venerdì 22 febbraio 2013

Domenica e Lunedì al voto...e sarà ricordato a lungo (spero)!

C'eravamo tanto amati...ma ritorneranno ad amarsi, non temete!

Domenica si vota. Anche io tornerò a votare dopo un bel po' di tempo.
Purtroppo per molti anni non vi è stata alcuna alternativa convincente ai soggetti (nella foto), ed ai partiti da loro rappresentati, che hanno malgovernato l'Italia (e la Sicilia) negli  ultimi decenni. 
Oggi, forse perché siamo arrivati ad un punto infimo di decadenza morale, economica e materiale qualcosa sembra muoversi. Una buona fetta di popolo, me compreso, vuole mandare a casa i responsabili di questo disastro, succeda quel che succeda. Son convinto, peraltro, che, nulla è più certo del declino o del definitivo collasso, continuando con coloro che sinora ci hanno portato a questo punto.
Così voterò convintamente per il movimento fondato da Beppe Grillo, sperando di smuovere la politica italiana sin nelle sue fondamenta.

Si...ma questi non hanno una proposta alternativa...oppure potrebbero essere una cura peggiore del male... mi direte voi. Può darsi, però va considerato pragmaticamente che i Pentastellati (M5S) non andranno a governare; attualmente infatti i sondaggi li danno a circa il 17% (vedi sotto); andranno realisticamente all'opposizione dove potranno egregiamente e con vigore (sono tutti giovani peraltro) svolgere un ruolo di interdizione dura ed intransigente (come mai è stata fatta, nell'ottica sinora del perenne compromesso al ribasso) al prossimo Governo "delle tasse" (qualsiasi sia il colore politico ovviamente, a cominciare da quello azzurro).
Inoltre qualora  i partiti tradizionali non siano riusciti a tirarci fuori dalle secche nei prossimi anni (come temo), avremo la possibile alternativa dei giovani del M5S per i prossimi Governi (il cosiddetto Piano B). Diamogli almeno la possibilità di farsi le ossa e trovare visibilità in questa legislatura. Altrimenti ci ritroveremo sempre gli stessi che si ripropongono come alternativa di se stessi.

Inoltre alcune idee di base del Movimento di Grillo, per quanto poco strutturate, non mi dispiacciono affatto:
  • lotta gli sprechi, ai privilegi ed alle caste;
  • Stato al servizio del cittadino, e non l'opposto come purtroppo è;
  • aiuti alle piccole e medie imprese;
  • referendum sull'Euro, quantomeno per mettere un pò di pressione ai tecnocrati di Bruxelles;
  • ristrutturazione del debito pubblico (io non tengo Bot!);
  • rinazionalizzazione delle aziende strategiche e/o di alcune banche;
  • protezione dal mercato globale selvaggio, con limitazioni alle importazioni dai paesi a concorrenza sleale.

Ma cosa dovrei temere, io produttore agricolo, da un movimento con simili idee, qualora andasse un giorno a governare l'Italia?

In più ci metto anche alcune motivazioni di principio che prendo da CdC (autore Mincuo), che trovo molto condivisibili e che in buona parte ispirano l'azione di questo blog:
....quella di superare una contrapposizione sinistra/destra, e cioè la volontà di unire e non dividere, quella di cercare di promuovere una partecipazione politica che porti a decisioni man mano più dal basso, riducendo il monopolio di intermediazione dei Partiti, quella di iniziare a considerare una parte del tempo di ognuno a favore della collettivitàQuella che con un'elezione non finisce il compito di un Movimento e nemmeno l'impegno di un elettore, ma continuano con il controllo e l'informazione sull'attività di Governo. E infine quella che la politica non debba essere una professione a vita


Ed ora mi taccio...sulla politica.



