venerdì 5 dicembre 2014

Su le mani...nuovo taglio al gasolio agricolo!

Lo Stato Italiano fa decisamente sul serio, l'assalto fiscale alla diligenza agricola continua senza soste. Dopo la vicenda IMU, momentaneamente rinviata per manifesta incapacità governativa, ora con la nuova legge di stabilità viene stabilita una nuova riduzione nelle assegnazioni del gasolio per uso agricolo.


Dopo la riduzione perpetrata dai precedenti governi, rispettivamente del 10% nel 2013 e del 15 % nel 2014, nella nuova legge di stabilità, così come votata dalla Camera dei Deputati qualche giorno fa, a decorrere dal 1° gennaio 2015 è stata stabilità una ulteriore riduzione del 23% per l'assegnazione 2015 di gasolio agricolo.



Aliquota agevolata accisa agricoltura
Ridotti del 23% a decorrere dal 1° gennaio 2015 i consumi medi standardizzati di gasolio da ammettere a regime agevolato in agricoltura.
Dal 1° gennaio 2015


La legge di stabilità (la ex finanziaria) dovrà ancora essere approvata dal Senato per una ratifica definitiva, possibili dunque modifiche ulteriori al testo...in ogni caso l'agricoltura sembra inequivocabilmente nel mirino.


Tutto ciò all'interno della più grande operazione di riduzione fiscale mai fatta in Italia (e senza l'aumento di un centesimo di tasse), almeno a sentire il Primo Ministro Matteo Renzi....ascoltare per credere.



E come dice il Poeta "Povera Patria":





48 commenti:

  1. incapaci, inetti e stupidi.
    il capitolo IMU è quanto di peggio questi potessero fare.
    dove sono i nostri politici siciliani?
    Ramacca o Raddusa quindi sono trattati ai fini IMU quanto i paesi della pianura padana.
    complimenti, state certi che gli agricoltori si ricordernno di voi nelle urne .

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "state certi che gli agricoltori si ricorderanno di voi nelle urne" . Non vedo l'ora di contare quelli che si ricorderanno !!

      Elimina
  2. e ammesso che "si ricorderanno", una volta incazz....., invece di andare a votare, se ne staranno a casa ...per protesta. così i renzi di turno continueranno a scialare.
    emilia-romagna docet.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. alternative sensate all'astensione?

      Elimina
    2. Ho sentito dire che c'è un gruppo in parlamento che ha rifiutato i rimborsi elettorali (42 ml), si sono decurtati lo stipendio , e ogni tanto ,quando li scoprono , cacciano i truffatori,adesso cerco d' informarsi meglio ,poi ti dico come si chiamano .

      Elimina
    3. non sono capaci di gestire il proprio movimento, non vedo come possano gestire l'Italia...personalmente li votai la volta precedente, ma la prossima lo escludo.

      Elimina
    4. Cacciare chi non rispetta un contratto che ha firmato , significa non saper gestire il proprio movimento ??

      Elimina
    5. ma cacciare da dove? Il Parlamento è pieno di signor nessuno mandati lì dai 5 Stelle che si stanno facendo i cavoli loro, tradendo il mandato elettorale ed appoggiando il Governo in carica (però sono cacciati dal movimento, ah bèh allora).

      I 5 Stelle Sono il movimento degli Scilipoti (del resto Di Pietro è un loro sodale tanto che Grillo lo propose come Presidente della Repubblica)....quando non si hanno idee, ne principi, e si va in Parlamento a colpi di slogan e grazie ai comizi di un buffone miliardario che mai ha lavorato in vita sua, cosa aspettarsi...

