venerdì 31 gennaio 2014

Giù

Allora...visto che si è intasato il post dei commenti sulle quotazioni del grano, e che la quotazione del blé dur FOB al porto di La nouvelle è crollata negli ultimi due giorni (1+1) di 2€/q, ho creato questo nuovo post, per darvi la possibilità di commentare i nuovi sviluppi.


Per il futuro ho chiesto a Mimmo ed altri abituali commentatori, di aprire un nuovo spazio blog, per i ceralicoltori 2.0 (anche con il mio eventuale aiuto web per la prima fase) di questa piccola comunità. 
Mi piacerebbe che utenti come Skandiski o altri potessero partecipare a questo progetto, in modo tale da continuare a rendere disponibile uno spazio semplice nel quale sia possibile scambiare opinioni e notizie tra produttori.
Tra un mese questo blog non sarà più accessibile pubblicamente. 

160 commenti:

  1. Nooooo.... e noi che volevamo fare il record dei numero commenti allo stesso post, raggiungere e superare anche il dott. Vigo che col suo post sul premio unico agea è arrivato a 678 commenti (per adesso....), ma con l'apertura di questo nuovo post, l'impresa diventa impossibile.... dovremo rinunciare.... non ce la faremo mai!!!!!!!
    Peccato.

    Per inciso, Altamura oggi -50 cent il fino, -30 cent gli altri.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 680 e oltre,-sembra il muro del pianto-ma uno che prendesse una iniziativa?niente-
      Questo blog,con i suoi quattro interventi +/-,ha dimostrato di avere commentatori che sanno il fatto loro-abbiamo dato vita anche ad una iniziativa di tutto rispetto-QUALCUNO NON CI STA-senza contare le anteprime di certi commentatori-(pubblicazione di quotazioni prima di essere pubblicate dalle borse merci)-penso che l'autore ne possa essere abbastanza soddisfatto-
      Cereali 2.0-minghia!!!!

      Elimina
  2. si,ma ritornando a noi,come mai sta scendendo qui in puglia il grano?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perchè sta scendendo da per tutto-Io almeno nel mio territorio nei giorni scorsi ho visto un buon movimento di consegne verso i commercianti-con i prezzi tornati a livelli decenti,forse la gente ha venduto e soddisfatto la domanda-comunque non è detto che ci sia un ritracciamento sostenuto-

      Elimina
    2. Scusa giovanni, puoi leggerti gli ultimi 10-12 commenti del nostro amico Krukko? così, magari, ti fai una mezza idea....

      Elimina
  3. si prevedeva x la fine di febbraio un calo delle quotazioni con l'arrivo del canadese....poi,fino a pochi giorni fa si diceva che il grano italiano era stato quasi tutto venduto,ora si dice che di nazionale ce ne è abbastanza x soddisfare le esigenze dei mulini fino all'arrivo di merce estera....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mah, veramente krucco era da dicembre che parlava di discesa imminente....
      Anche io pensavo che il grano italiano era stato quasi tutto venduto, ma poi il sondaggio del blog ha mostrato che il 32% della gente non aveva ancora venduto un chicco di grano!

      Elimina
  4. non si tratta di polemizzare,faccio solo notare che fino a 15 giorni fa eravamo tutti ottimisti sulla tendenza rialzista del grano,qualcuno addirittura ipotizzava i 30 euro...ora tutti a dire che il calo era ampiamente previsto........ma la domanda mia è sempre la stessa:cosa è cambiato in questi 10 giorni?possibile mai che si è venduto così tanto grano da aver invertito la tendenza rialzista o c'è qualcos'altro?Peraltro vi cito un altro episodio:mie fonti mi hanno detto che i mulini 10 giorni fa contestavano camion di grano buono (forse x abbassare il prezzo già pattuito) invece negli ultimi 3 giorni hanno caricato dallo stesso stoccatore anche la terra e la paglia senza dire nulla,non è che forse si sono resi conto che in realtà c'è meno merce italiana di quella che pensavano ci fosse quando hanno provato a far abbassare qua il prezzo a foggia??

    RispondiElimina
  5. gino agricoltore pugliese1 febbraio 2014 09:41

    Il grano duro vedrete aumenterà, supererà i 30 euro, chi avrà il fegato di attendere ancora un pò se ne accorgerà

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gino,santo cielo,cosa sai che noi altri non sappiamo?

      Elimina
  6. Siccome vengo citato per i miei precedenti post, intervengo. A mio avviso, le particolarità di questa campagna (produzione nazionale inferiore, prezzi del tenero e mais in ribasso, raccolto record di duro e tenero in Canada) erano tali da supporre un mercato assestato attorno ai 260-270 euro/t partenza centro di stoccaggio, ossia 20 euro in meno rispetto al 2012/13. La sorpresa non è il ribasso di questi ultimi giorni, ma gli incrementi che ci sono stati tra fine novembre e metà dicembre. Questi erano dovuti ad un collo di bottiglia logistico. I grandi trader che avevano contratti a 280 euro/t arrivo molino hanno dovuto eseguirli con il grano nazionale anziché che con quello d'oltremare. I francesi (che sono più veloci di noi) si sono prontamente inseriti capendo che 260 euro/t fob erano un prezzo ottenibile (loro ragionano su base tenero: tutto ciò che va oltre Matif + 60 euro/t è grasso che cola). Ora i trader si sono ritirati dagli acquisti e comunque la disponibilità dei molini a pagare (ammesso che vogliano acquistare, viste le semole ferme e i cruscami in fortissima perdita) non supera i 270 euro/t arrivo molino. Mi spiegate perché dovrebbe ancora aumentare? Io non credo in un crollo futuro delle quotazioni, anche perchè i canadesi non hanno la sveglia al collo. Se vedono un mercato italiano conveniente, non saranno certo loro a sputtanare il prezzo. Però il grano duro a 30 euro ... credo sia meglio scordarcelo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. da un punto di vista tecnico herbert la tua spiegazione non fa una piega e ti do atto di essere stato sempre prudente ed obiettivo nei tuoi giudizi,però ripeto,10-15 giorni è successo da noi una cosa strana:i mulini avevano smesso di comprare però erano venuti fuori dei grossi mediatori con richieste di acquisto di grano duro,gli stessi mediatori che invece nel mese di novembre-dicembre rifiutavano l'acquisto a 24 euro partenza centro di stoccaggio. Ora dico io,capisco che possano avere sbagliato le loro valutazioni in quel periodo ed avere perso una buona occasione di guadagno con quei prezzi ,ma ora perchè volevano acquistare a 26-26,5 euro partenza stoccaggio? possibile che stavano sbagliando anche adesso?........

