mercoledì 21 dicembre 2011

Italia in recessione e l'agricoltura peggio degli altri!

Il PIL italiano nel terzo trimestre del 2011 è calato dello 0,2 % rispetto al trimestre precedente. E non è una buona notizia, ma sapete quale è il settore maggiormente in crisi? 

Purtroppo la nostra agricoltura con un declino dello 0,9 % (ovvero ci stiamo impoverendo). 
Eppure i nostri competenti tecnici al governo hanno pensato bene di stangarci nell'ultima finanziaria. Temo che i prossimi rilevamenti del PIL non potranno che peggiorare, almeno per il settore agricolo.
Comunque non preoccupatevi da oggi, a sentire il neoministro Catania, si passa alla fase due con misure per attivare lo sviluppo!!!
Spero che non si tratti delle misure per la crescita di cui parla la Litizzetto al punto 5:10. Meglio ridere per non piangere!

15 commenti:

  1. Siamo con le pezze al culo,i soldi raccimolati da questi farabutti coprono a mala pena gli interessi sul debito,ma dove volete che prendano i soldi per stimolare la crescita,i loro amici non li vogliono toccare,il paese ormai sta per essere messo sotto stretta sorveglianza,poveri noi e guai a chi cerca di ribellarsi,oggi ho letto che in Italia ci sono circa 900.000 aziende agricole a rischio insolvenza,la maggior parte nel centro e nel sud,il comparto con più insolvenza del 2011 è quello dell edilizia,fatti fuori questi 2 comparti,si può bello chè chiudere.

    RispondiElimina
  2. i consumi del settore alimentare tengono.

    http://www.ilsole24ore.com/art/economia/2011-12-22/istat-consumi-stabili-ottobre-101420.shtml?uuid=Aaa1LdWE

    RispondiElimina
  3. fiducia dei consumatori italiani ai minimi

    http://www.wallstreetitalia.com/article/1293216/italia/fiducia-consumatori-crolla-a-minimo-dal-96.aspx

    RispondiElimina
  4. La fiducia dei consumatori,ba,è da qualche anno chè nei carrelli della spesa entra solo il necessario,almeno per quanto riguarda l alimentari,per come si stanno mettendo le cose il peggio è inevitale,oggi leggevo chè il paese più indebitato del mondo è l Inghilterra ,debito aggregato pari al 900% del PIL eppure nessuno stà lì a strapparsi le vesti,il motivo è dovuto dalla politica monetaria chè essi possono esercitare ,idem per tutti gli altri paesi del mondo,mentre noi europei cì siamo andati a ficcare in un vicolo cieco e a forza di far manovre ci stiamo autodistruggendo,di fronte a tutto ciò dove vai a prenderlo il coraggio per avere fiducia,lo sfascio sarà inevitabile,se non cacciamo fuori dalle sedi del comando questi nostri cialtroni governanti a livello europeo siamo belli e chè spacciati.

    RispondiElimina
  5. No, ti prego, non mi prendere come modello la "perfida Albione". Hai preso in considerazione la possibilità che siano i mandanti di ciò che sta succedendo? http://www.firstonline.info/a/2011/12/20/il-rischio-paese-attraverso-la-lente-dei-cds/d3b0cd1c-f3b3-4fdd-ae7d-456869adac2c

    RispondiElimina
  6. Sì, sono loro la causa di tutto,e siccome il loro sistema è fondato sulla corruzzione perpetua a livello globale,ed è impossibile combatterla allora l unica cosa da fare è sposare per intero il loro sistema è affondare tutti insieme,muoia Sanzone con tutti i filistei,prima dell arrivo di Monti pensavo chè la nostra situazione era dovuta soprattutto all inedeguetezza di chì c era prima,oggi invece sono convinto chè cè un disegno prestabilito,a prescindere da chi siede nelle stanze del potere,e come possiamo difenderci da questi farabutti,è praticamente impossibile,USA ed UK anno fatto del debito il loro propulsore economico e lo hanno imposto a livello globale,come possiamo noi europei solo pensare di adottare un meccanismo diverso?La stessa germania vuole impoverire una parte consistente dell europa per avere operai e manufatti a basso costo in modo tale da accrescere la sua competitività a livello globale,oggi è festa e non mì voglio incazzare più di tanto,salute a tutti.

