martedì 11 dicembre 2012

La burocrazia agricola italiana corrotta sino al midollo

"Quasi tutte le attività del Ministero delle Politiche agricole sono state inquinate da una corruzione diffusa variegata e circolare"


lo ha detto il procuratore aggiunto di Roma, Lello Rosso, nel corso della conferenza stampa e gli episodi di corruzione, è stato spiegato, riguardano finanziamenti pubblici e oltre 40 appalti per un totale di 32 milioni di euro erogati a 20 aziende nel periodo tra il marzo del 2007 e il maggio del 2011. L’indagine ha accertato che oltre ai “vantaggi patrimoniali”, i funzionari pubblici e i dirigenti del Ministero hanno usufruito di vacanze all’estero e in centri benessere, oggetti da arredamento e promesse di posti di lavoro.

L’inchiesta che ha portato all’arresto i funzionari e dirigenti del Ministero delle Politiche agricole per il procuratore aggiunto di Roma Nello Rossi,”è un piccolo trattato di sociologia della corruzione inquietante”. Inoltre ha descritto la situazione all’interno del Ministero sottolineando che “c’era un vero e proprio giro di privilegi e malaffare. Ci troviamo di fronte a un sistema in cui c’è una spesa pubblica che dovrebbe essere interessata a favorire un settore importante come l’agricoltura e la pesca – ha aggiunto – e che invece viene distorta e inquinata da un’attività corruttiva diffusa”.


Fonte con dettagli

Arrestato tra i tanti (11 in totale + 37 indagati), il famigerato Giuseppe Ambrosio (nella foto), già capo di gabinetto degli ultimi ministri dell'agricoltura, ed implicato in molteplici torbide vicende giudiziare.
Qui, nella vicenda della laurea falsa per la moglie e conseguente assunzione al Ministero.
Qui, una nota nella quale si ricordano i 5 capi di imputazione pendenti (truffe aggravate per lo più).

Pur essendo uno dei funzionari ministeriali più, quantomeno, chiaccherati, il governo dei tecnici non aveva trovato di meglio che nominarlo, Direttore Generale del CRA (Consiglio per la ricerca e la sperimentazione in agricoltura), e contemporaneamente capo della segretaria dell'attuale Sottosegretario all'Agricoltura Franco Braga (per inciso un professore universitario di ingegneria civile che non ha alcuna competenza in campo agricolo, vedi curriculum sul sito del Governo per credere).

Intanto in Sicilia, salta fuori che gli enti che gestiscono i corsi di formazione sono controllati materialmente dai politici e dai loro congiunti (ma davvero?). Ne scrivo, perchè la formazione è spesso collegata al mondo agricolo, ed in qualità di agricoltore, dovrei grazie alle ultime leggi, diventare un partecipante fisso ai corsi di formazione, vedi abilitazione per guidare il trattore, abilitazione per acquisto e gestione fitofarmaci, oltre ai già sperimentati, almeno da alcuni di noi, corsi sulla sicurezza, su capo azienda, e varie ed eventuali.
La UE ha inviato gli ispettori anti-frode per effettuare verifiche! Son finiti i tempi dell'omertoso silenzio-assenso?. 

Insomma ora comincio a capire perché M.M. era così fissato con le tasse al settore agricolo, con tutti questi "lapardei" da mantenere i soldi non bastano mai.


P.S.: il "lapardeo" nel dialetto delle mie parti: indica colui che mangia sino a scoppiare, ma a spese di altri.


Aggiornamento 
Oltre ad Ambrosio in carcere è finita anche la moglie Stefania Ricciardi, dirigente dell'ufficio promozione e valorizzazione presso la direzione generale della qualità agroalimentare. Analoga misura cautelare è stata adottata nei confronti di Ludovico Gay, già direttore generale di 'Buonitalia Spa'; e di Alfredo Bernardini, dirigente della Confederazione italiana agricoltori; la lista è chiusa da Michele Mariani ("ammazza, te  becchi 4 cucuzze") che è un impiegato del Mipaaf. Gli arresti domiciliari sono stati adottati invece per gli imprenditori Claudia Maria Golinelli, Luigi Cardona ed Oliviero Sordini. Ai domiciliari anche Riccardo Deserti, attuale direttore del consorzio del Parmigiano Reggiano e Luca Gaudiano funzionario del Mipaaf. Le contestazioni a Deserti riguardano fatti relativi a quando era in servizio al ministero, hanno spiegato gli investigatori della Guardia di finanza.



