giovedì 20 novembre 2014

Stangata IMU sui terreni agricoli collinari e montani

Si lavora alacremente lassù ai piani alti del Governo, le casse Statali sempre più vuote richiedono nuove e più cospicue entrate. Così l'agricoltore è fatalmente sotto tiro, visto che i terreni sono beni facilmente aggredibili e non delocalizzabili.













































e qui l'articolo del Sole 24 ORE

Addio esenzione sui terreni: sul Sole 24 Ore stangata Imu per 2mila comuni


qui il precedente post del blog sull'argomento.



Purtroppo il futuro è già scritto, lo Stato Italiano è in stato prefallimentare da molti anni e per tentare di salvarsi sino all'ultimo istante porterà nel baratro quante più imprese produttive possibili.
Resistere, consci del fatto che ci saranno ulteriori sostanziosi inasprimenti fiscali nei prossimi anni, sperando in un futuro (lontano) migliore, oppure scappare via in qualsiasi altro posto della Terra meno ostile?
Non sarà facile in ogni caso.


P.S.: per calcolare la tua IMU terreni vedi qui

P.S.2: occhio alla alternatività IMU-Irpef



41 commenti:

  1. dai ragazzi , abbiate pazienza , devono pagare le tredicesime alle persone che trainano l'economia di questo paese !!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. no, no..per le tredicesime si inventeranno qualcos'altro tra qualche giorno magari...questo provvedimento è una copertura per gli 80 € destinati agli statali che hanno consentito a Renzi di vincere a mani basse le ultime elezioni Europee.

      Elimina
  2. il quotidiano "il tirreno" parla di un'aliquota pari al 7,6 per mille e come base imponibile considera la rendita dominicale del terreno rivalutata del 25%, moltiplicata poi per 135 0 70 se trattasi agricoltori professionali.
    facendo un calcolo e considerando come valore dominicale di un ettaro a seminativo, approssimativamente 25 euro (delle mie parti) cb, viene fuori un'IMU di circa 32 euro per ettaro.
    quindi un' altro ql di grano ad ettaro fagocitato dal famelico ed insaziabile fisco, sperando nella tenuta del prezzo attuale, altrimenti 2 ql.
    cb

    RispondiElimina
  3. consiglio questo sito per il calcolo IMU

    http://www.tuttoimu.it/app/calcolo-imu-terreni-agricoli.html

    RispondiElimina
  4. Cari Granicoltori, secondo voi e più facile che il Governo Renzi mangi il Panettone 2014 o che un Cammello passi dalla cruna di un ago???????????????????????
    A voi la risposta e, buon sciopero fiscale a tutti gli agricoltori con gli attributi. ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mangia il panettone sicuro, e pagheremo tutti quanti l'IMU...l'alternativa è di subire una ipoteca sui terreni da parte di Equitalia e non poterli più neanche vendere.

      Elimina
  5. Vorrei aprire un argomento che anche se non sembra in tema lo è. .. quanti di voi non hanno preso ancora il contributo pac io sono uno di questi per un controllo generico quindi ce da aspettarsi che per i soldi c'è d"aspettare.... ma loro aspettano per le tasse che ci impongono di pagare,essi perché le tasse si pagano non si possono rimandare altrimenti viene la cara buona vecchia equitalia ed inizia a minacciare psicologicamente ma a questi quattro cialtroni chi li minaccia, nessuno hanno solo una paura fottuta di perdere la comoda sedia che hanno sotto il loro flaccido c... eeee ma quando questa corda si romperà saranno guai sia per noi ma soprattutto per loro...e che questo giorno arrivi presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io attendo un rimborso IVA di varie decine di migliaia di euro da 4 anni!
      Nel frattempo l'Agenzia delle entrate mi ha costretto a stipulare inutilmente ben due fideiussioni.
      Questo sistema non crollerà mai, sarà un declino perpetuo più o meno lento, non siamo capaci neanche di collassare definitivamente.

      Elimina
  6. "non delocalizzabili." e tanto meno demolibili come una vecchia abitazione....

    RispondiElimina
  7. I più potenti della terra sono e saranno i papi i re e i nullatenenti... ho detto tutto

    RispondiElimina
  8. salve a tutti sapete tutto potevo pensare tranne che un giorno mi facessero pagare l'imu nei terreni agricoli.ho appena controllato l'altitudine del comune dove sono ubicati la maggior parte dei miei terreni è risulta essere 270m.In base l'articolo del giornale dovrei pagare maa...mi informerò. comunque sappiate che non intendo pagare un bel nulla e sono disposto a" scendere in piazza" anche da solo e questo non perchè sono un cattivo contribuente ma perchè i miei terreni sono ubicati in una zona svantaggiata, dove i consorzi di bonifica sono un miraggio e non c'è un filo d'acqua per non dire delle strade inter poderali assenti .Se lo Stato è assente nella vita della mia azienda vedi per ultimo la nuova riforma agricola allora non capisco perchè debba cercare proprio me vada a prelevare da chi più riceve o da chi più ha ricevuto
    cerealicolo

    RispondiElimina
  9. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  10. a parte la curiosità di sapere cosa aveva scritto ettore pottino , mi chiedevo se qualcuno di voi ha sentito parlare di decreto campo libero e agricoltura 2.0 vi sono delle interessanti novità che riguardano l'assunzione di manodopera le nuove modalità di presentazione della domanda unica ecc... mi sembra di aver capito che dal 2015 potremmo noi (con un modello prestampato)soli senza la "mediazione "del caa presentarla
    cerealicolo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro cerealicolo,
      è già almeno quattro anni che si può presentare direttamente (cioè senza passare dal CAA) la domanda unica per la PAC (almeno per agea); bisogna avere le credenziali per l'accesso, e la firma digitale.