    RispondiElimina
  7. Chissà forse hai ragione.
    Ma io mi rifaccio all'approccio economico della scuola austriaca ed a Von Mises:
    "Non c'è modo di evitare il collasso finale di un boom indotto da un'espansione creditizia. La scelta è solo se la crisi debba avvenire prima come risultato dell'abbandono volontario di un'ulteriore espansione del debito o più tardi con la totale catastrofe del sistema monetario coinvolto"

    Sono contrario a qualsiasi forma ulteriore di indebitamento. Una dose ulteriore di veleno di solito non cura dalle malattie.
    Penso che le alternative potrebbero essere due:
    1) la piu seria: restituire il debito attraverso una politica economica che aumenti la competitività del sistema produttivo e l'efficienza della macchina pubblica (diventare tutti un pò tedeschi insomma).

    2) la più furba: dichiarare fallimento e non pagare nessuno sul modello Argentino.

    Il nostro governo attualmente ha scelto la terza, la più stupida: provare a restituire il debito a spese del tessuto produttivo (come in Grecia). Potrà funzionare per qualche trimestre (forse) ma non è un sistema sostenibile alla lunga, in quanto depauperante.

    RispondiElimina
  8. La scelta ricadrà sull'ipotesi nr. 2. Troppe cose ci legano all'Argentina. Non siamo Tedeschi!!
    Buone feste a tutti!!

    RispondiElimina
  9. Dici che andiamo verso la 2? Magari, e come faranno a spennarci?
    Buone feste anche a te.

    RispondiElimina
  10. I tedeschi sono tedeschi,ma non super uomini,la loro riunificazione l ha pagata tutta l europa con l introduzione dell euro,e chè mazzata il cambio £1936.27-1E,il suo punto forte è l export,chè in maggior parte avviene nell area euro,ed è proprio per accrescere la sua competitività chè ci vuole a tutti più poveri,poichè molta componentistica tedesca si produce proprio in italia,più cì impoveriamo più si abbassa il costo del lavoro in italia più diventa competitivo il suo prodotto finale in ambito globale,poi noi ITALIA abbiamo un sacco di storture da sanare,ma questa è un altra storia. Nò non cì faranno fallire,almeno fino a quando cì sarà da saccheggiare e rubare,noi siamo il 2°paese europeo nel comparto manufatturiero,i nostri capannoni sono strapieni di tecnologia e conoscienza,tutti particolari da sfruttare in paesi dove il costo del lavoro è praticamente zero,quindi prepariamoci a subire il saccheggio,poi il nostro stato detiene ancora enormi ricchezze,naturalmente da regalare ad amici e oligarchi di turno,e poi un pò di manovalanza a basso costo in un paese europeo fà comodo,il banco di prova è la GRECIA,sè il popolo non si ribella adesso subito ,è finita,nò,con l Argentina hanno sbagliato ,ma imparata la lezione con noi non fallirano,qui o ci sì ribella o è la fine.

    RispondiElimina
  11. A proposito di tedeschi,http://www.ragionpolitica.it/cms/index.php/201112244965/germania/la-germania-maschera-il-suo-deficit-reale.html,visto così,tanto bravi non sono,però l uscita di questi dati potrebbero essere il preludio per un attacco allo stato sociale tedesco,finito con noi tocca a loro,manca solo la riaffermazione dello stato ponteficio,maaa,la riesumezione dell enfiteusi non è un caso,gli sciacalli sono affamati e sono usciti a caccia,povero chi sì dovesse trovare sulla loro strada.

