giovedì 19 luglio 2012

Ci siamo, il prezzo del grano duro sale (ma senza fretta)!

Ci siamo ieri Foggia è aumentata di 0,6 €/q, oggi Bologna 0,5 €/q (il minimo sindacale), la quotazione del duro in Italia si comincia a muovere significativamente. 
Ma prendiamola larga cominciamo dalle ottime  notizie del mercato dei cereali americano: stamane siamo a 9,2 ed 8,1 rispettivamente per wheat e mais.
Si va ancora su, dunque, e per il wheat siamo ai massimi dal famoso 2008. Le cause secondo gli esperti?

1) una pubblicazione meteo ufficiale del NOAA prevede asciutto e caldo praticamente per tutto il mese di luglio nel Corn Belt;
2) al momento il Governo USA non intende sospendere il vincolo di etanolo (si tratta dell'obbligo di miscelare etanolo prodotto dal mais ai normali carburanti) neanche in caso di ulteriori aumenti del mais, come invece qualcuno temeva. Le produzioni di etanolo anche a causa del gran caldo (trattasi di processi biologici) però rallentano;
3) previsioni cupe di semine di grano in Argentina (-22%!);
4) per quello che vale, ma per darvi una idea del sentiment USA sul mercato, Morgan Stanley vede a breve il mais sopra ai 10 $/bu per una serie di motivi che spiega QUI;
5) a proposito non ne parliamo mai, ma sta salendo tantissimo anche la soia, ciò dovrebbe portare in alto anche favetta, favino e legumi vari per mangimi.

Mercato quindi ancora chiaramente orientato al rialzo con danni alle colture del Midwest in parte già irreversibili, anche se ad Agosto dovesse cominciare a piovere intensamente.

Il Duro

Stato delle coltura: 
va bé in Italia mi giungono notizie di ottime produzioni dall'Umbria come di altre regioni precedentemente, che per quello che valgono rafforzano la mia idea di una produzione nazionale in aumento.
Tuttavia l'aspetto più interessante riguarda il N.Dakota, ovvero lo Stato USA "principe" per il duro. Ebbene dopo una serie di valutazioni sempre al top, qualcosa sembra essersi inceppato.
The durum crop in North Dakota slipped in condition ratings this past week, falling to 66 percent good to excellent, compared to 83 percent. Hot temperatures and limited precipitation impacted the crop.
Come sapete lì monitorano costantemente la coltura, di settimana in settimana, in base allo stato in cui si presenta Excellent, Good, Fair, Poor, Very Poor, e se date una occhiata alla tabella sotto vedrete che la somma delle valutazioni Excellent + Good della scorsa settimana pari ad 83, nell'ultima rilevazione è scesa a 66! 

Crop Condition Ratings - Percent of Crop in each Condition
V PoorPoorFairGoodExcellentIndex







ND Durum - this week0628606366
ND Durum - last week0215767388


La valutazione omologa canadese la avremo tra qualche giorno!

Il Kazakhistan ha problemi di siccità serissimi, il grano primaverile del Nord (la zona del duro) sta seccando prima della granigione, attese piogge salvifiche nei prossimi giorni, produzioni già compromesse, se va bene non si andrà oltre i 10-15 q/ha, dicono. A sapere qualche parole di russo, questi Kazaki ti raccontano, vita morte e miracoli!

Quotazioni
Ieri sera ero più ottimista, mi sembrava ci fosse la possibilità di dare una maggiore accelerata, siamo comunque al rialzo senza dubbio. In dettaglio:
Durum wheat USA a 8,03 $/bu, mentre ieri 8,02 (come vedete nel grafico accanto al titolo), questo dato mi ha un pò sorpreso, mi attendevo qualcosa in più francamente.
Bene i Future Canadesi consegna ottobre a 330 $CAN/t (+5),  si tratta del prezzo praticato in Canada, non confondiamolo con le quotazioni del canadese qui in Italia.
Bene il blé dur francese FOB, ai porti anche mediterranei ieri è aumentato di 1 €/q secco. Nelle piazze invece stabile.
In Italia abbiamo già detto.
In Sicilia le Camere di Commercio neanche pubblicano, che schifo! Ai miei conterranei vorrei dire di avere ulteriore pazienza, aumenterà qualcosa anche da noi prossimamente. 

Previsioni
Ovviamente come abbiamo capito un pò tutti, il duro salirà ancora, e secondo me al momento abbiamo già maturato, senza imprevisti e con wheat intorno a 9 $, un altro + 1,5 €/q di aumento in un paio di rilevamenti.
Arriveremo (anzi arriverete voi peninsulari) a 30 €/q prima della pausa ferragostana? Al momento il trend è promettente, e l'ipotesi non è improbabile, ma l'importante è seguire il mercato e capire il senso di ciò che si muove e come si muove, in modo tale da essere in grado di prendere la miglior decisione possibile, io credo.