      Elimina
    6. un altro cinque Stelle folgorato da Renzi
      http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/12/16/m5s-curro-in-aula-vota-per-renzi-lascio-movimento-standing-ovation-pd/1279157/

      Elimina
  3. A volte occorre dire la verità; la verità è che mentre per l'IMU gli agricoltori sono stati vessati e tartassati (aumento consistente rispetto all'imu e applicazione nelle zone montane) per quanto riguarda il gasolio agevolato è giusto dire che normalmente le assegnazioni sono sovraddimensionate e spesso vanno ad alimentare frodi ed usi non congrui.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. giusto, anche io sono per la verità...vero che le assegnazioni sono talvolta sovradimensionate, ma se continua così saranno presto insufficienti...in generale mi piacerebbe osservare tanta solerte riduzione degli sprechi in tutti i settori...purtroppo mi pare che si focalizzi sull'agricoltura e poco altro...mentre la spesa pubblica anche al netto degli interessi continua ad aumentare, e questa eventuale razionalizzazione dei consumi di gasolio serve per continuare a garantire i privilegi dei soliti noti.

      Elimina
  4. errata corrige - L'aumento è naturalmente rispetto all' ICI.

    RispondiElimina
  5. ripeto
    I politici siciliani dove sono?
    ho letto in rete che in molte regioni i politici locali accortisi del pastrocchio che renzi e i suoi boy scout stanno combinando si sono affrettati a prenderne le distanze.
    mi ri-ripeto:
    dove sono crocetta e compagnia cantando?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sembra che si trivellino a vicenda

      Elimina
  6. invece proprio ieir il mio rifornitore di gasolio mi ha detto che sia la puglia e la basilicata hanno fatto delle norme regionali che a seguito delle calamità naturali:alluvioni,siccità etc.. danno la possibilità di chiedere il 30% in più di gasolio x quest'anno e il prossimo,a voi risulta?

    RispondiElimina
  7. Si Giovanni in puglia hanno concesso, per quest'anno, un assegnazione integrativa pari più o meno al 30 % all'assegnazione iniziale.Per il 2015 francamente non mi risulta nulla.Ti consiglio di recarti subito al tuo caa perche per la compilazione e rwstituziobe del libretto uma ci vuole una settimana abbondante quindi. ......

    giuseppe agricoltore foggiano

    RispondiElimina
  8. forse le assegnazioni variano molto da regione a regione, qui in Sicilia sono aumentate molto lo scorso anno grazie ai nuovi parametri messi in atto dal precedente assessore, soprattutto per le leguminose da granella che sono equiparate a specie intensive.

    Diciamo che al momento il gasolio agricolo è una sorta di ammortizzatore sociale che consente ad interi paesi rurali (spesso arretrati) di muovere i mezzi agricoli (e non) a costi ridotti.
    Questa riduzione della assegnazione avrà come risultato un ulteriore rallentamento delle attività economiche delle comunità rurali più isolate.
    Non credo che lo Stato ci guadagnerà un Euro nel lungo periodo.

    RispondiElimina
  9. pensavo che non si sarebbe arrivato a parlare di politica in questo blog, però visto che è successo forse è arrivato il momento di abbandonare le nostre singole ideologie e scegliere qualcuno che possa rappresentare il mondo agricolo.
    renzi con questi ultimi provvedimenti si è giocato l'appoggio degli agricoltori. berlusconi, all'avvicinarsi delle votazioni, ne spara sempre una delle sue come il portare le pensioni minime a 1000 euro e portare la tassazione al 20% senza parlare mai di lotta alla corruzione e clientelismo.
    grillo quando è stato chiamato da bersani e da renzi per governare non si voluto prendere le sue responsabilità, quindi da meridionale mio malgrado mi vedrò costretto a votare salvini, l'unico che qualche volta parla di tutela delle nostre produzioni, che ne pensate?
    per cortesia non mi insultate.
    cb

    RispondiElimina
    Risposte
    1. con questo commento ti sei insultato da solo-

      Elimina
    2. beh la politica è comunque argomento divertente...perchè censurarsi?

      anche in Sicilia mi capita di ascoltare simpatizzanti leghisti...capisco alcune motivazioni, ma non sono abbastanza per me.
      La Lega è bravissima a tutelare gli interessi dei Nordici a scapito dei nostri sudisti, vedi la vicenda dei premi accoppiati PAC in particolare la zootecnia, e continuerà a farlo secondo me...trovo assurdo che lo faccia con i voti del Sud...non credo alla trasformazione nazionale della politica leghista.

