sabato 30 marzo 2013

Abrogato l'art.62 sui pagamenti nel settore agricolo?

Il Ministero dello Sviluppo Economico rispondendo ad un quesito posto da Confindustria ha espressamente affermato che le norme di derivazione comunitaria (direttiva 2011/7/UE late payment) recepite nel Dlgs 192/2012 hanno avuto l'effetto di abrogare tacitamente la normativa in materia di cessione dei prodotti agricoli contenuta nell'art. 62 della legge 27/2012.


A leggere la conclusione della nota del Ministero non ci sarebbero dubbi:
In conclusione, ad avviso dell’Ufficio legislativo del Ministero dello sviluppo economico, l’articolo 62, comma 3, del decreto-legge 24 gennaio 2012, n. l, convertito dalla legge 24 marzo 2012, n. 27,  è stato abrogato tacitamente ed oggi non è più in vigore. Di conseguenza, neppure possono altresì trovare applicazione i successivi commi 7, 8 c 9 del medesimo articolo (gli ultimi due, limitatamente al riferimento alla fattispecie di cui al comma 3 ), in quanto concernono sanzioni ormai prive della relativa fàttispecie, alla stregua dei principi costituzionali di legalità e riserva di legge.

L'effetto principale dell'abrogazione della norma consisterebbe nella eliminazione delle sanzioni poste a tutela del rispetto dei tempi di pagamento. E cadrebbero anche le distinzioni tra beni deperibili e non.

Alcune voci critiche al provvedimento di abrogazione le trovate: QUI, QUI,

Alcune favorevoli QUI.

Altre che furbescamente non prendono posizione QUI, ed altre che non si capisce da che parte stanno QUI.

Altre ancora, accusano Confindustria ed il Ministero di complice scorrettezza e considerano l'art.62 ancora in vigore. Qui un articolo molto completo del Fatto Alimentare.

Insomma tutto lascia presagire che sentiremo ancora parlare dell'art.62. Comunque vada l'incertezza regna sovrana...come sempre nel BelPaese!

6 commenti:

  1. gino agricoltore pugliese2 aprile 2013 18:28

    di colpo l' USDA ha sentenziato le scorte sono aumentate, il precedente rapporto invece parlava di diminuzione!!!! il prezzo crolla.... ma ora si parla di siccità, inverno chiller, etc. vedrete che aumenterà di nuovo... ci prendono in giro tutto questo serve solo per speculare, noi non sapremo mai con certezza i fatti come stanno veramente

    RispondiElimina
  2. Milano invariato, solo il mais a perso 1€/t, davvero strano! vediamo cosa farà bologna giovedi!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Foggia oggi in aumento di 20 cent al quintale, il grano duro.
      Orzo v.

      Elimina
    2. si allarga sempre di più la forbice tra prezzi internazionali ed italiani del duro...temo che prima della trebbiatura se continua così avremo amare sorprese...

      gino walter
      sarebbe meglio per la comprensione di chi ci segue che il tema dei commenti sia collegato al contenuto del post.
      Commentiamo per favore le notizie sul mercato del duro, nei post a lui dedicati, quindi...Grazie

      Elimina
  3. smentita del Mipaf alla tesi del MdSe

    http://www.politicheagricole.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/6126

    RispondiElimina
  4. http://www.ilfattoalimentare.it/articolo-62-ministero-politiche-agricole-reagisce-complotto-abrogatorio-legge-in-vigore.html

    pare che il problema sia scomparso.....bella l' Italia!! tutto chiaro e trasparente!

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.