martedì 23 agosto 2011

Inizia la trebbiatura del duro in Nord-America!


 La mietitrebbiatura del grano duro in N.Dakota, appena cominciata, è attualmente al 2% della superficie totale, in marcato ritardo rispetto alla media storica.
In alcune zone estese, peraltro si sono manifestati violenti temporali che impediscono l'accesso ai campi, oltre a deteriorare la qualità delle granelle.

Intanto prezzi in crescita negli USA di circa 0.5$/bushel negli ultimi due giorni, anche in relazione alle ultime stime USDA sulle superfici (per il duro stimato -20%).
Ma tutto il mercato mondiale dei cereali è in fermento da alcuni giorni.
Anche in Sicilia qualcosa si muove. Mi giungono notizie di prezzi di acquisto di duro, immagazzinato privatamente, tra i 27 ed i 28 €/q (anzi se qualcuno ha notizie di prima mano è il benvenuto).
Se son rose.... 

18 commenti:

  1. Ancora in progresso le quotazioni in Nord America.

    RispondiElimina
  2. qualcuno mi sa dire perchè a tutt'oggi le quotazioni in puglia restano ferme ai primi di agosto? non ci sono aggiornamenti ne sulla camera di commercio di fg,ne su quella di bari, ne sul borsino di altamura, mi sono perso qualcosa?
    lorenzo Foggia

    RispondiElimina
  3. Stanno tutti in ferie.
    Agosto: l'Italia impiegatizia si ferma. Anche per questioni molto più importanti del borsino cereali comunque. Vedi vicenda del ministero dell'economia...

    RispondiElimina
  4. Stasera il Nord-America ha chiuso a 12$/bushel max per il duro.
    In una settimana ha guadagnato circa 1,5$/bushel.

    RispondiElimina
  5. Stamane, borsa di Parigi + 1€/q.
    Quota 32,5 €/q.

    RispondiElimina
  6. Nord-America ancora su, a 12,5 $/bushel.
    Rilevazioni sul grano duro nazionale ancora in ferie (siamo 'o paese do sole).
    Sul grano duro importato dall'estero in Italia esiste una quotazione al 26/08 di 34 €/q in aumento di 3,5€/q rispetto a fine luglio (ma non sono in grado di valutarne l'affidabilità).
    Qualcosa si sta muovendo ed anche abbastanza freneticamente, vedremo...

    RispondiElimina
  7. grazie per le notizie,speriamo che tutto questo si ripercuota al più presto anche sui mercati italiani, io come penso il maggior numero degli utenti di questo ottimo blog, sono fortemente rialzista.........lorenzo foggia

    RispondiElimina
  8. Nord-America quotazione max 12,75 $/bushel, in rialzo.
    Raccolto il 13% della superficie a duro intanto.

    In Sicilia prime quotazioni Ismea post ferragosto, come se nulla fosse.

    RispondiElimina
  9. Nord-America ritraccia a max 12,25 $/bushel.
    Parigi sale a 33€/q.

    RispondiElimina
  10. in puglia, ancora tutto tace, quotazioni ferme anche negli ultimi bollettini di fine agosto....lorenzo foggia

    RispondiElimina
  11. http://www.ilvelino.it/articolo.php?idArticolo=1424598&t=Grano_produzione_cala_e_i_prezzi_salgono_Dipende_anche_dagli_Usa

    Oramai stiamo a dire tutti le stesse cose, ma le quotazioni in Italia sono ancora bloccate.

    Parigi peraltro stamane in leggera discesa a 32,5 €/q.

    RispondiElimina
  12. Le notizie sulla produzione in Nord Africa confermano un aumento della produzione nel Maghreb del 18 % in media sul Grano duro .
    Diminuira la domanda 2011-2012
    Il Grano Duro Francese è avvantaggiato in queste aree e visti i prezzi del Canada elevati
    avra il vantaggio della rapidita e del minor quantitativo per nave da consegnare .

    RispondiElimina
  13. In puglia tutto tace o tutto deve tacere visto che il clan dei puglesi fanno o cercano di fare il bruttoo e il cattivo tempo nel mercato del grano duro sud ,tenendo la Sicilia in un limbo costante !!!!!
    Faranno un regalo a Natale , volere o volare

    RispondiElimina
  14. Egr Sig Ri Duro di Sicilia

    dovreste dare piu informazioni sulla qualita del Frumento Duro Sicila

    RispondiElimina
  15. Smith, se sei tu, complimenti per l'italiano che è molto migliorato.

    Regalo di Natale? si, io me lo aspetto.

    Sulla qualità del grano duro in Sicilia, il consorzio di ricerca regionale Ballatore al 18/07/2011 pubblica il seguente comunicato:

    "Le caratteristiche medie nel territorio siciliano hanno ormai quasi raggiunto i valori di 11,3% di proteine e quasi 81 kg/hl di peso specifico, dunque +0,1% di proteine rispetto alla scorsa annata ma quasi -0,5 kg/ha di peso specifico."

    Mi sembrano dati verosimili, personalmente. Tuttavia l'impatto della qualità sul prezzo delle produzioni di grano duro mi sembra trascurabile, per questo evito di parlarne.
    Gli agroindustriali a parole sono interessatissimi, ma in soldoni non sono disposti a pagarla abbastanza, questa famosa qualità, da farne un obiettivo economicamente valido per il produttore.

    RispondiElimina
  16. Camera commercio di catania in rialzo sui massimi di fine marzo: 26,5 €/q per un grano duro di media qualità.
    Finalmente un primo segnale positivo anche da noi.

    RispondiElimina
  17. primi segnali anche alla camera di commercio di foggia +1€ rispetto alla scorsa settimana,si comincia.........http://www.fg.camcom.it/page_703.htm

    RispondiElimina
  18. non ancora temo,
    in Nord America il duro ritorna a 12 $/bushel,
    Parigi stabile
    Ismea Palermo e Catania come se nulla fosse.
    Non c'è ancora lo slancio giusto.
    Attendiamo ancora ...

    In Dakota intanto superficie del duro raccolta pari al 32%, contro una media quinquennale doppia.

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.