martedì 11 ottobre 2011

L'orso Russo sferza il mercato del grano!


Sono stanco, non avrei scritto stasera, serrata giornata di "tratturare", do un'occhiata al blog, un commento, rispondo, un'occhiata alle quotazione, come? cosa? accanto a wheat,  leggo +8,06%, strabuzzo gli occhi, è vero, accanto leggo mais + 6,74%. Caspita!! Cosa è successo? 

Nulla di grave, le solite guerre commerciali, lo zar Putin, sta tornando in sella (a Marzo dovrebbe tornare Presidente), ed ha deciso di dare subito un segno forte della sua presenza sullo scenario internazionale (questione Ucraina, in primis, che casualmente la scorsa settimana aveva deliberato la mossa opposta) e sulla  politica interna per frenare l'inflazione (si vota, anche se l'esito sembra scontato, un pò di campagna elettorale non guasta). Secondo Lui, le scorte nazionali interne di grano non sono sufficienti per affrontare i rigori invernali, così ha incaricato Zubkov, il vice, di ridurre fortemente le esportazioni di grano, imponendo delle tasse alle esportazioni (le cosiddette tariffe). La Santa Madre Russia, si è trasformata in poche ore da feroce esportatore a mansueto agnellino. Risultato, il prezzo dei cereali sulla piazza di Chicago è schizzato andando a sfiorare il + 9%.
Volatilità altissima dunque sul mercato, scorte mondiali troppo sottili per non esporre il valore delle quotazioni agli umori dell'oligarca di turno.
Intanto, per il grano duro, esportazioni ferme al momento negli USA. 
Vuoi vedere che a Natale troviamo un regalo sotto l'albero? Vado a letto con un malcelato sorriso.
Domani capiremo se il duro è stato influenzato e come.
 'notte

8 commenti:

  1. Grazie per tutte le preziose informazioni che ci dai....
    Fabrizio

    RispondiElimina
  2. Grazie a te

    Intanto il duro in crescita in Francia, sia ieri che stamane +0,5 €/q. Torna a 33,5 €/q nel Sud Ovest (che è sempre stato il mio riferimento), un pò più basso nelle altre regioni.
    In Nord America stabile al momento.

    RispondiElimina
  3. Gli effetti sul mercato Italiano per quanto concerne il prezzo del grano duro (Operazione orso Russo) credo si vedranno la prossima settimana (sic!).

    RispondiElimina
  4. Orso russo sembra già essersi ammosciato. Fuoco di paglia, fu!

    RispondiElimina
  5. Ragazzi che faccio tengo duro sul leveraged wheat?

    RispondiElimina
  6. ieri calo del prezzo in Sicilia...camera comm. enna dà il duro buono mercantile in calo di -3cent. Non so che fare? Ho il grano dal commerciante e sono indeciso se venderne metà???
    Consigliatemi in base alle vostre previsioni. Grazie
    ARCANGELO

    RispondiElimina
  7. Non è per cattiveria, ma chi se la sente di consigliarti qualcosa??????
    Nessuno sa bene che cosa fare lui, figuriamoci dare consigli agli altri...

    Per il resto, in questo blog trovi un gran numero di informazioni sul mercato, tutte interessantissime, ma nessuno sa che cosa succederà domani, tanto meno fra un mese o sei mesi.

    Voi in Sicilia avete in più il problema del prezzo minore rispetto alle altre piazze... in effetti ho visto ora che il “Buono mercantile” ad Enna sta 254-258 mentre Foggia lo stesso giorno 292-297. Boh.

    RispondiElimina
  8. anonimo trader del leveraged wheat,

    In questo blog affrontiamo le questioni da agricoltori, non ragioniamo con logiche di trading.

    Arcangelo
    posso solo dirti che non dovrebbero avvenire altri cali significativi in Sicilia nel brevissimo periodo.
    Ma le previsioni, come ben sai, spesso sembrano fatte per essere smentite.

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.