dite che vi servono i soldi e basta,finitela con queste stupidagini senza senso,squilibrati mentali,ecco cosa sono,chi ha proposta questa scemenza dovrebbe essere rinchiuso,ed affidato alla cura di psicologhi ,altro che amministratori di una nazione,ma come abbiamo fatto a ridurci in questo modo,come è stato possibile !maledetto popolo,mentre correvi dietro al pallone , ai realiti e pensavi ad apparire ,ti hanno inchiappettato per bene,e adesso?boooo,mi affido alla clemenza del mio carnefice"la crisi"solo lei ci puo salvare.

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.