P.S.: In Sicilia intanto segnalo previsioni meteo autunnali per la prossima settimana. Cose mai viste, tenendo conto che in mezzo Mondo non piove.... 

P.S.2: Due giorni fa record di visitatori 1053, e cominciano ad arrivare commenti che ci invitano a dedicarci ad altro. Siamo sulla strada giusta credo, ed io, che sono un rompiscatole, inizio a divertirmi!

18 commenti:

  1. Scusate, leggendo il listino camera commercio foggia ho notato solo ora la dicitura "prezzo all'ingrosso, franco partenza luogo stoccaggio"! Che significa? grazie

    RispondiElimina
  2. Agricoltore Tarantino20 luglio 2012 00:24

    Grano duro canadese ancora in aumento 339dollari canadesi/t.

    RispondiElimina
  3. Complimenti Granduro, come al solito analisi del momento attuale del mercato lucida, suffragata da dati importanti e facilmente comprensibile da tutti. Domani poi me la rileggo con calma e commenterò qualche spunto che mi ha colpito.
    P.S. Curiosità, leggo dei 1053 visitatori, ma sono visitatori unici o se una stessa persona entra nel corso della giornata nel blog per tre volte, il contatore visite segna + 3 ?

    RispondiElimina
  4. Complimenti per la tua analisi. Molto dettagliata; da neofita della materia grazie ai tuoi post mi sono sempre più appassionato al mercato delle commodities agricole. Grazie, spero in futuro di approfondire sempre più queste conoscenze.
    La coltivazione del grano in Argentina è a ciclo autunno-vernino come da noi o a ciclo primaverile-estivo?
    Potreste spiegarmi come funziona il mercato dell futures legate alle commodities agricole? hanno lo stesso funzionamento di qualsiasi altre futures?. Ho afferrato poco il mercato di questi titoli che più che altro mi sembra un mero gioco d'azzardo con finalità speculative.
    Complimenti ancora per il blog e credo che non servano i superpoteri come ha scritto qualcuno per avere qualche cognizione del mercato dei prodotti agricoli, poi l'aleatorietà che caratterizza il settore complica ancor di più le cose.

    RispondiElimina
  5. anonimo
    significa che il rilevamento riflette il prezzo praticato allo stoccatore e non all'agricoltore, almeno in teoria.

    iceman
    ho preparato un calendario del grano nel Mondo che produrrò a brevissimo.
    Ogni future ha le sue regole, quelle dei canadesi ad esempio le trovi qui:
    https://www.theice.com/productguide/ProductSpec.shtml;jsessionid=BD4E5E221BA11947FA752A84B9B3A06C?specId=3912643

    Neofita
    accessi unici 500, non so se ti segna ogni volta che entri.

    Si confermo il dato fornito da agricoltore tarantino (bravo), ed aggiungo la nuova quotazione del durum wheat a 8,15.
    Stamane sale la Francia in alcune piazze di 1 €/q, W la France.
    devo andare...ma con il sorriso in bocca!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quanto pensi incida questa dicitura in termini di euro sul prezzo pagato all'agricoltore? Quantomeno, quanti euro in meno sarebbero secondo te equi da pagarsi all'agricoltore rispetto al prezzo di listino?

      Elimina
  6. gino agricoltore pugliese20 luglio 2012 10:54

    bologna: duro + 5 € la t. invece la semola aumenta di 10 € la t.
    Chi rappresenta il mondo agricolo alle borse merci dovrebbe meglio vigilare... ma i pochi potenti avranno sempre più forza sui tanti deboli del mondo agricolo!!!! Fra qualche settimana aumenterà anche la pasta ai supermercati!! e tutti si difenderanno dicendo che la siccità potrebbe affamare il mondo, allora come nel 2008 gli agricoltori si trasformeranno in spietati vampiri!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gino, tenendo conto che la resa in semola è circa il 60%, non mi sembra uno scandalo, ne motivo per chiamare i caschi blu dell'ONU.
      Rilassati, il prezzo del grano sta salendo come da te previsto, non c'è motivo di lamentarsi e spandere pessimismo.

      Elimina
  7. A proposito della soia : il suo trend negli ultimi mesi a cbto

    http://www.cmegroup.com/trading/agricultural/grain-and-oilseed/soybean.html

    in Italia non è piu quotata la nazionale .Milano e Bologna quotano questa settimana 540 euro/t la soia estera ,mentre Verona lunedì la dava a 510 in salita.
    Mi è stato riferito ,che sono stati fatti in giugno ,contratti per merce a consegna ottobre a 420/430 euro/ Ton , zona nord est.
    La scorsa settimana si “parlava” di 450/465 euro ton,per contratti nuovo raccolto consegna settembre con soggetti diversi dai trasformatori/mangimisti,i quali dati i prezzi , le vendite di lavorato in calo in attesa del nuovo raccolto , non sono molto disposti ad accollarsi il rischio speculativo.

