lunedì 17 ottobre 2011

Produttori agricoli OGM USA. Bocciati in marketing!


Anche la laica ed insaziabile Cina storce il naso di fronte al mais OGM (o almeno al Viptera della Syngenta), tanto da mettere in discussione un affare da 900.000 t di mais USA.
Dubbi sulla contaminazione da mais ogm viptera, ampiamente utilizzato negli Usa (ma non ancora autorizzato in Cina), stanno, infatti, creando problemi alle esportazioni di mais verso Pechino. Il rifiuto del mais super-resistente Viptera anche in tracce residuali da parte dei mercati globali è tale da spingere sia Bunge che Cargill (due tra i maggiori buyer internazionali) ad evitarne l'acquisto negli USA per evitare l'inquinamento della propria catena logistica. A nulla è valsa l'ingiunzione preliminare intentata da Syngenta, nei confronti di Bunge, per forzarla ad acquistare il mais dai farmer USA, in quanto un giudice federale USA ha ritenuto la decisione di Bunge "una decisione di business legittimo e ragionevole".
In Canada intanto, pur riconoscendo le potenzialità agronomiche (almeno teoriche) del grano ogm, la Canadian Wheat Board dichiara di non aver alcuna intenzione di ricorrervi, in quanto il vantaggio competitivo di vendere un prodotto apprezzato dai compratori è enorme. Ed al momento il mercato pretende soltanto grano convenzionale. Inoltre non va sottovalutato il rifiuto di molti armatori di trasportare granelle ogm nelle loro stive.
Eppure in Italia abbiamo chi si straccia le vesti (o peggio mette in gioco le proprie aziende) per favorire l'introduzione di cereali ogm sul nostro territorio (come se già non fosse abbastanza difficile piazzare il proprio prodotto convenzionale a prezzi decenti). Non credo che l'attività agricola debba basarsi esclusivamente sul marketing, però promuovere la coltivazione di prodotti massicciamente rifiutati dal mercato non sembra la strada più intelligente per incrementare il reddito agricolo.




33 commenti:

  1. un articolo in inglese sulle prospettive commerciali del grano ogm negli Usa
    http://healthimpactnews.com/2011/in-u-s-genetically-modified-wheat-is-not-the-answer/

    evidenziare l'indirizzo e tasto destro del mouse

    RispondiElimina
  2. leggete questo post-MAIS, cereale - quello OGM, svelati i suoi danni

    RispondiElimina
  3. rettifico-http://www.mednat.org/alimentazione/ogm_mais.htm

    RispondiElimina
  4. béh, però gli studi sollecitati da Greenpeace, non so quanto possano risultare obiettivi.
    Il mio ogm-scetticismo è basato principalmente su aspetti agro-economici. Anche perchè con un minimo di cognizione di causa, soltanto di quelli mi sento di scrivere.

    RispondiElimina
  5. la mia posizione e assolutamente neutrale,però potendo sceliere preferisco qualcosa che conosco,comunque in veneto un giudice ha fatto estirpare un campo di mon 810",mais alieno"

    RispondiElimina
  6. Avevo seguito la vicenda huber quando era scoppiata.al di la della vicenda microfungo ,di cui non si è saputo piu nulla,su cui pare vi siano commissioni di esperti che indagano.Quello che mi aveva colpito di più di quello che era emerso da questa vicenda ,era che il meccanismo di disattivazione di difesa naturale da malattie funginee,con cui il gliphosate agisce per devitalizzare le infestanti,che non conoscevo :colpisce anche le colture rr,rendendole più suscettibili alle malattie funginee,soprattutto in condizioni di eccesso idrico nel terreno.particolarmente interssanti erano alcune foto dove si evidenziava che colture trattate con funghicidi erano piu resistenti al gliphosate.questo fa venire il dubbio a molti che il veloce sviluppo di infestanti resistenti al gliphosate sia dovuto alla contemporanea miscela con funghicidi,di gliphosate alle prime apparizioni di malattie funginee sulla soia da lui agevolate.

    Avevo visto numerose fotografie di campi di soia mais e cotone,in cui erano evidenti le zone di distribuzione sovrapposta di gliphosate, a cui corrispondeva la premorienza delle colture rr.Huber e altri suoi colleghi hanno fatto altre ricerche da cui risulta che vi sono problemi di assorbimento di micronutrienti nelle colture rr.spruzzate con il gliphosate ,
    Huber ha inviato due lettere una al presidente della commisione europea,e un'altra al dipartimento agricoltura usa.
    http://www.gmwatch.org/latest-listing/1-news-items/13024-scientist-warns-us-and-eu-administrations-of-glyphosate-caused-crisis-in-agriculture

    Il fatto poi che i pro ogm nostrani ultimamente glissino l'argomento rr e inizino prendervi le distanze ,
    dopo aver difeso a spada tratta ,quella tecnologia, al punto da offendere e censurare chiunque osasse fare presente un paio di anni fa ,i già evidenti segni di cedimento,mi fa pensare che
    .oltre al noto problema dei numerosi acri incoltivabili per essere infestati da infestanti rr.qualcos'altro non quadra in quella tecnologia e che huber abbia visto giusto.