      Elimina
    2. da un punto di vista tecnico herbert la tua spiegazione non fa una piega e ti do atto di essere stato sempre prudente ed obiettivo nei tuoi giudizi,però ripeto,10-15 giorni è successo da noi una cosa strana:i mulini avevano smesso di comprare però erano venuti fuori dei grossi mediatori con richieste di acquisto di grano duro,gli stessi mediatori che invece nel mese di novembre-dicembre rifiutavano l'acquisto a 24 euro partenza centro di stoccaggio. Ora dico io,capisco che possano avere sbagliato le loro valutazioni in quel periodo ed avere perso una buona occasione di guadagno con quei prezzi ,ma ora perchè volevano acquistare a 26-26,5 euro partenza stoccaggio? possibile che stavano sbagliando anche adesso?........

      Elimina
    3. Si vede che dovevano onorare contratti già fatti. Non stanno sbagliando, sono costretti e si sono trovati pure con la sorpresa di prezzi più alti del previsto.

      Elimina
  7. Complimenti a krucco perché parla come mangia anziché alimentare utopie, e non dimentichiamo che il ghiaccio dei porti canadesi tra qualche mese inizia a sciogliersi.
    Gianluigi

    RispondiElimina
  8. Krukko volevo dire

    RispondiElimina
  9. Gino, se il grano arriva davvero a 30 euro in tempi brevi, vengo apposta lì da te a Foggia e ti pago una pizza.

    Io sono invece d'accordo con l'analisi di Krukko (per quanto capisca solo il 20% circa di quello che scrive), mi sembra però uno scenario molto verosimile....

    Ovviamente, questo se non succedono cataclismi o alti fatti imprevedibili... che non si sa mai.... Gino ha sicuramente dalla sua il fatto che audaces fortuna iuvat.
    Io però ragazzi preferisco la vita tranquilla e ho gia venduto da un po'....

    orzo vestito

    RispondiElimina
  10. gino,io la pizza te la pago anche se il grano arriva a 27,5 euro,mettiti di impegno dai!!!!!

    RispondiElimina
  11. Chiudere questo Blog, che peccato, perdiamo una voce di indubbia competenza sia professionale che economica e politica, un occhio aperto sul mondo agricolo e non solo, attento, vigile, criitico e aggiornato. Che dire? Non lo so, comunque grazie per quello hai fatto Granduro.

    RispondiElimina
  12. come mai il blog chiude..??? deluso

    RispondiElimina
  13. se il blog chiude, vuol dire che ha dato fastidio a Qualcuno. Questo è grave perchè si limita la libertà di pensiero in una delle sue più moderne manifestazioni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. se il blog chiude dispiace tanto anche a me ( anzi approfitto per ringraziare Granduro) per quanto fatto fino ad oggi, ma la dietrologia mi sembra affrettata, può pure essere che, semplicemente, Granduro non ha più la possibilità di tenerlo..

      Elimina
  14. Se non c’è nessuno di buona volontà che crei un nuovo blog, perché non ci si organizza su un'altra piattaforma? Potrebbe essere una pagina facebook… o roba simile…
    Paolo da Foggia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi pare che granduro sia stato abbastanza chiaro-SI RIPARTE,con qualcosa di nuovo aperto proprio alle persone di buona volonta-puoi partecipare anche tu,ed altri,con uno spazio vostro-
      se avesse subito delle ritorsioni,sarebbe sparito e basta-se fosse moribondo,non avesse fatto questo post-e solo che si avverte l'esigenza di ampliare la comunità,senza andare ad intaccare l'obbiettivo principale ,che è quello del mondo cerealicolo-tuttavia se produttori agricoli di settori diversi,come uve,frutta o zootecnia,volessero dare il loro supporto ampliando la discussione e proponendo nuove dinamiche,di altri settori,su cereali2.0 avrà lo spazio necessario-
      Mi pare che non abbia detto di fuggire su marte-

      SKANDISKI !! vorrei sapere il tuo parere-

      Elimina
  15. E chiaro che e un invito a partecipare di piu

    RispondiElimina
  16. Ringrazio voi per l'apprezzamento espresso al blog, oltre che per tutto il resto (consigli, approfondimenti, discussioni, stimoli).
    Sto benissimo grazie, e non ho subito particolari pressioni (come è successo in passato qualche volta, per la verità)....altrimenti non avrei preso la decisione di chiudere(non amo lasciare conti in sospeso).
    Il blog è stato un hobby per più di 2 anni...ora voglio, un pò egoisticamente, fare altro nel tempo libero.
    Mi rendo conto che disperdere nel nulla questa piccola comunità che si è creata spontaneamente attorno a questo blog sarebbe un peccato, se anche voi lo pensate e se ritenete che uno spazio del genere possa risultare utile per la vostra attività di produttori, vi invito ad aiutare Mimmo nella creazione di un nuovo spazio agricolo-cerealicolo...non è difficile, ci vuole soltanto un pò di buona volontà e voglia di mettersi in gioco in prima persona. Io stesso quando ho iniziato non avevo alcuna nozione di gestione web...ed i miei primi post erano veramente penosi, pian piano si cresce insieme blogger e lettori, se la cosa funziona.
    Dunque dipende da voi...datevi una mossa e, se posso darvi un consiglio, diffidate da chi vi porta la minestra impiattata.

    Saluti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie.
      Siamo lieti di apprendere che non c'è coercizione o timore reverenziale.
      Occorre allora sbracciarsi le maniche perchè altrimenti le informazioni non arriveranno più. E' stato utile attingere al blog per tenersi informati. Adesso è ora che ciascuno apporti un pò di più e magari Granduro potrà indirizzarci attenuando un pò la sua attività che lo ha stancato.

      Elimina
  17. gino agricoltore pugliese3 febbraio 2014 19:06

    grano duro grazie di tutto, per me frequentare il blog è stata una esperienza costruttiva, Spero che tu ci ripensi.

    RispondiElimina
  18. Personalmente spero in un ripensamento...il blog è nato con lui, e deve essere ONORATO di portarlo avanti....io sono subentrato nell'azienda agricola dopo la morte di mio padre....nn conoscevo nulla di questo mondo, e grazie a voi ho imparato molto!!!
    spero vivamente in un ripensamento...sei stato davvero prezioso per me!!

    RispondiElimina
  19. Grazie per il tuo impegno e il tuo servizio; immagino che non è sia facile portare avanti da solo questo blog per anni. Aiuteremo Mimmo nel creare un nuovo spazio dedicato al mercato del grano duro.
    Spero che sarai uno dei nostri.