Un link interessante QUI.

20 commenti:

  1. Guarda un pò...c'è anche "frutta nelle scuole" nel mezzo dell'operazione...

    RispondiElimina
  2. certo una controllatina all'AGEA, SIN e a chi ha in mano i controlli......

    RispondiElimina
  3. la mia meraviglia stava nel fatto,che ,la magistratura non entrasse ancora dentro il ministero dell agricoltura con le manette spianate,visto l enorme massa di soldi che si muovono li dentro ,secondo lo stato di delinquenza che è emerso,essa è minimale nei confronti degli altri ministeri-
    adesso speriamo che qualche magistrato vada a chiedere a assosementi quello studio che collega il grano cartellinato alle riduzione di emissioni inquinanti-qualora mancassero le manette ,le compro io-
    ladri,siete solo dei ladri-e poi la UE ha voluto vedere se la mia cisterna del gasolio era a norma-maledetti delinquenti-se tornano li annaffio di gasolio e gli do fuoco-che cazzo di paese --

    RispondiElimina
  4. aiutate quest uomo-granduro apri una sottoscrizione-http://www.tzetze.it/2012/12/brunetta-non-riesco-a-pagare-limu.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eppure viste le dimensioni dell'individuo dovrebbe vivere in case molto piccole, e quindi pagare un'IMU proporzionalmente ridotta.
      No, la sottoscrizione non la apro, sono sicuro che un economista cattedratico di scuola liberale come Brunetta saprà fare da solo.
      Del resto qualche anno fa, fu vicino al Nobel...
      http://www.youtube.com/watch?v=D1R9WIQlOOc

      Elimina
  5. eh non lamentiamoci sempre.di statistische, ministeri,ex ministri , consigli regionali
    http://www.ilmondo.it/top10/2012-12-11/quattro-consiglieri-indagati-piemonte-cena-paga-regione_123487.shtml
    basta saper cogliere lato positivo...in sti giorni chi non si trova in Z V N, non dovrebbe aver particolari problemi a sparger reflui:con l'aria, che già tira in tutt'Italia... non si dovrebbe lamentar nessuno...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. condivido, il caos istituzionale ha i suoi aspetti positivi.

      Elimina
    2. ... e seminare ogm l'anno prossimo....
      questi immondi del ministero alla mia richiesta l'anno scorso mi hanno risposto con ben 17 prescrizoni da rispettare...
      ma come si vede, sono loro che rispettano le leggi poi...
      mah
      Agricoltori svegliatevi, che nessuno ha tutelato, tutela e tutelerà i vostri interessi! (associazioni comprese)
      agric_treader

      Elimina
  6. Io sono in zvn ...battute a parte ...faccio fatica a credere che i "furti di pollame" che emergono in questi giorni (anche se sono indubbiamente deprecabili e da condannare in modo esemplare), sia il vero nocciolo duro del Cancro E' pur vero che Al Capone fu condannato per evasione fiscale..però a me sta storia non mi convince lo stesso..Probabilmente questo è il massimo che riesce/vuole a far emergere la ns magistratura al momento.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per la mia esperienza personale posso dirti che solitamente a questi livelli si tratta proprio di ladri di polli. Tanti ladri di polli organizzati che si coprono a vicenda a tutti i livelli.
      A forza di rubare polli però se ne mette nel congelatore di carne da parte.

      Elimina
  7. Quindi a forza di metter carne nei congelatori di famiglia..sta venendo a mancare la carne all'iper e quelli dell'iper si son stancati?oppure è in atto un azione dimostrativa atta a tranquillizzare i consumatori, che di carne se ne possono permettere sempre meno ?

    RispondiElimina
  8. Granturco
    I problemi sono molteplici come ben sappiamo. Chiaro che mentre sei impegnato a rubare polli, ben difficilmente compirai delle scelte giuste e competenti nell'interesse generale, oltre che sarai facilmente ricattabile.