    RispondiElimina
  7. "Il fatto poi che i pro ogm nostrani ultimamente glissino l'argomento rr e inizino prendervi le distanze ,
    dopo aver difeso a spada tratta ,quella tecnologia, al punto da offendere e censurare chiunque osasse fare presente un paio di anni fa ,i già evidenti segni di cedimento,mi fa pensare che
    .oltre al noto problema dei numerosi acri incoltivabili per essere infestati da infestanti rr.qualcos'altro non quadra in quella tecnologia e che huber abbia visto giusto.
    "
    Chi sono i pro ogm nostrani?
    Chi ha censurato e offeso?
    Segni di cedimento...
    ma il tuo nick dovrebbe essere PARLOCONSICUMERAEASPROPOSITODICOSECHENONCONOSCO

    firmato: rcornctin

    RispondiElimina
  8. ovviamento sono un abile utilizattore di tecniche informatiche che resta nell'anonimato.

    firmato:anonimo

    RispondiElimina
  9. Per entrare nel merito dei commenti di GranTurco

    I colleghi di Huber della Purdue non sono d'accordo con Huber. Mi viene il dubbio che ci sia davvero un complotto per screditare il povero Huber...
    http://www.btny.purdue.edu/weedscience/2011/GlyphosatesImpact11.pdf


    E' bene ricordare che in Europa PGM RR non sono approvate per la coltivazione, questo non vale per l'importazione. Infatti importiamo massicciamente soya rr che usiamo come mangime.

    Per quanto riguarda gli "evidenti segni di cedimento"...forse una riflessione sul fatto che amaranto, ambrosia, abutilon sono comunissimi anche da noi che non usiamo ogm ci starebbe.

    Anonimo hacker

    RispondiElimina
  10. Skeptikal
    l'unico che sia stato smentito e una miriade di volte sei tu ,che come tuo solito leggi solo quello che appare sui siti Monsanto ,e neanche a fondo.Hai letto quel link qua :
    http://www.monsanto.com/newsviews/Pages/huber-pathogen-roundup-ready-crops.aspx
    uscito al tempo delle lettere di Huber a Barroso e Vislak
    http://www.gmfreecymru.org.uk/open_letters/huber_letters.html

    e ti sei fermato li per trarre le tue conclusioni i, fare il saccente e offendere..
    Abbiamo appurato che
    - non capisci niente di agricoltura
    (non è una tua colpa, ma dovresti tenerlo ben presente,che qualcosa di importante ti potrebbe essere sfuggito,prima di sparare sentenze)
    hai un sacco di tempo da perdere,e ne fai perdere
    -spesso non leggi e blateri a a vanvera,
    -rigiri spesso la frittata
    Se avessi letto attentamente
    il documento
    degli ex colleghi di Huber che hai linkato e anche i link che riporta
    e capissi qualcosa di agricoltura

    ti saresti reso conto che i colleghi di huber non lo smentiscono
    ( non potrebbe essere diversamente visto che huber in sostanza chiedeva solo due cose:
    rimandare l'autorizzazione a coltivare alfa alfa(erba medica) e chiedere finanziamenti per ulteriori ricerche sugli impatti degli ogm.che nota e lo preoccupano)
    poi è trapelata la sua lettera ed è successo quello che sappiamo.
    Ti è sfuggito che i colleghi di Huber sostengono che :
    “L'affermazione che erbicidi, come il glifosate, può rendere le piante più
    suscettibili alla malattia non è del tutto priva di fondamento”?
    -La ricerca ha indicato
    che le piante spruzzate con glifosate o altri erbicidi sono più sensibili
    per molti disturbi biologici e fisiologici (Babiker et al, 2011;. Descalzo
    et al, 1996;. Johal e Rahe, 1984; Larson et al, 2006;. Mezzi e Kremer,
    2007; Sanogo et al, 2000;. Smiley et al, 1992)?. che "alcune infestanti muoiono più rapidamente dopo che sono
    state spruzzate con glifosate, se coltivate in un terreno che contiene alcuni
    funghi ?..... più efficaci a infettare
    un'infestante dopo che è stata indebolita dal glifosato.? ...

    soia e mais rr sono più suscettibili alle malattie funginee?