    RispondiElimina
  20. Mi dispiace leggere il post di grano duro: credo che il blog abbia ancora bisogno della sua competenza. io sono stato solo uno sporadico frequentatore e un occasionale commentatore. a volte sono state postate notizie parziali ma quasi sempre il blog ha avuto il merito di stimolare il dibattito e, soprattutto, aumentare il grado di conoscenza sul prezzo e sulle tendenze.
    credo che moltissimi siano interessati al dibattito sul prezzo del grano duro, soprattutto in Sicilia dove vi è una elevata asimmetria informativa fra chi compra e chi vende. spero che il blog possa continuare anche con il supporto ed il sostegno di più persone, enti, imprese. infine non credo che un eventuale sponsor possa influenzare il dibattito. su questo mi piacerebbe sapere cosa ne pensano i lettori
    Gino

    RispondiElimina
    Risposte
    1. notizie parziali? A cosa ti riferisci.

      Elimina
  21. scusate se sposto nuovamente l'attenzione sul prezzo del grano ma dato che non ho anocra venduto sono particolarmente sensibile a questo argomento:mi è giunta voce che è arrivato parecchio grano duro in puglia proveniente dalla sicilia in questi giorni,avete conferma?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ho conferma, ma è molto plausibile. Il noto trader di Corato con molino a Pozzallo potrebbe star trasferendo merce già comprata dalla Sicilia alla Puglia. In tutti i modi, se ti offrono 22-23 euro/q.le ivati vendi subito senza pensarci. Di fronte al rischio di un calo a marzo meglio poco adesso che meno più avanti.

      Elimina
    2. 22-23 euro/q qui in puglia?mi sembrano davvero pochini da accettare,piuttosto lo porto in giacenza x l'anno prossimo visto che ho seminato pochissimo grano duro! a proposito,spero di esserci mercoledì prossimo a quel convegno di foggia,un saluto.

      Elimina
    3. Scusa avevo capito in Sicilia. In Puglia dovresti spuntare ancora 24 euro/q.le. Ci hai provato?

      Elimina
    4. si parla ancora di 26 euro,almeno fino a venerdì,ma io non ho venduto,anche se obiettivamente penso di sbagliare a non aver accettato

      Elimina
  22. Milano: grano duro invariato. Fino Nord 289,50 euro/t, Fino Centro 292,50 euro/t. Le mie previsioni: domani Foggia forse in calo (oppure invariato, e cala mercoledì 12.02), Bologna sicuramente invariato.

    RispondiElimina
  23. gino agricoltore pugliese4 febbraio 2014 18:11

    chicago si sta muovendo, i canadesi hanno un tantino rivisto i loro dati stok + produzione in leggero calo attenzione ne vedremo delle belle

    RispondiElimina
  24. in Sicilia il prezzo si aggira intorno a 0.23-0.24 io sto vendendo meglio un uovo oggi che una gallina domani. I segnali che arrivano sono in ribasso

    RispondiElimina
  25. QUESTO BLOG ,DAVA UN PO' DI CHIAREZZA,UN'ARIA DI LIBERTA,LA SUA CHIUSURA MI FA RIFLETTERE,L'ITALIA ED IL SUD IN PARTICOLARE SONO COSTRETTI A VIVERE AL BUIO? LA TRASPARENZA CHI NON LA VUOLE?

    RispondiElimina
  26. Altamura -20 cent/ql
    Skandiski
    Azz quante novità oggi.....
    Signori personalmente non posso esimermi dal non essere d'accordo quando si tratta di fare informazione e scambiare opinioni senza alcun doppio fine come spesso accade nella nostra società, soprattutto perchè l'informazione è il pane di una società civile. Personalmente andrei anche oltre l'informazione e lo scambio di opinione. Sarebbe utile che tutti i produttori italiani si unissero in modo da non farsi più espropriare, come oggi sempre accade, di quei diritti basilari che nel passato hanno ottenuto anche attraverso le lotte sindacali, sindacati che oggi sanno solo rappresentare se stessi e che, per un motivo o un'altro, non tutelano più i produttori.....ma questo è solo un sogno.....
    krukko io penso che oggi a foggia il duro cala.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusate....Bari no Altamura
      Skandiski

      Elimina
    2. Non vorrei dire che l'avevo detto, però il calo di Foggia era nell'aria. Badate bene: semole invariate e cruscami in calo. Se la situazione resta così, potrebbe esserci qualche ulteriore calo, ma il prezzo non crollerà (speriamo).

      Elimina
    3. Ok krukko allora lo dico io!
      Krukko lo aveva detto che foggia calava...e questa non è un'opinione, ma un dato di fatto.
      Domani vediamoci questo invariato a Bologna....
      Skandiski

      Elimina
  27. notizia fresca fresca FOGGIA -20
    Skandiska

    RispondiElimina
  28. gino agricoltore pugliese5 febbraio 2014 20:29

    a cicago è iniziata una mini rivoluzione dal caffè al mais, al tenero tutti su!!!! qualcuno mi spiega cosa sta succedendo?

    RispondiElimina
  29. In Francia intanto il prezzo FOB è rimbalzato di 1,3 €/q a circa 26,3 €/q contro un valore massimo raggiunto di 27,0 €/q, la scorsa settimana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non ho avuto riscontro del rimbalzo...lin Francia leggo sempre 25€/ql.
      Dove lo hai visto?
      Skandiski

      Elimina
    2. Quelle che riporto io sono le quotazioni FOB, quelle a cui ti riferisci tu sono quelle reso al porto. Per la mia esperienza quelle FOB (free on board) sono più reattive.

      Elimina
    3. Scusa granoduro, anch'io vedo il prezzo FOB ma sempre 25, qui di seguito e non solo:
      http://www.terre-net.fr/marche-agricole/culture/marche-physique-ble-dur/a2b1531
      http://www.lafranceagricole.fr/cours-et-marches-agricoles-9.html
      Tu dove lo vedi?
      Skandiski

      Elimina
  30. questo blog non si deve fermare , dobbiamo continuare a far girare le notizie da nord a sud siamo in democrazia o no.

    RispondiElimina
  31. PROV DI CALTANISSETTA 23€ IVATO. CHE FARE?

    RispondiElimina
  32. Per Gino agricoltore Pugliese, a Chicago si tratta delle cosiddette "prese di beneficio", cioè niente di particolarmente allarmante. La verità che nessuno ancora grida ad alta voce così da continuare a far sperare ancora i molti allocchi in circolazione, è che il ciclo delle materie prime è FINITO, FINITO, FINITO! Per cui non ci saranno per un bel pezzo ne crolli preoccupanti ma neanche fiammate al rialzo sulle quotazioni delle commodities. E forse l'intelligenza di Granduro lo ha capito.. Gianluigi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma gianluigi,gino faceva notare un rialzo dei prezzi e non un calo,quindi il termine più appropriato era quello di ricopertura e non di presa di beneficio che si ha quandi i prezzi calano un po dopo essere saliti molto....detto questo le materie prime in genere hanno raggiunto prezzi massimi nel 2007,poi sono crollate nel 2009,in seguito risalite ma senza toccare quei massimi,sia x quanto riguarda il petrolio che x i cereali in genere,quindi gli spazi x una risalita ci sarebbero......e comnque meglio prezzi stabili rispetto a fiammate speculative....