P.S.: se volete sapere a che punto stiamo con i sondaggi (sulle elezioni del prossimo Papa, naturalmente) leggete sotto:
Voci dal conclave, la Camera papale elegge…
“Ultime dal Conclave nazionale, che si riunirà presto nell’immortale cornice della Cappella sistina per eleggere il nuovo leader della Chiesa e i rappresentanti della Camera papale”. A fornire i numeri – avverte il sito Youtrend.it – è “il vaticanista spesso ospite in tv, il napoletano Tonio Arcinoto”. E allora: in testa sarebbe sempre il bonario cardinale di Piacenza, forte del sostegno di 34-35 cardinali, anche se il più temibile tra i suoi avversari, “l’indomito prelato pelato di Monza e Brianza”, sarebbe in crescita e avrebbe raggiunto la soglia psicologica dei 30 voti in Conclave.

Nel dettaglio, i conteggi dell’Istituto pastorale reliquie attribuiscono 29-30 preferenze direttamente al leader progressista piacentino, 4 al suo principale alleato (l’anticonformista arcivescovo di Bari) e 1 agli altri porporati confederati. Totale, appunto, 34-35. Il capo indiscusso del fronte conservatore, invece, otterrebbe direttamente il sostegno di 21grandi elettori, 5 andrebbero al suo maggiore alleato (l’arcivescovo di Varese che indossa sempre uno zuccotto verde), 1,8 alla Congregazione dei fratelli, 1,2 ai vescovi meridionalisti e appena 1 ai prelati più a destra. Fuori dai due poli principali va molto forte lo spassoso camerlengo di Genova, che raccoglie il consenso di ben 17 cardinali, staccando le truppe dello schieramento che fa capo al sobrio e rigoroso cardinale milanese già nunzio apostolico a Bruxelles, fermo a 10-11 cardinali (di questi, 8 sostengono direttamente lui e 2 preferiscono il brizzolato e devotissimo arcivescovo di Bologna). Proprio intorno ai 4 porporati, la quota minima per entrare alla Camera papale, starebbe il candidato siciliano, vale a dire l’inquisitore del Sant’Uffizio di Palermo, mentre l’appariscente ecclesiarca torinese sarebbe sempre sotto le 2 preferenze.

http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/02/21/elezioni-2013-stop-sondaggi-solo-corse-ippiche-voci-dal-conclave/507667/

40 commenti:

  1. anche io andro' a votare come ho sempre fatto questa volta votero' pdl dopo aver votato sempre l'udc di cuffaro.se il m5stelle dovesse risultare il primo partito tocca a lui indicare il presidente del consiglio e' non limitarsi a fare opposizione troppo semplice. ciao granduro qua' un pomeriggio di pioggia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. troppo semplice...come per Berlusconi prometterti di restituirti l'IMU, solo in caso di vittoria che non ci sarà mai.
      Correrò il rischio molto improbabile della vittoria del M5S...se vincessero d'altronde non farebbero molto peggio dei tizi nella foto, secondo me.

      ...oggi ho dovuto percorrere più di un ora di deviazione all'altezza di Ribera, dopo il crollo dell'unico Ponte (sul fiume Verdura) risalente al tempo dei Borboni. La Sicilia è spaccata in due sul litorale del Canale di Sicilia (per chissà quanti mesi). Poveri produttori di arance di Ribera. Ho pensato a Cuffaro, Berlusconi e compagnia di giro, in questo frangente...penso che non sia giusto che soltanto uno di loro si riposi al fresco.

      Elimina
    2. la caduta del ponte non credo sia stata voluta da Berlusconi e Company indignati invece del presidente rivoluzionario che finora a fatto solo chiacchiere ora tocca alla nuova maggioranza composta da tutto ed il contrario di tutto risolvere i problemi di noi siciliani. compreso il ponte accidentalmente caduto.

      Elimina
    3. i ponti (a maggior ragione quelli dell'800) vanno curati, manutenuti, consolidati ed eventualmente sostituiti da strutture più moderne, io credo.
      Non è un accidente che cadano, come cadono a pezzi tutte le infrastrutture siciliane.