    È di quella loro preoccupazione e motivazione che io ho fatto un riassunto nel commento..

    poi se hai tempo e voglia leggiti anche questo.

    http://www.scientificamerican.com/article.cfm?id=do-seed-companies-control-gm-crop-research
    pagina 1 pagina 2 e link nei commenti..

    RispondiElimina
  11. bla,bla,bla

    Non ho mai letto il link della Monsanto che hai postato tu, ma tent'è...pare che qualcuno della Monsanto vi abbia fatto violenza da piccoli

    Se tu sapessi cosa significa non esistono evidenze a sostegno di quello che sostiene Huber.
    Questa discussione non avrebbe ragion d'essere, ma tanto non lo puoi capire. Poi le ulteriori ricerce ci stanno sempre. Adesso sono stanco di parlare ai muri.

    RispondiElimina
  12. Granturco, davvero respingo al mittente le accuse di non leggere, è pure scritto in grassetto
    "Overall, the claims that glyphosate is having a widespread effect
    on plant health are largely unsubstantiated.
    "

    Traduco? L'annuncio (di questo si è trattato) che il gligosate possa avere effeti diffusi sulla salute delle piante è FORTEMENTE PRIVA DI SOSTANZA"
    Questo, quantomeno ridimensiona i toni allarmistici di Huber.

    Ma vorrei sapere come mai nessuno di voi si dispera per la tecnologia Clearfield?
    Quella non è ogm, quindi non ci sono problemi?
    Spiegatelo ad un povero ignorante, illuminatemi.

    RispondiElimina
  13. Skeptikal ma sei diventato famoso, complimenti!

    http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/12/13/truffa-prodotti/177141/
    Traggo dal forum del Fatto dove casualmente si discuteva di glifosate, un lapidario giudizio sulla tua personalità da parte di un certo KP168:

    "Faccio eccezione e dopo mesi ti rispondo: come sempre il Falso, la Mistificazione, l' Invenzione e l'Ignoranza arrogante sono il tuo marchio di fabbrica. Chiunque tu sia sei solamente un poverino dai limitati strumenti culturali e cognitivi.
    O forse sei solo un volgare provocatore. Non lo so.
    Replica pure tutto ciò che vuoi e trova così soddisfazione al tuo ego, e appagamento per la tua mente; o forse anche ragione di vita per la tua personalità . Per me non esisti più."

    Io al tuo posto mi comincerei a porre qualche domanda.

    RispondiElimina
  14. :)

    Attacchi personali? Tutto qui?

    RispondiElimina
  15. Anche tu hai una certa fama, per qualche insulti distribuito nel web...ma evito di linkare per decenza.

    RispondiElimina
  16. Perchè dovrei perdere tempo con un provocatore squalificato come te?

    RispondiElimina
  17. Certo il luminare della granicoltura siciliana, non può perdere tempo. Chi è che provoca? Mi pare che tu in quanto a provocazioni non sia da meno. E sono convinto che a parte postare link di studi che pure un liceale riconoscerebbe come taroccati, puoi solo andare a colpire sul personale. Io avrò sbagliato(di autocritica ne faccio) tante cose, ma le mie osservazioni sulla qualità degli studi che portate a favore delle vostre teorie vi dovrebbero far riflettere.

    RispondiElimina
  18. Certo io sono un provocatore, ma ho il pudore di non rompere le scatole in casa d'altri.

    Se sei così bravo scrivi un post. Fai qualcosa di minimamente serio nella tua vita, invece di saltare da un forum all'altro senza costrutto.

    RispondiElimina
  19. Scrivere su un blog che pubblica sull'autorevole ComeDonChisciotte? Non mi chiedere troppo...sono lusingato, preferisco mantenere la cattiva reputazione di commentatore nullafacente. Grazie

    RispondiElimina
  20. Ma vorrei sapere come mai nessuno di voi si dispera per la tecnologia Clearfield?
    Quella non è ogm, quindi non ci sono problemi?
    Spiegatelo ad un povero ignorante, illuminatemi.