      Elimina
  33. Infatti è proprio quello che volevo dire Giovanni. Il mio commento era proprio contro l'innesco di false aspettative rialziste. Gianluigi

    RispondiElimina
  34. Bologna in lievo calo di 20 cent/ql - invariate le semole
    Krukko a stò giro non ci hai preso....ma di poco (il sicuramente la prossima volta meglio non citarlo)
    Skandiski

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si in effetti non ci ho preso. A mia parziale giustificazione posso dire che il calo c'era tutto, ma pensavo che il grado di perversione della commissione prezzi fosse tale da lasciarlo nuovamente invariato.

      Elimina
    2. Come la vedi adesso....le quotazioni si stabilizzano?
      Skandiski

      Elimina
    3. Io penso che andiamo incontro a una serie più o meno lunga di lievi cali infrasettimanali (-1/-2 euro/t a settimana) fino a quando si raggiungerà un prezzo di equilibrio attorno ai 250-255 euro/t (partenza). Nessuno ha interesse ad aggiustamenti bruschi delle quotazioni.

      Elimina
    4. In effetti non conosco motivi per contraddirti...a parte catastrofi.
      Cmq sono venuto a conoscenza che a Bari stanno caricanto una nave per l'estero....nient'altro so!

      Elimina
  35. Qualcuno ha prezzi reali per il fino sulla piazza di Foggia ? In queste situazioni anche 20 centesimi in meno, se non c'è domanda, portano cali reali nell'offerta di un 1 -1,5 €/q.

    RispondiElimina
  36. Infatti, come prevedevo, a foggia i prezzi reali per il fino sono 25.00 / 25.50 ivato.

    RispondiElimina
  37. meno 0,30 cent ad altamura..almeno è un atterraggio morbido..magra consolazione ,e vabbuò,cari mulini,visto che siete in trepidante attesa del n3 canadese,buona macinatura con quello che riuscite a raccattare in giro,io il grano mio non ve lo do!!me lo porto in giacenza x l'anno prossimo e chi s'è visto s'è visto!

    RispondiElimina
  38. Granoduro, sarebbe interessante rifare il sondaggio sul raccolto 2013 venduto....
    Skandiski

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ottima idea, potrebbe essere il primo sondaggio del nuovo blog che Mimmo sta organizzando.

      Ripeto tu non visioni i prezzi FOB, ma quelli Rendu (ovvero reso). O almeno questo leggo nei siti che mi hai linkato.
      Il prezzo FOB è riservato al momento. Purtroppo sul web alcuni sono diventati estremamente antipatici. Per cui ho deciso di smetterla di diffondere link e notizie che poi sono utilizzate dagli stessi che mi scrivono mail minacciando ritorsioni legali con l'accusa di utilizzare materiale protetto da diritto d'autore.
      Ti ricordo che a finefebbraio questo blog non sarà più visitabile pubblicamente, diverrà un blog privato accessibile soltanto ad utenti registrati, dunque non vi saranno nuovi aggiornamenti di post o sondaggi, nel prossimo mese, salvo clamorosi sviluppi.
      FOB LA Nouvelle intanto chiude stasera a -0,7 €/q. Prosit...

      Elimina
  39. Ho inviato email a Te e Mimmo...

    RispondiElimina
  40. grazie grano duro per il tuo supporto negli ultimi anni; ho letto quasi quotidianamente il tuo blog ed è stato una mano concreta nella crescita della mia azienda, seguirò mimmo nel suo blog, che credo sarà linkato più avanti, ma "duro di sicilia" resterà una pietra miliare nella mia formazione duroagricola. un saluto da LORENZO FOGGIA

    RispondiElimina
  41. granduro volevo comunque ringraziarti per l'importante funzione informativa che il tuo blog ha svolto...alla faccia di chi ama che le notizie non si sappiano in modo da poter sfruttare questo vantaggio nelle proprie trattative commerciali.
    Continuerò a seguire anche il nuovo blog di mimmo.
    Un grazie sincero.

    GP

    PS: per quello che può valere stamattina è uscito forlì: ribasso duro e tenero, mais in aumento

    RispondiElimina
  42. grazie di cuore a tutti voi.
    Spero nei prossimi giorni di poter aiutare Mimmo ad avviare il nuovo blog.




    RispondiElimina
  43. per il nuovo blog mi dite come si chiama o chiamerà grazie e importante per me solo così una persona si confronta e si aggiorna

    RispondiElimina
  44. Sento la necessità di ringraziare GRANODURO per la capacità di esprimere, senza sotterfugi ed in perfetta buona fede, idee e valori che hanno arricchito le conoscenze sul funzionamento del mercato del settore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie....ma non esageriamo che poi si capisce che ci siamo messi d'accordo.

      Elimina
  45. OK tutti bravi, restiamo in attesa... ma del mercato dei cereali in questi gironi che notizie ci sono? Skandisky Foggia cosa sta facendo oggi?

    Paolo da Matera

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oggi non ho avuto ancora notizia, ma credo che scenderà qualcosina in più di Bari e Milano...cioè 40 o 50 cent.......
      Skandiski
      Vice.... Mimmo si è preoccupato di te...mi ha chesto che fine avessi fatto....non farci preoccupare mi raccomando.

      Elimina
    2. Ora siamo più tranquilli...
      Skandiski

      Elimina
  46. Ultimo Contributo:
    FINALMENTE inizi di verità cominciano a manifestarsi;date uno sguardo: http://www.teleradioerre.it/news/articolo.asp?idart=84173.
    Sono urgenti i CONTROLLI sulle commissioni delle camere di commercio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Capisco che Tu possa essere di parte, ma affermare che oggi i mulini pagano 25/25,5 ql è una immensa falsità. D'altra parte lui che c...o ne sa!....ah... già gli lo hanno riferito gli amici commercianti...altro che contributo....

      Elimina
    2. Ultimo contributo: è questa la NOVITA' da cogliere nell'articolo:.
      "Occorrono regole e dati certi per poter stilare prezzi confacenti alla effettiva realtà di mercato”. "Le fatture di acquisto rilevate dalla Commissione costituita in Camera di Commercio sono meno dello 0,1% della merce movimentata."

      Elimina
    3. Comunque, espresso in questi termini, per me è un finto problema.

      I commercianti sanno benissimo quanto pagarti, e praticamente ti pagano tutti uguale, a prescindere dal mercuriale della camera di commercio di Foggia.