    Personalmente sono molto prevenuto sui contratto sul nuovo raccolto , con soggetti diversi dai trasformatori/mangimisti :se va bene spunti un prezzo pari se non inferiore a quello che si spunterà a inizio campagna.Se poi in piena campagna il prezzo sarà maggiore del contratto ci sarà il ritiro della merce senza tante rogne .Nel caso contrario potrebbe iniziare la solita tiritera di contestazioni proporzionali al differenziale di prezzo.

    RispondiElimina
  8. Che dire... il quadro generale a livello globale sembra spingere in alto le quotazioni del grano, in questo momento il future del wheat si sta avviando verso i 950, due giorni fa era sotto 900.
    Gli USA alle prese con la siccità, stesso problema per il Kazakistan, leggevo che l'Australia annuncia una produzione di frumento inferiore all'anno scorso, l'India produzione record di 82 milioni di tonnellate solo che hanno possibilità di stoccarne solo 62 milioni e quindi devono piazzare in fretta prima dell'arrivo dei monsoni 20 milioni di tonnellate ma ne hanno le capacità logistiche? , il Canada pare che ad oggi non abbia problemi, ma loro il grano se lo sanno far pagare bene.... .
    Per quanto riguarda i prezzi del duro, buone notizie dagli USA, discrete dalla Francia dove tocca minimo i 280 € a tonnellata, così così dall'Italia a mio parere :
    13 giugno 2012 durum wheat USA 684
    19 luglio 2012 durum wheat USA 814
    circa + 20%

    13 giugno 2012 Foggia duro cat. fino 260/265 €
    18 luglio 2012 Foggia duro cat. fino 268/273 €
    circa + 3,5%

    Va bene quest'anno in Italia è stato ottimo per qualità e quantità, ma i conti non tornano... c'è un bel differenziale da colmare.

    RispondiElimina
  9. circa il differenziale con il duro USA va tenuto conto che i valori assoluti di partenza del loro grano, quando è iniziata l'impennata, erano molto più bassi dei nostri. Quindi non tutta la crescita loro si può tradurre in un aumento nel nostro mercato. All'inizio non ha provocato alcuna influenza infatti.
    L'anno scorso in questo periodo quotavano 1350 che al cambio di allora corrispondevano a €/q 34.2. E ciò dava una bella spinta.
    Ora siamo al momento a 814 con cambio 1.22, che corrisponde a 24.5 €/q. Insomma il duro deve aumentare ancora, come probabilmente sarà, per aver maggior impatto. Il nostro credito al momento è limitato a quel poco che ho scritto, secondo me.
    Siamo globalizzati, ma non certo con il misurino.

    RispondiElimina
  10. Agricoltore Tarantino21 luglio 2012 22:13

    Ci siamo...min. 277-max 280euro a tonnellata! Listino Altamura in evidente salita...seguirà Foggia mercoledi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ottimo, bravo A.T. che segui e riporti. Non trovo la rilevazione precedente al 14/07 di Altamura. Vorrei capire se era già aumentato qualcosa la settimana scorsa.
      Conto su di te, quando mancherò, per aggiornare il blog.

      x anonimo più sopra
      dovrebbe risponderti qualche foggiano, da me in Sicilia non viene riportata questa nota, posso solo dirti che generalmente i commercianti tolgono 1-2 €/q rispetto alla quotazione ufficiale.

      Elimina
    2. Agricoltore Tarantino21 luglio 2012 22:45

      Grazie granoduro! Il 14 luglio Altamura segnava 267-270!

      Elimina
    3. Agricoltore Tarantino21 luglio 2012 22:53

      Il 7 luglio segnava 263-266 euro, quotazione stabile dal 30 giugno! In pratica in 2 settimane la quotazione del grano duro è salita di 15 euro/t, non male credo! Anche perchè la prospettiva è chiaramente in salita...credo che foggia potrà salire anch'essa di 10 euro a tonnelata (seguendo il trend di Altamura)...mi aspetto,pertanto, almeno 278-283 euro mercoledì prossimo!

      Elimina
  11. Altamura ha preso 40 cents la scorsa quotazione ed 1 euro questa quotazione.

    RispondiElimina
  12. Ieri, Foggia ha quotato 1€ in più per il duro e nelle ultime 3 settimane é aumentato in totale di 1,80€.

    Bene, bene !!!!

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.