    RispondiElimina
  12. inglesi in pole position
    http://www.wallstreetitalia.com/article/1297537/europa/uk-e-i-numeri-da-brivido-debiti-privati-950-pil.aspx

    RispondiElimina
  13. Nò,non hanno nulla da temere:
    mettiamo caso chè tù abbia la facolta di stampare la moneta con la quale la tua famiglia fà acquisti,ad un certo punto ti accorgi chè i tuoi famigliari hanno speso più di quello chè tù gli passi,e tì ritrovi davanti casa i creditori a battere cassa,a tè basterà dire loro di aspettare qualche minuto(il tempo di stampare moneta,creare inflazione,svalutare il valore del debito ed accrescere la disponibilita di liquidità)e loro sicuri del fatto chè tù pagherai(perchè hai questo potere) aspetteranno sorseggiando un aperitivo,poichè lo sciacallo di turno(banca commerciale) non si metterà a speculare con i tassi di interessi,poichè tù non hai bisogno di andare da loro per pagare i debiti.Ecco le cose più o meno stanno così,solo noi europei abbiamo creato questo sistema monetario sadico e perverso,lo stato prende soldi dalle banche commerciali(,al 7% di interessi)le quali le prendono al 1% dalla BCE ,la quale li emette al costo della carta più l inchiostro,più stupidi di così non sì può,però ebbene ricordarsi chè il debito è lo strumento principale con il quale si controllano i popoli,ed era l unico modo per ridurrere libertà e diritti a noi europei , e cì stanno riuscendo,mi chiedo solo quand è chè il popolo lo capisce.
    Quetso tipo di debito è da ripudiare poichè viziato alla base da un modello truffaldino,cì sarebbero tutti i presupposti per denunciare ,la BCE,le banche commerciali e i ministri delle finanze ,per estorsione ed usura,a danni del popolo sovrano,al quale spetta per dicitura tecnica la proprietà della moneta e non ad altri soggetti.ladri.

    RispondiElimina
  14. si, ed allora come mai l'Ungheria che ha una propria moneta sta per fallire?

    RispondiElimina
  15. Non è chè sono del tutto immuni al fallimento,ma saranno gli ultimi a morire,e forse se la caveranno con poco,in quando all ungheria:
    tù emetti moneta,in una scala di valori assoluti vali 10,il tuo vicino emette moneta e vale 9,l altro tuo vicino emette moneta e vale8,ad un certo punto vi accorgete chè avete esagerato,sè qualcuno vì riporta indietro i soldi,non avete un controvalore da corrispondere(i prodotti finanziari ammontano a 10-15 volte il PIL mondiale,quindi non riscattabili)allora costruite un meccanismo fondato sulla truffa e sulla corruzzione sistematica dell intero sistema sociale.
    Ora i tuoi vicini possono emettere moneta anche loro,ma valgono -di5,quindi più deboli,voi corrompete i loro managment,lì fate indebitare all inverosimile,prestandogli denaro(chè a voi costa zero)e poi passate all incasso,in nome dei debiti che debbono essere onorati,naturalmente voi avete imposto la vostra moneta al sistema ,quindi la loro anche a stamparne a iosa non la volete,mà il vostro intento è quello dì spogliarli di ogni bene,ridurli alla schiavitù,così loro per i prossimi 20-30 anni lavoreranno quasi a costo zero,producendo risorse materiali chè voi userete per conpensare quelle schifezze finanziarie chè avete emesso,ecco perchè l ungheria deve fallire,noi tutti dobbiamo impoverci,la spiegazione è ridotta all osso,poichè qui ci sarebbe da dibattere per anni ,però il fatto ineludibbile è chè tutto il sistema si regge sulla corruzzione e sulla
    truffa sistematicamente esercitata,basti pensare chè siamo nei guai proprio a quei prodotti finanziari senz alcun controvalore,cioè carta straccia,noi come italia faremmo la fine dell ungheria ,mà l europa tutta insieme riuscirebbe a tener testa a usa e uk i quali hanno creato questo sistema,sì falliranno anche loro,ma alla fine e forse potrebbero cavarsela con poco,mentre noi finiremmo con l osso del collo rotto,sè come europa non cambiamo atteggiamento,questi vanno combattuti sul loro stesso terreno,muoia sansone con tutti i filistei,altro sistema non cè.

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.