      Finché i commercianti (che ritengo in grave difetto per questo) ritirano il grano lasciato a conto deposito con una semplice stretta di mano, e non ti lasciano neanche un pezzo di carta con scritto con che riferimento ti pagheranno, e che spese di deposito ci sono, e come intendono gestire famosa questione dell'IVA, per loro problemi non ce ne sono.
      Tranquillizziamoli:
      i commercianti possono dormire sonni tranquilli!

      Elimina
    4. Se si rilevano le restanti 99% delle fatture........., mica tanto sonni tranquilli.
      Se si rilevano i prezzi al 100% di tutta la merce movimentata, si innesca un meccanismo di maggiore trasparenza ed affidabilità dei prezzi dei borsini camerali.
      Ho perfettamente inteso che l'articolo è stato costruito in difesa del commerciante di turno, ma a me interessa il passaggio che un esponente sindacale ammetta pubblicamente l'inattendibilità (con i metodi attuali) dei borsini delle camere di commercio.

      Elimina
  47. foggia -50 centesimi

    RispondiElimina
  48. di ritorno da un convegno a foggia dove tra gli altri ha relazionato il nostro amico herbert,relazione interessante la sua,la mia solidarietà dopo l'intervento di quel maleducato che lo ha interrotto ,però quel suo passaggio nel quale ha detto:meno produzione italiana=meno prezzo di vendita non lo condivido x nulla,diciamo che forse era una piccola lancia spezzata a favore della società organizzatrice e ci può stare,ma noi agricoltori italiani abbiamo ridottto la coltivazione del grano duro perchè eravamo scesi a 13 euro il quintale pochi anni fa,se il prezzo è aumentato è perchè seminiamo meno terreni e quindi abbiamo ridotto la produzione italiana...... secondo punto:anche se ritengo i contratti di coltivazione oramai una formula imprenscindibile x il futuro,il fatto di segnare il prezzo di vendita sul punto di pareggio delle spese tecniche dicendo:con la produzione ti paghi le spese e cosi' ti rimangono i premi comunitari come guadagno mi sembra piu un ricatto e non una libera trattativa tra le parti ed anche il fatto di dire:ma se aumenti la produzione media guadagni di più ,vale in teoria ma all'applicazione pratica quasi mai è così dal momento che noi operiamo a pieno campo e non in un capannone e quindi siamo esposti agli eventi climatici,e quindi dare più concimi,fare diserbi,i trattamenti fungini e tante altre tecniche pubblicizzate,non ci da automaticamente un aumento di produzione anzi se abbiamo unn andamento climatico sfavorevole sono solo un aggravio di costi senza alcun beneficio,ripeto,ci vuole una presa di coscienza da parte delle imprese di trasformazione che debbono pagare di più il prodotto italiano,se ci si trincera dietro lo slogan del mercato mondiale x pagare il nostro grano come negli altri stati dove ci sono spese diverse e situazioni aziendali diverse da quelle italiane ,non ci sarà mai una proficua collaborazionedi filiera,ma sarà un dialogo tra sordi,un continuo rimpallarsi delle responsabilità,ed un ricatto continuo tra una parte e l'altra...

    RispondiElimina
  49. Ti ringrazio Giovanni, sono appena tornato a casa dopo una serata un po' così. Breve risposta alle tue (in gran parte giuste) osservazioni.
    Sulla relazione tra poca produzione e prezzi bassi, la mia era una provocazione: volevo dire che non è che coltivando di meno i prezzi necessariamente salgano, almeno in un mercato aperto con il nostro. Ti assicuro che è un concetto che ho utilizzato anche in altre occasioni.
    Contratti di coltivazione: ovviamente al conto colturale va aggiunto un margine. Il prezzo chiuso non deve essere un ricatto, ma una garanzia (almeno parziale) che non si vada in perdita.
    Sugli aspetti agronomici (concimi, diserbo ecc.) non posso dirti molto perché non sono un tecnico. Credo vada valutato caso per caso se spendere di più vale la pena.
    Sulle imprese di trasformazione: che devono pagare di più il prodotto nazionale sono sostanzialmente d'accordo. Se può essere di conforto, alcuni contratti di filiera sono riusciti in effetti a pagare qualcosa in più non solo rispetto al nazionale, ma sopratutto rispetto al grano estero.

    Saluti e grazie di nuovo

    RispondiElimina
  50. ho letto l'articolo...sinceramente faccio un po' fatica a vedere nei commercianti i paladini della trasparenza. Detto questo, mi chiedo come è possibile che nel 2014 avvengano ancora consegne di prodotto sulla base della stretta di mano. Io non sono produttore, conosco però un po' le storture della filiera cerealicola, ma, ripeto, nel 2014 mi pare assurdo siglare contratti (da cui dipende la sopravvivenza della propria azienda) sulla base di una stretta di mano. mi sembra proprio uno svendersi alla controparte.
    Sui problemi nei meccanismi di rilevazione delle CCIAA (catania docet) è già stato scritto più volte...il problema, che riguarda anche altre filiere, è che a livello camerale e di ministeri non c'è un'adeguata attenzione verso questo tema (per la verità non c'è neanche una pressione da parte delle associazioni agricole troppo impegnate a discutere di etichettatura, marchi di qualità, filiere corte e bla bla bla).

    GP

    RispondiElimina
    Risposte
    1. GP di che zona sei?
      Dalle mie parti (FG) succede così nel 100% dei casi che conosco.
      se mi mandi il tuo email ti posso fare i nomi, non li posto qui per non creare problemi al buon granduro.....
      Anzi, se qualcuno della mia zona ha notizie di commercianti (filere a parte) che si comportano diversamente me lo faccia sapere, che in prossimo anno gli porto anche il mio....

      Negli agricoltori c'è un misto di fiducia (nel commerciante che lo paga da anni esattamente quanto pagano tutti gli altri) e di rassegnazione (che non si può fare diversamente, a meno di passare per un piantagrane, che rompe le scatole su una cosa che tutti danno per scontata, anzi ovvia).

      Quindi, che i commercianti invochino più trasparenza mi suona davvero strano....
      orzo vestito

      Elimina
  51. Secondo voi la situazione meteo negli USA potrebbe ritardare l'arrivo di grano estero ed avere ripercussioni sul prezzo del grano?

    http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2014-02-13/america-sommersa-gelo-e-neve-13-morti-termometro-sotto-zero-sud-110121.shtml?uuid=ABkUGJw

    Paolo da Matera

    RispondiElimina
    Risposte
    1. no,non penso che possano avere influenza,anche se io non ho ancora venduto in attesa di qualche miracolo oramai

      Elimina
  52. Bologna -0,50
    Skandiski

    RispondiElimina
  53. Bologna: cala il duro -3/5 euro/t (centro fino 279 euro/t arrivo bologna), invariato il tenero.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. C'è mancato poco che "spaccavamo" il minuto.....
      Skandiski

      Elimina
  54. secondo me per risolvere i problemi nostri e inutile aspettare che qualcuno ci pensi a noi agricoltori tanto non ci daranno mai niente l unico modo a mio avviso e costruirci noi una filiera corta formando delle piccole società serie trasformare il grano in pasta ed altri derivati ed arrivare diretta al consumatore finale ad un prezzo anche piu basso tanto il margine ce a questo punto non serve seminre tanto terreno o cimentarsi in mega ricette di concimazione si potra siminare meno terra guadagnando di piu questo sarebbe un duro colpo per questi speculatori agr Abruzzo

    RispondiElimina
  55. condivido appieno tutto, immagina che io sono siciliano e qua la speculazione è maggiore.