      In più la Lega ha governato l'Italia per molti anni insieme a quel pallonaro di Berlusconi, mi sembra che i risultati non siano stati buoni...Salvini mi sembra niente di più di un furbo animatore di un villaggio vacanze...certo i problemi che solleva sono spesso condivisibili, ma non saprebbe risolverli, ne la Lega ha dimostrato di saperlo fare, o di opporsi a politiche sbagliate, quando al Governo negli anni passati.

      In buona sostanza credo che nessuna forza politica al momento tuteli i nostri interessi di agricoltori meridionali, ne in generale sia in grado di proporre politiche utili per l'Italia.
      Siamo ancora in piena traversata del deserto, per quanto mi riguarda.

      Elimina
  10. la lega si sa ha sempre difeso le prerogative dell'agricoltura del suo territorio,possiamo dire che affonda le sue radici nel tessuto agricolo e l'ho ha sempre sostenuto con energia(vedi quote latte e per ultimo le battaglie venete nelle conferenza stato regioni per la ridistribuzione della nuova pac ,allargamnto del premio accopiato e quant'altro)
    quindi perchè dare il voto a salvini non si occuperà mai di grano duro.
    poco tempo fa in sicilia nasceva il movimento per le autonomie che sulla falsa riga della lega e del sistema bavarese doveva difendere per primo gli interessi locali e quindi della nostra agricoltura , tutti sappiamo come è andata a finire
    Riguardo al governo renzi sto a guardare ,tra gli uomini del ministro martina vi è de castro che certo conosce i problemi agricoli . e con questo governo abbiamo avuto due decreti "campo libero" e agricoltura 20 . l'imu l'hanno prorogata vedremo se ci sarà un mia culpa. il gasolio era giusto ridimensionarlo ma non sottostimarlo,vedremo.
    la verità è che sto a guardare soprattutto per le novità che vuole apportare nell'istruzione ,il governo afferma di volere fare 150mila assunzioni e tra questi dovrebbero entrare 3 componenti della mia famiglia.La politica è interressi e da tanto tempo o forse mai mi sono sentito chiamato in gioco, staremo a vedere ad oggi solo chiacchiere
    grillo e il movimento non riesco a decifrarli, quando sono nati sembrava un movimento che tutti noi avremo voluto far nascere negli anni della nostra gioventù come risposta al potere. oggi che abbiamo bisogno di risposte ,di progetti serii per rilanciare l'italia cosa fanno? non è tanto di saper gestire il movimento al suo interno, a volte neanche i partiti riescono a farlo vedi pd ultimi 10 anni, ma dare risposte al mondo economico, sociale ,agricolo.su ogni problema sento delle risposte "lontane"non riescono a focalizzare bisogni e problemi del sistema italia (a parte il reddito di cittadinanza con cui potrei trovarmi d 'accordo)
    A oggi sono ancora convito della scelta politica che ho fatto circa 10 anni fa ,quella dell'astensione, vedremo se Renzi saprà farmi cambiare idea
    cerealicolo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quindi a tè interessa solo se i tuoi 3 famigliari vengano assunti o nò nella scuola?lo sai che il loro stipendio lo pagherei anche io con il maggior esborso per carburante(di tipo industriale anziche agricolo) e imu sui terreni?-se era giusto ridimensionare l'assegnazione gasolio è giusto anche lasciare disoccupati i tuoi 3 famigliari-
      Io,,,spero,,,solo che falliamo il prima possibile-

      Elimina
    2. non credo che la discussione debba trasformarsi in una sorta di" guerra tra poveri" cmq per ora l'unica mazzata che ho preso in azienda è stata la riduzione del 10% di aiuti pac, imu non ne ho ancora pagata e al benzinaio per ora non ci vado. quanto hai miei familiari non sono disoccupati ma precariamente occupati
      un mio compaesano cantava: affonda lo stivale dei maiali" e sembra affondare sempre di più ciò non di meno dobbiamo essere positivi e propositivi per far si che rimanga in noi un lume di speranza da poter trasmettere ai nostri piccoli figli attori spero un domani di un ricambio generazionale che porti le nostre aziende verso nuove prospettive
      cerealicolo