      Cuffaro e Berlusconi hanno avuto anni e maggioranze bulgare in Parlamento nazionale e Regionale per migliorare lo stato di arretratezza della Sicilia, ma nulla a mio parere è stato fatto, se non spendere milioni di euro per la progettazione di un opera fantasma come il Ponte di Messina, oltre ad assicurare prebende e regalie ad amici e parenti (spero tu ne abbia goduto, altrimenti il tuo voto a Cuffaro è inspiegabile).

      Nel 2001 Toto Cuffaro firmò un contratto con i siciliani, nero su bianco. Credo che neanche un punto sia stato rispettato e non c'era neanche la crisi economica mondiale a cui appigliarsi.
      Te lo ricordo qui http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2001/06/22/il-contratto-di-cuffaro-promette-la-sanatoria.html
      Cosa gli ha impedito di realizzare il programma? Forse il fatto che era semplicemente un inetto? Non mi dire dell'arresto, perchè ciò avvenne al secondo mandato.

      Crocetta è in sella da appena tre mesi, non mi sembra giusto già gettargli la croce addosso, come fai tu, che evidentemente tanto imparziale non sei. Io valuto fatti, senza pregiudizi. Poi che probabilmente sarà un fallimento è un altro discorso.
      Certo circondandosi di Assessori Cuffariani che nulla hanno realizzato in Sicilia nell'ultimo decennio, sarà difficile possa fare di meglio dei suoi predecessori.

      Ciao Orazio, sei il prototipo del siciliano fatalista...ma io mi sono rotto le scatole...Forza Grillo...sia quel che sia!

      Elimina
  2. agri abbruzzo ci vorrebbe un grillo anche al vaticano

    RispondiElimina
  3. per cortesia,togli quella foto,che sono debole di stomaco,---arrendetevi ,uscite con le mani in alto,e forse ve la caverete con qualche calcio nelle p....

    avete paura eeeee-
    vi do una notiziola fresca fresca,il debito italiano ha raggiunto il 128,3%,votate per chi vi pare,tanto siamo gia falliti,e la colpa è di quelli che negli ultimi 20 anni, non si sono mai preoccupati neanche di fare la manutenzione ad un ponte costruito in epoca borbonica.ma sapete cosa vi dico?ben vi sta.....

    RispondiElimina
  4. Ha ragione mimmo,ben ci sta,siamo quelli del 61 a 0,noi siciliani,saliamo per primi sul carro dei vincitori,lo dice il nostro dna,da noi hanno fatto carte i fenici,i greci,i cartaginesi,i romani,gli svevi,i borboni,i piamontesi,e gli americani,e noi?,noi eravamo col cappello in manoha raccogliere favori per noi e i nostri figli.Non dimentichiamo che mentre il vecchio ponte cedeva,quelli che noi avevamo votato viaggiavano per roma ha chiedere il ponte sullo stretto.Ben venga Grillo che dia l'ultima spallata a questo castello di carta che si chiama Europa.

    RispondiElimina
  5. La cosa importante è che il giorno prima di uscire dall'euro mi avvisate. Va bene contestare l'Europa così com'è oggi, ma sinceramente preferirei avere prezzi e risparmi quotati con una valuta forte, e non con una liretta svalutata con l'inflazione galoppante. Grazie in anticipo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo non sarà così semplice uscire dall’Euro; penso che se fosse stato così conveniente, per noi Italiani, stare nell’Euro, ci avrebbero già cacciato.

      Elimina
    2. al di là della valuta con cui quotarli.. potremmo ritenersi fortunati..se li avremo dei risparmi..

      Elimina
  6. E' possibile una uscita ordinata dall'Euro (se si affronterà con lucidità), come ordinata è stata l'entrata. Esistono vari studi in proposito...
    Se temi inflazione, acquista terreni Herbert (non carta moneta), così diventi dei nostri a pieno titolo...ma con l'inflazione si convive, l'Italia è diventata ricca con le politiche inflattive.