    RispondiElimina
  56. altamura -10 cents
    vice sk

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Così poco.....forse vogliono che le semole tengano.
      Skandiski

      Elimina
  57. Mimmo ha aperto i battenti, lo trovate a questo indirizzo http://granoduroitalia.blogspot.it/
    il blog si chiama cereali 2.0, un augurio di un lungo e proficuo percorso.

    RispondiElimina
  58. Qualche news del foggiano:
    Grano venduto a 26, urea 42 € (qualche settimana fa 39) e nitrato 29...da voi? Il nitrato sta aumentando?

    per il nuovo blog consiglio di far inserire anche commenti anonimi..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. provincia di Potenza ( a 30 min da Altamura) urea 38, nitrato 30

      Elimina
  59. provincia di Palermo grano 0.22-0.23, urea 43 grano in discesa urea in salita

    RispondiElimina
  60. Strane sensazioni.
    A Bari stanno per arrivare navi di grano canadese nr. 3 e ne arriverà molto altro. Mi chiedo se sarà sufficiente a soddisfare il fabbisogno dei mulini. Non mi sembra che in giro sia rimasto molto grano duro nazionale. Secondo voi cosa succederà??? Paolo da Matera

    RispondiElimina
  61. quale è la tua opinione paolo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La mia riflessione è questa:
      In previsione dell'invasione di grano canadese e del conseguente crollo dei prezzi, i silos degli stoccatori e dei commercianti sono stati svuotati del tutto o quasi.
      Sono già partite navi di grano nazionale esportato in nord Africa ed almeno un'altra dovrebbe partire a fine mese/inizio marzo.
      Non so quante scorte hanno i mulini ma siamo a metà febbraio e dovranno arrivare a giugno.
      Con quale merce? Soltanto con il canadese che adesso costa € 29,5 + iva?
      Forse il tanto temuto crollo del grano duro nazionale non ci sarà.
      Questa è la mia opinione da profano per questo chiedo a chi è più esperto ed ha più informazioni di me.
      Saluti.

      Elimina
    2. lo spero vivamente visto che io non ho ancora venduto,ma non sarei così ottimista ne speranzoso,nei prossimi giorni farò il giro daagli stoccatori dove ho portato il grano,vedremo cosa mi diranno.....

      Elimina
    3. Lo speriamo tutti.
      (Anche quelli che hanno già venduto....)
      Intanto oggi FG fa + 20 cents. Rimbalzo o miracolo?
      Krukko illuminaci!
      vcsk

      Elimina
    4. ho visto che hanno aumentato le semole di 50 centesimi e il grano di 20 centesimi......però se aumenta la semola male che vada non si dovrebbe scendere più....

      Elimina
  62. Rimbalzo di almeno un euro di €. Il duro sulle piazze francesi è salito di un euro !

    RispondiElimina
  63. Effettivamente sono in trepida attesa del listino di Bologna. A mio avviso è un rimbalzo temporaneo. Le quotazioni reali in Centro Italia si aggirano attorno ai 265 partenza, per cui solo 5 euro/t in meno rispetto a un mese fa. Personalmente penso che chi ha fatto i listini (soprattutto a Foggia) nelle ultime settimane ha esagerato con i cali, che dovevano essere più graduali.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. vediamo se skandiski ne sa qualcosa più di noi,lui ha la sua fonte alla borsa merci,che non appena pubblicano la quotazione glie la riferiscono,magari ha sentito tra le varie urla il vero perchè di questo aumento!!! (scherzo! )

      Elimina
    2. bologna invariato

      Elimina
  64. Seguo quotidianamente questo blog ed no notato che da qualche giorno è muto.
    Strano. Proprio adesso che è in atto un'impennata dei prezzi?
    Cosa mi rispondete se vi dico che mi hanno offerto 27,5 + iva?
    Paolo da Matera

    RispondiElimina
  65. pare.....che ci vuole ancora un po di tempo prima dell'arrivo delle grandi navi canadesi.....poveri mulini..speriamo che trovino dei bravi commercianti che gli girino i conti deposito gratuitamente del grano che hanno ancora nei magazzini x poter lavorare altrimenti.....se lo hanno finito....mi sa che i 24 euro li pagheranno.....ma x mezzo quintale! incrociamo le dita.....

    RispondiElimina
  66. Altamura oggi +0,50 euro/quintale
    qui comunque siamo rimasti in pochi, i migliori si sono già trasferiti.
    Come dice la canzone: "Ci vediamo da Mimmo... prima o poi!"
    vcsk

    RispondiElimina
  67. Bari quotazione 11 marzo 2014 + 10€. ton.

    RispondiElimina
  68. Non mi aspettato un aumento così forte. Credo che se non si risolve la crisi in Ucraina ,anche in caso di sanzioni commerciali, molto probabili, si ridurrà fortemente il commercio di cereali proveniente dall'Ucraina, Russia e Kazakistan. Domani Foggia: prevedo almeno 0,5 €/q.

    RispondiElimina
  69. buona sera , apprendo che questo blog è stato trasferito , per cortesia se mi niviate lìindirizzo del nuovo Grazie
    complimenti per l'iniziativa e buon lavoro a tutti!!!
    giuseppe

    RispondiElimina
    Risposte
    1. http://granoduroitalia.blogspot.it/

      Elimina
    2. Nessun trasferimento,ne abbiamo solo creato un altro,poichè 2 è meglio che uno-

      Elimina
  70. gino agricoltore pugliese12 marzo 2014 20:08

    qualcuno mi dovrebbe pagare una pizza io avevo previsto 30€ oggi foggia quota 29 ormai ci siamo, vedrete che supererà il muro dei 30. oggi sono molto pochi gli agricoltori che non hanno ancora venduto!!! I giochi sono fatti per chi ha accumulato grano!!! Il canada è tutto ghiacciato hanno tempo fino a metà giuno per seminare chisà se c'è la faranno. A Cicago il tenero vola!!! Ne vedremo delle belle

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Gino,
      sì, le scommesse si pagano...
      però chiariamo bene le condizioni: pizza pagata da me se a Foggia il prezzo medio, ovvero (min+max)/2, del grano duro buono mercantile diventa almeno uguale oppure supera i 30 euro al quintale.... ;-)
      Se non si verifica questo, sono comunque disponibile a pagarti almeno un caffé... se mi dici 'ndo stai ovviamente... non credo che siamo troppo lontani!

