domenica 2 settembre 2012

Un contratto di coltivazione in Sicilia

Gentilissimi, eccomi a voi. Sebbene le mie pubblicazioni sul blog, come preannunciato d'altronde prima della pausa, durante il mese di Agosto si siano arenate, gli interventi qualificati di molti di voi, da quello che ho letto, hanno contribuito a tenere acceso questo piccolo spazio di informazione. 



Purtroppo per varie vicende personali, e non sto a tediarvi, non sono stato in grado di tenermi aggiornato sulle  vicende del mercato granicolo. Proverò nei prossimi giorni, tempo e computer permettendo (sta esalando l'ultimo respiro, temo), a mettermi al vostro passo. Non sono neanche riuscito a leggere tutti i numerosi commenti pubblicati nel frattempo, in calce a vari post, e mi dovrete scusare dunque se non risponderò ad eventuali richieste specifiche, che eventualmente suggerisco di sottopormi nei commenti a questo post o via mail.
Al momento mi preme pubblicare (anche in seguito alle richieste di alcuni lettori) il modello di contratto di coltivazione proposto dal Consorzio Agrario Lombardo-Venero (CALV) ai durogranicoltori siciliani, inviatomi gentilmente, da Roberto Angileri Amministratore delegato della ProSeMe, quasi un mese fa.
Di questi contratti se ne parla spesso nel panorama agricolo italiano, ma poi per un motivo o per l'altro sulla rete è quasi impossibile visionare e confrontare la documentazione sottoposta agri agricoltori. Senza entrare nel merito di quanto riportato su questo contratto specifico, non posso fare a meno comunque di apprezzare la politica commerciale trasparente attuata dal CALV.
Di seguito troverete le immagini scannerizzate del contratto, con gli allegati. Pigiate sulle immagini per ingrandire.
Naturalmente la pubblicazione sul blog di tale proposta di contratto non rappresenta né un invito all'adesione né un occasione per esprimere dissenso verso questa forma di rapporti economici. Prendetela come un piccolo contributo in favore della trasparenza del mercato e della chiarezza dei rapporti tra agricoltori ed agro-industriali. 
Per favorire il confronto con altre realtà, i commenti di quanti di voi hanno già avuto esperienza di contratti, in altre zone d'Italia, sono i benvenuti.





















5 commenti:

  1. Scusa Granduro ma la pagina 2 è illeggibile, potresti riscannerizzarla? Grazie,Gianluigi

    RispondiElimina
  2. Purtroppo la piattaforma blogger non supporta il formato pdf. I documenti originali, erano in pdf infatti. Così ho dovuto stamparli e successivamente scannerizzarli, per caricarli in un formato immagine.

    Tuttavia la pag 2 del contratto a me appare chiara e leggibile. Al momento non ho la possibilità di ricaricarla peraltro. Così se dovesse perdurare il problema di visualizzazione, puoi scrivermi alla mail, e ti invierò i file originali in pdf.

    RispondiElimina
  3. Skandiski
    La Borsa Merci della Camera di Commercio di Bari comunica che non si è potuto procedere alla stesura dei prezzi del listino indicato in oggetto (utile al contradditorio) per mancanza del numero legale dei componenti la Commissione cereali e legumi. La Commissione tornerà a riunirsi il 11/09/2012.

    RispondiElimina
  4. Vorrei porre l attenzione su questo contratto-è ben stilato,e i parametri richiesti se fossero per il mio areale sono alla portata di un comune agricoltore-io ho coltivato il catervo,è un ottima varietà,ma è un medio tardivo chisà per la sicilia-
    Se non ho sbagliato i conti per un buon prodotto si prendono fino a 4,5E di premi,molto interessante-tuttavia manca l elemento principale,un prezzo minimo garantito da cui partire,esso è fondamentale per impiantare un azienda sui prodotti di qualità-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nell'allegato D, 4° documento, è riportato un prezzo garantito.
      27 €/q + IVA, franco stabilimento.

      Però è un prezzo minimo, ma anche massimo.

      Se ho ben capito nei contratti che propongono a Mimmo, esiste un prezzo minimo garantito, che tuttavia non esclude un aumento del prezzo riconosciuto, qualora le quotazioni del mercato del grano salgano.

      Elimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.