    In caso di uscita disordinata ed improvvisa nessuno ti potrà avvertire prima temo...in ogni caso i flussi costanti di capitale italiano verso Norvegia e Svezia (oltre a quelli completamente illegali verso sperdute isole caraibiche), secondo te perché?
    Tutti con l'amante scandinava?

    http://archiviostorico.corriere.it/2011/settembre/19/Bond_rifugio_tra_Svezia_Australia_ce_0_110919043.shtml

    http://www.trend-online.com/prp/bond-rischio-euro-270712/

    Comunque tranquillo, secondo me, finirà che noi rimarremo nell'Euro, ed a uscire saranno i teteschi. Dopo naturalmente averci spremuto sino all'osso. Ma loro giocano la loro partita, mentre l'Italia non sa che pesci prendere, come sempre...è un guaio quando i governanti si convincono essi stessi della propaganda che hanno sparso per anni.

    RispondiElimina
  7. lascia perdere, è impossibile persuadere chi è vittima della sindrome di Stoccolma (Orazio).
    condivido analisi e scelta di voto.

    RispondiElimina
  8. caro anonimo evidentemente saro' minoritario al voto e' spererei che grillo che voi dite di votare arrivi primo e' governi il mio pensiero e' semplice e' vedrai. le lamentele su cuffaro, Berlusconi,ecc..basta purtroppo solo in Italia esiste ancora una sinistra non pronta per governare o no? quasi quasi alla camera lo voterei anche contribuento a farlo diventare primo partito. poi ora siamo diventati tutti puri e' sopratutto moralisti .ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. no, Orazio tranquillo non sei minoritario. Tu al contrario degli altri, che voteranno per la Triade nella foto, ti manifesti...ciò va a tuo onore...sei un caso recuperabile, insomma...

      Elimina
    2. io ho sempre espresso il mio pensiero democristiano mettentomi in gioco il mio motto e' tra il non decidere e' sbagliare meglio sbagliare.tanti che dicono A vedrai faranno B fidati

      Elimina
    3. recuperabile!!!!!!! ma se in 20 anni non è riuscito a capire come ci hanno ridotto questi governanti che lui va a rivotare così convinto!!!!!!come credi di recuperarlo!!!!! io condivido le opinioni di granoduro, anche se minoritarie (17%) rispetto a quelle di orazio (30%)......in fondo siamo il popolo che ha votato mussolini!!!!!!!
      lorenzo foggia

      Elimina
    4. per ogni grillino che entra in parlamento,una faccia di cazzo in meno di quelli che vi hanno soggiornato negli ultimi 20 anni-mi basta questo per votare grillo-
      ARRENDETEVI-siete circondati-aaaaaaaaa,che spasso,che goduria,maaammamia quanti altarini saranno scoperti-
      Orazio,non ti preoccupare,ormai siamo falliti-e tu puoi vantarti di essere stato uno di quelli che ha contribuito allo sfascio-contento tu contenti tutti-viva l italia-

      Elimina
    5. Orazio si confronta con gli altri, e lo fa con una certa onestà di pensiero a mio avviso, chiunque si confronta lealmente può cambiare idea.

      Signori il blog è aperto a tutte le idee e posizioni espresse con giudizio. Evitiamo di diventare un ricettacolo di grillini che se la cantano e se la suonano fra di loro.

      Misura e distacco...in teoria,
      in pratica ho le stesse sensazioni di goduria di Mimmo.