      Elimina
    2. gino agricoltote pugliese15 marzo 2014 20:44

      ciao orzo vestito Sono a Manfredonia
      gino

      Elimina
  71. Incredibile, un altro Euro guadagnato da Foggia...non ci avrei scommesso un Euro...montagne russe...io sono sempre scettico sulla tenuta alla trebbiatura.

    RispondiElimina
  72. Se il prezzo rimane fino a giugno....madooo speriamo!!!

    RispondiElimina
  73. @granoduro non potevi certo prevedere la situazione in crimea. Anch'io credo che la situazione cambierà con l'arrivo regolare di prodotto canadese. Corre voce che è in arrivo una nave di canadese a Bari comprata a 23 euro quintale. Vi risulta ?

    RispondiElimina
  74. svevo,ti ritengo una persona intelligente,ti sei fatto la domanda,ora datti tu la risposta...ti do solo un aiutino:ma poteva arrivare una nave a 23 euro e contemporaneamente aumentare il prezzo sia a foggia che a bari di un euro fino quasi ai 30????????

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il 27/28 marzo dovrebbero sbarcare 4 navi grandi a Bari. I 23 euro/q.le sono veri, nel senso che si tratta di contratti fatti lo scorso anno quando il grano duro era più basso.

      Elimina
    2. dovrebbe essere però il CWAD n.4 che ha caratteristiche inferiori al nostro Fino, ed è difficile da piazzare sui mercati internazionali.

      Elimina
    3. .....ed ovviamente arriva in italia.....e questo mentre gli industriali dicono che prendono grano estero che è migliore di quello italiano....che miserabili...

      Elimina
    4. beh si,...basta guardare qui per vedere che il N.4 arriva in Italia (lo dicono i canadesi), ma anche il N.3 viene considerato di qualità medio bassa in America.
      http://durodisicilia.blogspot.it/2014/03/esportazioni-di-duro-canadesi.html

      qui verso pag 40 per le caratteristiche minime dei grade canadesi
      http://www.grainscanada.gc.ca/oggg-gocg/2013/04-wheat-2013-eng.pdf

      qui per i differenziali di prezzi tra grade in Canada
      http://www.saskcropinsurance.com/agristability/publications/pricelists/2013/sept.pdf

      qui per le proteine 2013 del n.4 (intorno a 11.5%)
      http://www.grainscanada.gc.ca/wheat-ble/harvest-recolte/prelim/cwadpro-procwad-eng.asp

      Elimina
    5. Informazioni come sempre molti interessanti.... Krukko che cosa intendi con "navi grandi"?
      Che tonnellaggio?
      Tipo Panamax o più grandi?

      Elimina
    6. Panamax da 40-50.000 ton

      Elimina
    7. ok Herbert...
      Ho letto oggi il tuo articolo su IA: interessante, ma sei sicuro di non esserti sbilanciato troppo? Quando coi miei colleghi abbiamo letto del raccolto "che si preannuncia, salvo problemi in primavera, abbondante in termini quantitativi" a dire il vero qui ci siamo toccati gli attributi....

      Ho capito che per ora non si è gelato/seccato tutto e questa se vogliamo è una notizia positiva, ma di qui a dire quello che dici tu ce ne vuole...

      Non so se tu il grano l'hai visto già messo in cassaforte da qualcuno, ma qui dalle nostre parti può succedere di tutto... inclusi problemi fungini che non si presentavano da 30 anni a questa parte... e che ora tocca intervenire per limitare.

      Quindi, vabbé vedere il bicchiere mezzo pieno, ma....

      Cambiando discorso, faccio notare che il CWAD n.4 ha peso specifico minimo garantito 71... spero comunque per nostri amici mugnai che sia un po' meglio di 71 altrimenti la vedo dura a miscelare....
      Io -che non sono certo un esperto del grano di qualità, tutt'altro..- anche nelle annate peggiori non sono riuscito a fare nulla di così basso....

      Elimina
  75. Anche a me sembra una stroz.., a meno che i 23 € sono FOB o che si tratta di quantità non rilevanti. Comunque che stia arrivando qualcosa potrebbe essere vero perchè lo riferiscono più persone anche se non credo che il prezzo sia quello. Finisco con una buona notizia per chi non ha ancora venduto. bologna + 0,50.

    RispondiElimina
  76. Io voglio azzardare un ragionamento-tutto questo terrore del canada-
    i listini hanno preso a risalire da dicembre,qualche pausa e poi ancora in crescita,si poi è arrivato il caso Ucraina,ma il Canada!!!!!!!a me non risulta che sia un paese tropicale ,colpito da una improvvisa era glaciale ,tipo nuvoletta di fantozzi-Del super raccolto si sapeva gia da metà luglio,gli acquirenti avrebbero potuto fare affari d'oro alla raccolta con quei prezzi di settembre,e far arrivare parte di quel raccolto prima che ghiacciasse la strada dei grandi laghi,invece ????tutti fessi questi operatori di mercato?non dimenticate che in italia vi sono i più grossi acquirenti di duro al mondo
    non dimenticate che in italia, nel bene e nel male arrivano più di 2ml di T.,mancanza di prodotto locale,allora?vogliamo forse dire che gli acquirenti italiani si sono fatti fregare come dei principianti?vogliamo forse dire,che negli anni addietro in canada il trasporto invernale di grano è filato sempre liscio?pensate veramente che i governanti Canadesi si facessero mettere alla berlina come niente fosse sull'annosa questione di trasporti?non ci hanno fatto una bella figura-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. gino agricoltore pugliese15 marzo 2014 18:17

      caro Mimmo, da tempo che io penso esattamente quello che tu dici, alla fine temere il Canada che fa crollare i prezzi del duro, è un controsenso!!! Oggi forse ci sono tutte le condizioni, per giustificare un ulteriore aumento: laghi ghiacciati, crisi ucraina, la francia che semina meno duro...... eppure la situazione si è modificata in un battibaleno come se silvan avesse fatto scomparire tutto l'eccesso di grano duro esistente sul pianeta, o forse tutto il mondo aspetta la super produzione canadese??? Avanti tutta speculatori, chi sa che noi piccoli agricoltori possiamo mangiare le briciole!!!! giugno è vicino chi sa che per allora il grano rimanga a quota 30

      Elimina
  77. Credo che il mercato ti sorprenda sempre e quello che sembrava bianco poi si rileva nero. Rivedetevi questo =https://www.youtube.com/watch?v=Z0e8Q2GvKcQ= che non guasta, la prima parte e l’ultima è dedicata proprio al duro e ai mercati che lo regolano.