      Elimina
    3. Povera Patria
      https://www.youtube.com/watch?v=XXqYkQj1QC4

      Elimina
  11. Salve volevo proporvi una riflessione per la quale all' interno della mia organizzazione sono stato deriso:
    prendiamo per buono un assegnazione di carburante per ettaro di 200lt e un differenziale prezzo tra agricolo ed industriale di circa 40 centesimi quindi diciamo che abbiamo un incentivo di 80 euro per ettaro ,se tale incentivo venisse erogato a somma dei contributi agea ,ci sarebbero dei vantaggi come la fine delle continue dispute tra agricoltori ed uffici uma risparmi per lo stato visto che tale ufficio andrebbe chiuso o accorpato alla motorizzazione, e la fine di chi ci addita come evasori perché a loro avviso viene usato per altri scopi da quello agricolo.
    Di contro gli agricoltori si vedrebbero costretti ad anticipare il differenziale fino alla erogazione dei contributi agea .
    Che ne pensate?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le soluzioni semplici ed efficaci a chi parla il burocratese non piacciono mai.

      Elimina
    2. sono contrario, sarebbe un ulteriore vantaggio per i proprietari ed uno svantaggio per i coltivatori effettivi, che non sempre coincidono.

      Elimina
    3. Sì,anche per mè è piacevole vedere lo stato andare a precipizio,solo che il conto,di questo spettacolo,costa un po troppo-forse, vale anche la pena pagarlo questo biglietto,ma sarà veramente dura non farsi trascinare con sè nel precipizio-

      Elimina
    4. ma noi siamo Duri, ce la faremo...

      Elimina
    5. Intanto,urge una sottoscrizione-A ME SERVE UN PC NUOVO-questo è andato-si accettano anche banconote non convezionali,tipo la 300E-
      Siamo duri?mhaaa,sarà ,duri sin che dura, di più ni zsoo-

      Elimina
  12. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  13. Invece.... è già cominciato da un pezzo in alcune aree il tempo per seminare, e questo dovrebbe essere l'anno del greening. Leggo che qualcuno chiede di posticiparne l'applicazione, ma nelle more come ci si comporta?
    E' certo che le coltivazioni biologiche non sono soggette ad ulteriori prescrizioni per essere considerate bio?
    E' certo che tutti i pezzi di terra non conltivati ne coltivabili perchè in uso permanente a strade e stradelle, condotte del consorzio di bonifica, inevitabili margini, etc., saranno conteggiate nel 5% di terreno da lasciare incolto e improduttivo per non capisco bene quali vantaggi agronomici? Due foraggere diverse+ grano sono già tre colture? Per i 30h di "limite" si considera la superficie catastale o quella che AGEA si è sempre divertita a calcolare con modi arbitrari come superficie seminata? E il 5% è una semplice differenza tra le due?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu stai ragionando da persona seria... ma ricordati che né ad AGEA (né tantomeno nei CAA di cui parlava qualcuno) lo sono.

      Praticamente la risposte alle tue domande si troveranno nelle circolari esplicative emesse da AGEA nei prossimi cinque anni, magari dietro richiesta degli stessi sindacati agricoli che solleveranno, forse, il problema.

      Così avranno entrambi ragione di esistere e di guadagnarsi i lauti stipendi che ricevono...