      Elimina
  9. "Siamo ad un passo dal boom del M5S. Nulla sarà più come prima. Lo sanno benissimo i partiti, che ormai non convincono più nessuno. Hanno speso i nostri soldi per gli appalti utili a cementificare la nostra regione e per piazzare direttori di Asl e primari amici di questo o quell'altro politico. Il voto dato al MoVimento 5 Stelle è la vera svolta: noi siamo semplici cittadini che non hanno interessi di lobby mafiose da difendere. Taglieremo i costi della politica mentre Zingaretti e Storace balbettano sulle cifre e non prendono posizione. Il loro tempo è finito. Ci riprenderemo i nostri soldi, costituendoci parte civile contro chi ha approfittato del suo ruolo e del suo potere in tutti questi anni. L'astensione si preannuncia molto alta: è quello che vogliono! A mandarli in galera ci sta pensando la magistratura, a mandarli in pensione anticipata (senza pensione d'oro e vitalizi!) ci possiamo pensare noi. Vi fidate ancora di chi per anni ha maneggiato quella montagna di soldi che arrivano dalle nostre tasse e ha latitato sul controllo? Sono sempre gli stessi! Sono in politica dagli anni '90 e ora parlano di trasparenza, onestà, tagli al costo della politica. Parlano di raccolta differenziata quando fino a ieri hanno costruito inceneritori e firmato proroghe per le discariche. Hanno fatto chiudere gli ospedali e ora promettono di riaprirli. Le proposte del M5S sono nate dai cittadini. Dobbiamo uscire dall'indifferenza e dare speranza ai giovani e agli anziani, rilanciando subito sanità, scuola pubblica e piccole e medie imprese. C'è la volontà di un cambiamento atteso da tempo, anche da tutti quelli che pensavano che astenersi fosse l'unica soluzione."

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si, però evitiamo i comunicati stampa...grazie...

      Elimina
  10. dalla mezzanotte scorsa è vietato fare campagna elettorale-ma un sondaggio ,dice che al cavaliere tocchera ubriacarsi il 26,ed io voglio partecipare,per altri motivi ovviamente,compreso il suo-ssscccciii,zitti,non dite loro che sono circondati,che gli faremo una sorpresa-ahahahahahahhahahha.oh comunque vada,per un paio di giorni non saremo noi ad avere notti insonni-comunque mentre cazzeggiamo e scherziamo,vi voglio far notare che il weat sta crollando-non e che ci stanno circondando senza darci neanche la possibilita di resa?

    AARRRENDETEVIII-maledetti-
    mai divertito tanto da una campagna elettorale,speriamo di replicare fra qualche mese-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sicuramente si replicherà tra qualche mese. Le posizioni dei tre maggiori competitori sono distanti e...... Inconciliabili. Di sicuro Il movimento creato da Grillo rappresenta una grandissima svolta

      Elimina
  11. Cari amici, i dati elettorali del M%S ci obbligano ad essere forza di controllo ma sopratutto movimento di proposta vera, concreta, inarrestabile!!!

    Pertanto:

    1) pensioni minime di artigiani contadini e invalidi civili a 1000 €. al mese;
    2) Riduzione delle pensioni d'oro a 2500 €. al mese;
    3) Riduzione degli stipendi pubblici d'oro a 5000 €. al mese;
    4) Abolizione dell'IMU e dell'IRAP e loro equivalenti surrogati;
    5) Signoraggio bancario all'1,5%;
    6) Abolizione rimborsi elettorali;
    7) Riduzione marcata dell'accise sui carburanti;
    8) Razzionalizzazione (non tagli lineari) della Sanità pubblica;
    9) Riforma della scuola nelle sua varie articolazioni con contestuale abolizione della riforma Gelmini;
    10) Investimenti infrastrutturali a partire della messa in sicurezza di tutti le scuole Italiane, riordino paesaggistico, interventi urgenti nelle zone a medio-alto rischio idrogeologico.

    Penso che, iniziando da questo decalogo in Italia si potrebbe tornare a sperare!!!

    Cari amici, il vostro parere nel merito sarebbe molto gradito. ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Più equità certo, ma anche sostenibilità finanziaria.
      Non fate l'errore della passata generazione che bruciò il futuro dei propri figli.