    RispondiElimina
  21. Ma la vuoi smettere?abbiamo il carburante a 1E,il prezzo dei cereali in caduta libera,i fertilizzanti e altre materie prime che stanno rincarando alla giornata,monti ci vuole mandare per elemosina insieme al resto del paese, con una vera e propria aggressione fiscale,il paese è già in recessione ,per la prossima primavera si profila una nuova manovra economica,molte aziende italiane che si erano indebitate con i PSR rischiano lo stato di insolvenza,la malavita che ci fà la concorrenza sleale a livello nazionale vedi il caso della mozzarella di bufale alla esselunga (camorra),i vincoli sulla condizionalità
    ci stanno facendo lievitare i costi di gestione,la prossima riforma pac ci porta aiuti ridotti, ,e solo cristo sà cosa ci aspetta l anno prossimo,e tù continui con questa litania,salti di ramo in frasca con le tue tesi manco fossimo ad un convegno di scenziati,in tutta sincerità rispondimi (se vuoi)non sarebbe opportuno che il cibo entrasse il meno possibile in contatto con prodotti chimici a prescindere di ciò chè certificano ricercatori e scenziati?potendo scegliere tra un cibo non contaminato ed un altro contaminato mà con certificazione che ne dimostri l assoluta, innoquità,tu cosa ti mangeresti? ecco ,la stragrande maggioranza della gente prima di mangiare non chiama il cnr per chiedere se il cibo è sano o nò. Per noi la pratica del glifosate e sininimo di concorrenza sleale,io non sono in grado di stabilire sè il glifosate è nocivo o meno,anche se credo che lo è,perchè come ho già detto noi mangiamo grano trasformato 3 volte al giorno per tutta la vita,e quindi più a rischio di altri popoli, però se il consumatore fosse messo al corrente penso che noi duricoltori italiani abbiamo tutto da guadambiarci,poi fai tù se vuoi perdere altro tempo,accomodati, poichè ognuno dispone del proprio tempo come meglio crede.

    RispondiElimina
  22. Mimmo, purtroppo Skeptikal fa parte della categoria che ci vuole alla fame.
    Le cose non accadono per caso.
    Più problemi abbiamo, più saremo remissivi e ricattabili.
    Nei blog in cui lui pascola, la manovra di Monti la chiamano Lo svegliabambocci.

    http://lavalledelsiele.com/2011/12/07/lo-svegliabambocci/#more-5847

    RispondiElimina
  23. Senti, la chiudo qui e non scrivo più un altro commento su questo blog, ma non coinvolgere blog e persone che non c'entrano nulla con me, che non conosco e che sicuramente ne sanno più di me e ti hanno fatto il c... in passato.
    Ma mi viene da pensare che siccome hai fatto una magra figura e sei stato sbeffeggiato da gente più capace e competente, vuoi cercare di screditarli in qualche modo...vai li e commenta.

    RispondiElimina
  24. anzi, per chiudere in bellezza dico che chiunque fa moralismi sulle sovvenzioni e protezionismo in italia, dovrebbe sempre tenere in conto che l'agricoltura americana altamente a ogm è una delle più sovvenzionate.
    addio

    RispondiElimina
  25. Ma io non capisco perchè ti sei fissato su un personaggio minore come me, quando vivi circondato da luminari.

    Comunque quando intervenni su Valle del Siele (con un unico post, per fortuna) prima di capire esattamente cosa fosse, ecco cosa tu scrivesti pubblicamente:

    "Caro Granduro, complimenti per l'intervento che ho letto con molto interesse e ci ho ritrovato anche qualche considerazione che probabilmente le ho stimolato sul blog de il fatto quotidiano (sono skeptical). La sua voce critica per uno come me che di agricoltura ne capisce davvero poco è F O N D A M E N T A L E. Sarei contento se continuasse a intervenire su la Valle del Siele dove immagino abbia trovato interlocutori alla sua altezza."

    Ora si scopre che mi hanno fatto il culo.
    Mi fai pena, ma mi pare di avertelo già detto.

    RispondiElimina
  26. Certo, perché speravo ti spingesse a scrivere ancora, ero davvero interessato, resta il fatto che il culo te l'hanno fatto, ma credevo potessi fare di più...mi sbagliavo evidentemente.

    RispondiElimina
  27. certo me lo hanno fatto ad insulti, lì non vi batte davvero nessuno.

    RispondiElimina
  28. Vi siete spostati ma continuano le scintille vedo! Sull'argomento se non l'aveste già fatto vi consiglierei una lettura, bastano i primi capitoli per capire abbastanza sulle biotecnologie. Il libro si intitola "Il secolo biotech" di Jeremy Rifkin che dicono sia un Premio Nobel ma non ne sono sicuro che lo sia. Saluti.

    RispondiElimina
  29. il fatto:
    - skept sta rompendo le rotoballe
    - duro non ci sta
    - entrambi vogliono l'ultima parola
    - mimmo giustamente vuole ricondurre le pecore all'ovile

    quindi il blog sta degenerando.

    Ricordatevi che vincere una battaglia non assicura di vincere la guerra.

    Spesso la migliore parola è quella che non si dice.

    Un consiglio per chi lo coglie per primo: ricordati che non c'è più sordo di chi non vuol sentire.

    La mia NON E'UNA SENTENZA, fate pure come vi pare.

    Criticatemi pure quanto volete, tanto non vi rispondo.

    Ciao ciao, io non replico.

    RispondiElimina
  30. valutate voi: http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=Forums&file=viewtopic&t=42912

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.