mercoledì 14 settembre 2011

I mercati del grano duro attendono la produzione Canadese!

Le quotazioni del grano duro appaiono negli ultimi giorni in rialzo, seppur moderato. I grandi acquirenti, da quanto riferisce la stampa specializzata sono, tuttavia, in attesa di capire cosa sta accadendo in Canada (dopo il flop produttivo del Dakota), notoriamente l'attore principale del mercato globale del duro.
Ebbene dopo le iniziali stime catastrofiste post semina, le successive previsioni produttive erano via apparse più ottimistiche tanto da smorzare il trend delle quotazioni in crescita dei mercati di giugno. Ora siamo arrivati al dunque, la raccolta è iniziata anche nelle pianure Canadesi. I primi dati sulla raccolta sono tuttavia di difficile interpretazione (le ultime stime sono di una produzione di circa 3,9 milioni di t, superiore ai 3 milioni di t dell'anno precedente). Di certo per quanto il tempo si sia mantenuto sereno, le temperature stanno scendendo pericolosamente. Questa  notte in Saskatchewan meridionale e centrale era prevista la prima gelata della stagione a -2°C. Sui seminativi più tardivi potrebbe causare dei danni, anche se per un siciliano non è chiaro di quale portata. I Canadesi comunque non sembrano preoccuparsi troppo.


Per il resto, revisione al  ribasso della produzione mondiale di cereali 2011 secondo le ultime stime FAO (ma in aumento rispetto all'anno passato +3%).

In Italia secondo il Ministero Agricoltura, produzione del duro 2011, a 3,6 milioni di t (-6% rispetto all'anno passato), mentre il tenero dovrebbe declinare leggermente (-1%).


1 commento:

  1. In effetti la gelata si è poi manifestata, tra i -5 ed i -7°C. Incredibile!
    Potrebbero essere stati danneggiati i seminativi a duro più tardivi. Ma il grosso della produzione è già stato trebbiato, o perlomeno in maturazione cerosa.
    Non è chiaro al momento quale siano i risultati produttivi medi, mentre la qualità dalle prime indiscrezioni appare buona.

    http://www.saskatoonhomepage.ca/index.php?option=com_content&task=view&id=34984&Itemid=424

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.