      Questo è un blog agricolo comunque, possiamo entrare nel merito delle proposte agricole.
      Presi così i punti chi può dirsi contrario. Però quanto costano, ci sono i soldi?
      I tagli corrispondono alle maggiori spese?

      Io vorrei sentire come affrontate i nodi agricoli...qui in Sicilia i 5stelle dell'Ars parlano solo di agricoltura biologica...con tutto il rispetto...l'agricoltura è anche e soprattutto altro, o comunque oggi fare agricoltura biologica, almeno nel campo delle soft commodity, vuol dire vivere di contributi pubblici. Io voglio vivere del mio lavoro.

      Elimina
  12. quello che ho scritto qualche giorno fa' si e' avverato il m5s primo il pdl avanti al senato ora se io fossi al parlamento vi proporrei alle consultazioni di proporre il nome del premier al capo dello stato.ora bisogna governare ed ognuno faccia la sua parte. ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ah,ah...rido, Grillo è nelle condizioni di stravincere alle prossime elezioni. Farà cucinare i soggetti, nella foto sopra, a fuoco lento secondo me.

      La restituzione dell'IMU ti è già arrivata?

      Elimina
    2. vedo che sei perplesso su dove prendere i soldi per le varie coperture finanziarie ma il m5s non avra' problemi, o forse si',a fuoco lento forse potra'cucinare bersani ma i democristiani DOC ancora no.ciao ciao ora mi vado a riposare dopo una giornata di traffico palermitano

      Elimina
    3. Orazio, Io non ho votato per Grillo tanto per i punti del Programma, alcuni dei quali ritengo propaganda, altri irrealizzabili o solo in parte, mentre altri sacrosanti.

      Ma è l'approccio complessivo che è corretto. Ci vuole più giustizia sociale. Ad esempio Io non posso pagare per 100.000 pensionati italiani che intascano ogni mese tra i 10.000 ed i 100.000 €.
      Maturati peraltro non con metodo contributivo (come oggi è imposto a noi) ma retributivo.
      La pensione serve per vivere dignitosamente, mica per accumulare ricchezze alle spalle degli altri, secondo me.
      Nessun altro partito mette in discussione questi aspetti.
      Anzi Totò Cuffaro (grazie al tuo voto) è stata una fucina di pensioni d'oro per gli amici:
      http://www.liberoquotidiano.it/news/373498/Regione-Sicilia-pensione-record-41600-euro-al-mese.html
      ...ha ragione Mimmo...quando si vota bisognerebbe depositare il Codice Fiscale, così poi le aberrazioni dei Governanti le pagano i suoi elettori.

      In più Grillo è molto critico nei confronti di Euro ed Europa, oltre che della globalizzazione. Per me questi non sono processi inevitabili come dite sempre voi democristiani (PD-PdL). Lo sono se ricevono consenso, io sono contrario e Grillo sembra raccogliere il consenso di noi contrari o perlomeno scettici, o molto critici.

      Grillo può cambiare la Storia di questo Paese...come sgonfiarsi dopo un paio d'anni. Sta a lui ma soprattutto ai giovani deputati.

      Elimina
  13. Skandiski
    Speriamo che capiscano che il "Popolo Sovrano" si è rotto le p...e ed è ora di cambiare....

    RispondiElimina
  14. granduro, tu ci ridi, qui c'è da piangere!! vedrai cosa succederà alle prossime elezioni, max 8 mesi, grillo vincerà e finiremo a far parte dell'unione africana!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Walter...
      nulla avviene per caso....ci troviamo in queste condizioni a seguito di una infinita di comportamenti sbagliati dei politici e nostri...io non ci rido...me la prendo con distacco...io sto già in Africa...cosa vuoi che mi cambi ...qui lo Stato non esiste, se non per riscuotere...quindi o si redime completamente (lo Stato) con una Rivoluzione (e Grillo (o i grillini) sono la più grande occasione per farla) oppure che fallisca pure...il fallimento può anche essere una opportunità...o almeno io la vedo così...
      Ciao, su con la vita, sei un agricoltore, ma di che hai paura, sono altri che dovrebbero farsela sotto.