      Elimina
    2. A prima vista anche a me sembrerebbe più semplice trasformare in euro/ha l'agevolazione del gasolio...poi però pensandoci bene .mi vengono i dubbi che non si finisca invece con l'incrementare la burocrazia , come succede tutte le volte che gli si mette le mani sopra, con l'obbiettivo di semplificarla (vedi nuova pac e nuovi psr):
      con assegnazioni che variano annualmente per colture e per regioni ogni anno occorrerà comunque rifare calcoli e controlli, un po' come succede con i contributi diversificati per coltura e area di rischio ,con le assicurazioni contro le avversità atmosferiche. Quando ci sono calcoli e controlli da fare per assegnare euri ..i burocrati ne sentono l'odore e se non ci si sta attenti si moltiplicano come i topi sulle vettovaglie facendo in modo che mal che vada , non manchino mai nuovi calcoli e controlli da fare, per giustificare la loro ragion d'essere.
      Non vorrei che alla fine restiamo con meno gasolio o soldi assegnati e pure con il cerino in mano di oneri e costi degli attuali uffici della motorizzazione agricola.

      Elimina
  14. a fare l'assegnazione del gasolio da noi ci pensa l'ispettorato agrario delegando ad un ufficio periferico tale compito (c.d.condotta agraria). da alcuni anni nel fascicolo aziendale sono inserite le attrezzature agricole e vi sono i piani culturali , lo stesso va allegato alla domanda di assegnazione. Non vi sembra che il solo fascicolo supportato da un apposito programma informatico sia sufficiente per eseguire la domanda di assegnazione gasolio? iniziassero loro a tagliare gli uffici e le mansioni superflue(doppioni) prima di ridurci il gasolio
    in alcune regioni del nord ho sentito si parli di carta carburante ,una sorta di bancomat carburante ...chissà come funziona e chi la rilascia
    cerealicolo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. cerealicolo
      Non saprei dirti se è per la carta carburante e se è quello è il nome.
      Quello che ti posso dire è che in Piemonte se non hai il fascicolo aggiornato ,a inizio anno puoi chiedere un anticipo della assegnazione( a memoria mi pare un 20/30 % dell'assegnazione dell'anno precedente)
      In seguito appena lo hai aggiornato ,con eventuali variazioni di superfici condotte piani colturali ,chiedi l'assegnazione definitiva.
      in tempo reale sul fascicolo (a cui si accede anche dal pc di casa)
      si vedono anticipo assegnazione definitiva ,prelevato e rimanenza prelevabile..come lo vedono i diversi fornitori da cui si acquista ( da chi fa meno al momento in cui se ne ha bisogno).
      in automatico , la tua assegnazione ti si riduce del quantitativo utilizzato da terzisti e coop per le lavorazioni che fanno sui tuoi terreni ,o con il tuo raccolto( ad esempio essicazione e movimentazione delle granaglie ,se lo fanno loro)

      Elimina
    2. a prima vista mi sembra un metodo più semplice ,più snello,più sburocratizzato quello che auspico anche per la mia regione
      cerealicolo

      Elimina
  15. Causa reset PC,difficolta nel riconfigurare accaunt gmail-
    Questo commento è mio-con questo commento ti sei insultato da solo-
    Se non vi fosse ancora chiaro,lo stato con questa operazione risparmia 70mln di euro-
    Sapete a quanto ammontano le tangenti contestate sul MOSE a Venezia?1,5MLD di euro-
    Sapete a quanto ammontano le tangenti dello schifo scoppiato a Roma?1,3MLD di euro-
    E voi a chiedervi se l'assegnazione gasolio ,nel passato fosse congruo oppure no-
    Prendere l'auto e girare per i campi ad ispezzionare sia le condizioni fenologiche della coltura o eventuali manimissioni,non fà parte dell'attività agricola?recarsi presso i centri di distribuzione a ritirare concimi,diserbanti e altri mezzi tecnici non fà parte dell'attività agricola? e quel carburante impiegato per queste operazioni da dove dovrebbe venire?Rubassero un pò di meno e rompessero un pò di meno le palle alla gente che lavora,e voi siate un po meno accondiscenti con questi stronzi,anche se ci facessimo il bagno col gasolio sarebbe nulla confronto alle loro porcherie-
    Caro granduro,la politica non è un argomento divertente,lo si è fatto diventare tale,poichè i cialtroni che l'amministrano tale l'anno fatta diventare,causando disaffezione e allontanamento da esso da parte della gente,proprio per poter fare le porcherie che stanno facendo,ma il conto di tale divertimento purtroppo lo paghiamo tutti noi,e a mè sembra poco divertente-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...contesto, osservare la dissoluzione dello Stato, per me anarco-individualista è estremamente divertente.