    Trader
    con tutta la simpatia e la stima che ho nei tuoi confronti, non ci mettere gli OGM ti prego. Dopo il giogo dello Stato, vuoi appiopparci quello delle Corporation USA.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Granduro perfettamente daccordo..
      è un ottimo inizio..spero solo che si vada avanti e non ci si fermi ai propensi a rubar polli e agli incompetenti .
      La mia paura è che ci si fermi con un solo messaggio passato: inutile fare investimenti strutturali in agricoltura, ricerca e sviluppo. Tanto o non arrivano a destinazione..o sono inefficienti perche spesi da incompetenti e corrotti..quindi via libera alle sole innovazioni tecnologiche straniere già impacchettate...

      Elimina
    2. Per come la vedo io, gli investimenti aziendali dovrebbero essere decisi e finanziati dall'agricoltore in piena autonomia.
      Se ci vogliono aiutare, lo si faccia attraverso i pagamenti diretti, e poi saremo noi ad allocare le risorse in maniera opportuna.
      Come ho più volte asserito, come può una Istituzione fallimentare come la Regione Sicilia o il Ministero dell'Agricoltura pianificare il nostro sviluppo strategico aziendale? Se lo Stato vuole decidere come far funzionare le aziende si voti direttamente al comunismo e si prenda le responsabilità dell'eventuale fallimento del sistema produttivo.

      Elimina
    3. Se ci volessero aiutare veramente, opererebbero con una progettualità il cui fine è che noi non si abbia più bisogno di aiuti ,almeno dove è possibile.
      Vi sono campi in cui non è pensabile che si possa fare innovazione con soli investimenti aziendali..neanche associandosi cito i primi che mi vengono in mente :infrastrutture irrigue,miglioramento varietale..e per decidere in piena autonomia occorre conoscere...sono di corsa..a stasera..

      Elimina
    4. io infatti mi riferivo ad investimenti aziendali. Con i PSR vengono a determinare scelte aziendali a loro del tutto estranee.

      Elimina
  9. ...ehh Granduro, lo so che tu risemini il duro prodotto la precedente campagna, ma a noi produttori di mais chi ci pensa??
    Le case sementire ci vogliono, e sono ben felice di riconoscergli 35 euri in più per ettaro per averne un vantaggio di almeno 200.
    Vallo a spiegare agli agricoltori veneti ai quali oggi è impedito di vendere il prodotto perchè sfora in aflatossine, quindi oltre ad aver prodotto anche fino all' 80/90% in meno, quel poco che è rimasto verrà bruciato a valore quasi nullo.
    Non badare a quello che hanno scritto i giornali in questi giorni, quegli agricoltori che sono andati in piazza ad invocare l'aiuto di coldiretti e di Catania non hanno capito bene chi è il loro tiranno.
    Faccio parte della maggioranza silenziosa,.. e sono convinto che l'anno prossimo grazie all'EU, di ogm se ne seminerà molto,.. finalmente.
    agric_trader

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A voi ci pensa Zaia, no? eh, eh
      a parte lo scherzo, vi capisco. Chiaro che se operassi nel vostro territorio, e fossi già aggiogato con la semente ibrida, le mie idee in merito agli OGM sarebbero probabilmente diverse.
      Comunque ne ho visto e sentite tante di false promesse da parte dell'agro-industria, per cui vorrei vedere se effettivamente i problemi sarebbero risolti.
      Da parte mia mi sono sempre dichiarato a favore della ricerca in Italia.

      Elimina
  10. Non ho nessuna intenzione di deviare la discussione sulle ogm.
    .. sembrerebbe che neanche le pmg, siano sufficienti a risolvere la questione aflatossine nel mais:la soglia è stata alzata anche dove si seminano abbondantemente..

    http://washpost.bloomberg.com/Story?docId=1376-MAYRWY1A74E901-48HG4RN31RE943AEGJ4TRTEQEO

    http://www.iowaagriculture.gov/press/2012press/press09182012.asp

    RispondiElimina
  11. e gli inquirenti si sono fermati, altrimenti le patrie galere non sarebbero bastate:

    http://espresso.repubblica.it/dettaglio/piu-ampia-linchiesta-sullagricoltura/2196401/8

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.