      Elimina
  15. Caro Walter,non piange nessuno in africa gia' ci siamo,se tutto questo puo servire a far cambiare questa Europa nella quale nessuno piu' crede viva Grillo. Ma ti sembra normale che 10 milioni di greci st'hanno morendo di fame per un capriccio tedesco a me no.Oppure che si vada in pensione a70 anni a me no.Se questo voto serve a rivedere il concetto di globalizzazione che l'europa ha adottato muoia Sanzone e tutti i Filisdei.Meglio i primi nell'unione africana che morire per una europa matrigna,

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grande Anonimo...ti voglio bene...esiste qualcuno che la pensa come me...scrivimi se vuoi alla mail...mi farebbe piacere conoscerti...

      Elimina
  16. 1-riforma bancaria-separazione tra banca d affari e commerciale.
    2-messa in discussione dell euro,cosi com è gestito serve solo agli speculatori,e il referendum proposto da grillo è piu che giusto
    3-creare una rete di protezione per le produzioni interne,almeno a livello europeo,la francia sta gia facendo qualcosa ,non se ne parla e in piu è da sola-

    Fatte queste cose,si mette in sicurezza il paese e si passa alle sporcizia interna
    1-abolizione rimborsi elettorali
    2-tetto alle pensioni e stipendi d oro
    3-riduzione parlamentari
    4-eliminazioni delle province,costano 11mld, l anno,4 servono come ammortizzatori sociali ,7 vanno in investimenti
    5-accorpamento dei comuni soto i 5000 abitanti
    6-ridimensionamento delle competenze regionali
    7-abolizione delle municipalizzate ed azzeramento dei relativi comitati di amministarzione
    8-taglio del 50% della burocrazia
    9-sanità e scuola devono essere di competenza dello stato centrale
    10-riforma della giustizia civile

    ma che cazzo scrivo a fare,questo paese è d accartocciare e buttare nel cestino-
    il voto al M5S è un voto di speranza non di protesta,ma questo paese è messo veramente male.e il peggio addavenire-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. in Francia sono impazziti...hanno aumentato l'IVA e la Propaganda Governativa sostiene che ciò è una forma di protezionismo delle produzioni francesi...secondo me sono impazziti (mi fare di averlo già scritto)...Monti era un superprotezionista e non ce ne eravamo accorti...penso che in Francia Marine Le Pen sarà la prossima Premier...sono allo sbando i transalpini...quasi come noi...

      Elimina
  17. Il programma di grillo è abbastanza condivisibile, per quanto non sempre realistico, ma alla fine sono bravi tutti a parlare (chi più chi meno...).
    Il vero dubbio è: andrà avanti così oppure si farà anche lui impelagare in quella palude di incompetenti corrotti che è la classe politica italiana?

    o.v.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. vero...Grillo appare molto scaltro, non si dovrebbe fare impelagare, però anche lui non ha interesse immediato a tornare al voto, per far fare un pò di esperienza dei meccanismi parlamentari ai giovani deputati (se la prossima volta vince davvero che fanno?)...potrebbero farsi fregare alcuni giovani deputati di M5S...come sta accadendo in Sicilia, a mio avviso...però in Sicilia solo lasciati a loro stessi...non c'è nessuno che li guida...vedremo presto che piega prende la cosa...


      Elimina
    2. Skandiski
      Dubbio legittimo e condivisibile, ma almeno abbiamo provato.

      Elimina
  18. tutti a diserbare?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io si...ora tempesta...spero di ritrovare i terreni quando smetterà di piovere...

      Elimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.