      Elimina
    2. "si può sperare che il mondo torni a quote più normali", che frase lungimirante forse il poeta pensava la differenza che c'è sempre stata tra nord e sud. Oggi all'interno dell'europa questa speranza sembra essere diventato un principio da seguire e per primi ne abbiamo visto i risvolti noi agricoltori con la nuova pac grazie all'introduzione di un nuovo concetto ---CONVERGENZA---in linea di principio perchè di fatto i tempi non mi sembrano maturi per far valere un concetto così forte per cui chi ha di più deve essere disposto a cedere a chi ha di meno e infatti con varie retoriche ognuno tende a conservare le quote acquisite
      Poveri paesi del mediterraneo pensate anche loro dopo gli accordi di barcellona aspettano una convergenza per così dire verso il basso da parte dell'europa che forse non arriverà mai
      cerealicolo

      Elimina
  16. convergenza quando penso su questo concetto non immagino solo una convergenza economica ma anche di infrastrutture, di civiltà .diritti individuali, giustizia ...
    cerealicolo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io penso che dipenda da noi siciliani principalmente lo spread con il resto d'Italia...ad esempio quando vedo strati di munnizza abbandonati nelle strade di campagne credo che la responsabilità sia in prima persona nostra, ...e non dimentichiamo che riceviamo il massimo importo tra le Regioni Italiane per fondi agricoli infrastrutturali da almeno 10 anni, se poi ce li mangiamo credo che la responsabilità sia esclusivamente nostra.
      Sono convinto che i contributi pubblici siano un male in Sicilia, azzerarli e chi campa campa e chi muore muore...mi sono rotto le balle delle sterili lamentazioni

      Elimina
    2. per contributi pubblici ti riferisci anche all'aiuto al reddito ma come si fa col ceta alle porte e tant'altre "sigle" simili , come si fa ad azzerarlo , se poi ti riferisci ai psr siamo d'accordo ma più che azzerarli sarebbe stato meglio trasferirne una cospicua parte al primo pilastro. infine aguzzando le nostre doti imprenditoriali grazie ad una auspicabile formazione organizzativa e sviluppo d'impresa magari avviando un corso master con il prof.frascarelli avremo potuto al massimo valorizzare quei soldi che invece nella realtà chissà quale sviluppo creano,,se non quello di comprare attrezzature agricole(mega trattori con cavalli sovradimensionati rispetto le esigenze aziendali, di cui l'azienda a volte non necessita)--l'interesse dell'industria ,dei rivenditori,dei progettisti
      so che esistono casi più virtuosi nel ricevere finanziamenti e sfruttarli al massimo per l'impresa ma gli stessi trovano ostacoli di tutta natura nel partecipare ai bandi
      cerealicolo

      Elimina
    3. una settimana fà ho "chiuso il libretto", 800euro per 1000 litri di gasolio.
      cerealicolo

      Elimina
    4. Giuste osservazioni cerealicolo...diciamo che auspico una società dove si viva del proprio lavoro e non di sussidi pubblici, che poi alla lunga dovrai ripagare con interessi salatissime.....sotto forma di tasse ed imposte...scusa le imperfezioni del mio testo e la risposta stringata, ma ho ripreso a seminare dopo pausa pioggia...il mio apporto al blog sarà di nuovo rarefatto e complicato...ciao

      Elimina
  17. In provincia di Foggia confermo assegnazioni aumentate, per chi ne fa richiesta di circa 70 litri ettaro e prezzo ultimo di venerdì scorso di 780€ X 1000 litri

    RispondiElimina
  18. Visto come la lega ha condotto la vicenda delle quote latte penso che se si occuppasse delle questioni agricole porterebbe solo ad ulteriori disastri. la lega è buona solo per i TOMBINI DI GHISA

    RispondiElimina
  19. spero che con l' 8% di gasolio agricolo non dato m.r si bruci

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.