    RispondiElimina
  78. GRANO DURO PROD. NAZ. FR CAMION PART. (ZONA PUGLIA - LUCANIA) IN TONN.
    Fino peso specifico Kg 80 ; prot. minimo 12% ; umidità max 12%; bianconato 25% max
    283,00
    288,00
    invariato
    Buono Merc. peso spec. da Kg 79; prot.minimo 11,50%; umidità max 12%; bianconato 35% max
    276,00
    281,00
    invariato

    RispondiElimina


  79. GRANO DURO PROD. NAZ. FR CAMION PART. (ZONA PUGLIA - LUCANIA) IN TONN.
    Fino peso specifico Kg 80 ; prot. minimo 12% ; umidità max 12%; bianconato 25% max
    283,00
    288,00
    invariato
    Buono Merc. peso spec. da Kg 79; prot.minimo 11,50%; umidità max 12%; bianconato 35% max
    276,00
    281,00
    invariato

    RispondiElimina
  80. Bari 01 aprile 2014

    GRANO DURO PROD. NAZ. FR CAMION PART. (ZONA PUGLIA - LUCANIA) IN TONN.
    Fino peso specifico Kg 80 ; prot. minimo 12% ; umidità max 12%; bianconato 25% max
    283,00
    288,00
    invariato
    Buono Merc. peso spec. da Kg 79; prot.minimo 11,50%; umidità max 12%; bianconato 35% max
    276,00
    281,00
    invariato

    RispondiElimina
  81. mi sembra che si sia capito....

    RispondiElimina
  82. ancora rialzi per mais e soia a chicago, con il primo oltre la soglia dei 5 $/ bushel, mentre la soia è sopra i 14,8 e chissà che non arrivi ai 15 $.
    Per il mais hanno inciso le stime su una contrazione delle semine diffuse lunedì dall'usda.
    Ancora in calo il frumento, sceso sui 6,85 $/bushel.
    GP

    RispondiElimina
  83. BARI: 08.04.2014

    CEREALI :
    GRANO DURO PROD. NAZ. FR CAMION PART. (ZONA PUGLIA - LUCANIA) IN TONN.
    Fino peso specifico Kg 80 ; prot. minimo 12% ; umidità max 12%; bianconato 25% max
    285,00
    288,00
    invariato
    Buono Merc. peso spec. da Kg 79; prot.minimo 11,50%; umidità max 12%; bianconato 35% max
    278,00
    281,00
    invariato

    RispondiElimina
  84. gino agricoltore pugliese8 aprile 2014 18:06

    tutto tace, ma dove siete finiti? eppure su problematiche agronomiche ci sarebbe da dire molto, caldo eccessivo, malattie fungine, prospettive produttive etc. Poi sui i mercati tira una strana aria, giugno è vicino

    RispondiElimina
    Risposte
    1. se vuoi scrivere qualcosa che reputi interessante, mandamelo alla mail che lo pubblico...ciao

      Elimina
  85. stiamo tutti a contare i soldi delle vendite di grano fatte in questi giorni! scherzi a parte,io più volte ho segnalato problemi fitosanitari,ruggine e oidio in special modo,ma a quanto pare è un problema rilevato solo in qualche reale della puglia e non un fenomeno su larga scala,e meno male che nei giorni scorsi ha piovuto abbastanza e ha dato una bella mano ai campi.....

    RispondiElimina
  86. Confermo dal foggiano grossi problemi di Septoriosi, oidio e ruggine...a breve si scende in campo con Amistar....secondo voi va bene la dose di 0.8 per ha?? Oppure conviene 1 per ha per evitare di intervenire una seconda volta?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stai parlando di Amistar o di Amistar extra?

      Elimina
    2. Amistar normale non è molto efficace su oidio... se è presente, dicono che bisogna usare la dose massima oppure andare su Amistar extra....

      Elimina
  87. se usi l'extra,meglio un litro,se poi non c'è malattia e vuoi trattare preventivamente ,anche a 800 va bene,molti usano il tebuconazolo visto il costo basso,potresti provarlo

    RispondiElimina
  88. a foggia invariato oggi

    GP

    RispondiElimina
    Risposte
    1. profezia del giovedì mattina: a Bologna tenero e mais in calo, duro invariato

      Elimina
  89. beh a dire il vero per telefono non ho chiarito se l'amistar di cui stavamo parlando telefonicamente era riferito al classico o all'amistar xtra..tra l'altro vedendo sul sito fito web (più per consltare i prezzi), vedo che 4x5 Lt di amistar xtra costano 704+iva, mentre amistar normale 4x5 Lt costa 830+iva, quindi nettamente più costoso...quali sono le differenze e su quale puntereste?? grazie

    RispondiElimina
  90. cioè,se non faccio male i conti amistar extra verrebbe a 39 euro litro circa? a me avevano detto 43 euro circa...con la possibilità del 10+1 cioè un litro in omaggio ogni 10,ma non era sicuro...comunque il normale costa di più perchè + concentrato,lo potresti usare a 0,6l ettaro,io però preferisco l'extra perchè ha 2 molecole dentro,è meno concentrato ma più completo

    RispondiElimina
  91. profezia avveratasi krukko. ma poi ste navi dal canada sono arrivate/stanno arrivando o no?!?!?!?

    GP

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sono arrivate 4 navi gruoss' in tutto. stanno ancora nei casini. per giugno luglio si parla di 265 cif Bari/Ancona per merce non eccezionale.

      Elimina
  92. chi vivrà vedrà....piuttosto,sulle loro intenzioni di semina si sa qualcosa?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho cercato un po' in giro, direi che non c'è nulla di nuovo rispetto a quelle stime intorno al meno 6%, già riportate nell'ottimo post che granduro ha pubblicato circa un mese fa.

      Acreage is expected to see a decline compared to last year, with AAFC estimating durum area for 2014-15 will total 4.67 million acres, down from 4.96 million seeded last spring.

      (da http://www.albertawheat.com/cns_post/burdensome-supplies-to-keep-durum-prices-under-pressure/)

      orzo v.

      Elimina
  93. gino agricoltore pugliese15 aprile 2014 12:41

    il duro canadese è sempre quotato meno del tenero di cicago.. però evidentemente per far venire il duro in italia si spende molto di più!!!

    RispondiElimina
  94. torna forte la tensione in ucraina e le quotazioni del frumento a Chicago superano di nuovo la soglia dei 7 $ per bushel.
    A Milano invece ieri tutto stabile per il duro. In ribasso di 2 €/t il tenero panificabile, panif superiore e il biscottiero.
    GP

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.