      Del modello prestampato non ne so niente.

      Ti dirò, tendono a pubblicizzare la cosa ogni anno in pompa magna ma secondo me finora l'hanno fatto non più di 3 persone in Italia, e tutti e 3 per farlo hanno dovuto prendersi sia la laurea in economia che quella in informatica.

      Elimina
    2. credo che intendesse pubblicare questo
      http://77.238.20.116/ConfagricolturaIntranet/PDF/2014/2014-11-23/2014112328919964.pdf

      Elimina
  11. ma per avere le credenziali di accesso del sistema sian mi sembra ci voglino qualche migliaia di euro?
    cerealicolo

    RispondiElimina
  12. no, no, è gratuito.
    Voglio dire: tu hai diritto ad avere le tue credenziali per accedere ai tuoi dati e ai tuoi documenti.
    Ti basta il codice fiscale e un email (non pec)... forse la prima volta ti mandano un PIN via posta (cartacea).

    Comunque quella è la cosa più semplice.
    Anzi, ti consiglio di farlo subito...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. scusami orzo dove devo mandare il codice fiscale e tutto il resto per avere le credenziali grazie agr abruzzo

      Elimina
    2. Devi farlo online!

      Vai al post
      http://durodisicilia.blogspot.it/2014/01/pagamento-pac-2013-2014.html
      in particolare leggi il mio commento del 25 aprile 2014 11:02.

      Una volta avute le credenziali, la procedura su come vedere lo stato del tuo pagamento lo trovi nel mio commento del 11 giugno 2014 11:37, sempre nello stesso post.

      Se hai problemi, contattami.

      Elimina
  13. meglio a sapersi
    cerealicolo

    RispondiElimina
  14. Proporrei a Granoduro di aprire un sondaggio sul blog su quanti hanno ricevuto l'anticipo pac perché nella zona di altamura parecchie persone fra cui il sottoscritto non lo hanno ancora ricevuto... dicono che sono a controllo ma secondo me è una scusa per trattenere il piu possibile i nostri soldi nelle loro banche..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Agricoltore Tarantino26 novembre 2014 22:45

      Li ho Ricevuti il 22 ottobre...contatta Agea direttamente!

      Elimina
    2. Ri-consiglio di farti dare le credenziali ed accedere alla tua pagina personale di agea nel portale sian, così cominci a vedere se hai semaforo verde,giallo o rosso e se sei veramente a controllo oppure è solo un ritardo loro.

      Elimina
    3. beh,diciamo che negli ultimi anni voi nella zona di altamura ne avete fatto parecchie "marachelle"....campi di orzo dichiarati a grano....o avena dchiarata come fieno....ben vengano i controlli,meglio sarebbe direttamente nei campi e non nelle carte

      Elimina
  15. Caro giovanni come dici tu noi di altamura anche se i miei terreni nonsono ad altamura ma piu vicino alla tua zona è vero che di "marachelle" ne hanno fatte ed è giusto che abbiano anche sanzioni per questo ma credo che i controlli se non li vogliono fare i signori di agea li debbano fare prima e non a novembre allora si che veramente verrebbero fuori le marachelle controllando sul campo e non sulle carte macchiate di inchiostro...per me è solo una scusa...comumque non misembra il caso di generalizzare dicendo voi di altamura perché sta scrivendo un agricoltore onesto a cui hanno bloccato il contributo e secondo il mio parere i balordi che dichiarano il falso sono dapertutto

    RispondiElimina
  16. non ti volevo offendere e se l'ho fatto ti chiedo scusa

    RispondiElimina
  17. Chiederò al mio commercialista di verificare la possibilità di non pagare l'IMU 2014 appellandoci all'art 3 dello statuto del contribuente. E' assurdo chiedere il pagamento di una tassa per il 2014 approvandola a fine anno e pubblicandola neanche una settimana dalla pubblicazione. Verificate anche voi e forse almeno per il 2014 la possiamo fare franca.

    Art. 3 Efficacia temporale delle norme tributarie
    Salvo il caso di Interpretazione autentica di una norma, le disposizioni tributarie non hanno effetto retroattivo (non possono valere per il passato).
    Per i tributi periodici (es. derivanti dalla dichiarazione dei redditi) le modifiche si applicano dal periodo di imposta successivo a quello in corso alla entrata in vigore del provvedimento di modifica. Finora succedeva che una legge emanata a fine anno prevedeva che “le modifiche si applicano dal periodo di imposta in corso alla data di entrata in vigore del provvedimento” con la conseguenza che tutte le operazioni, fatte sin dall’inizio dell’anno dai contribuenti, erano interessate alle nuove regole, con conseguenze fiscali a volte assai onerose.
    Le disposizioni tributarie devono prevedere adempimenti e obblighi a carico del contribuente con scadenza non inferiore a 60 giorni dalla data di entrata in vigore del nuovo provvedimento o dalla adozione delle relative norme attuative.
    I termini di prescrizione o di decadenza degli accertamenti dell’imposta non possono essere prorogati.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusate volevo dire: .......pubblicandola neanche una settimana dalla scadenza del 16/12 di pagamento IMU 2014.

      Elimina
  18. IMU il testo del decreto e l'elenco dei comuni interessati in relazione all'altitudine.
    http://www.fiscoetasse.com/approfondimenti/12054-terreni-agricoli-montani-esenti-sopra-i-600-metri.html

    RispondiElimina
  19. Arriva la proroga a Giugno 2015, ma non è chiaro se fanno slittare solo la data di pagamento o se la tassazione decorrera comunque a partire dal 2015.
    Promettono di rivedere anche i criteri. Staremo a vedere !
    http://durodisicilia.blogspot.it/2014/11/stangata-imu-sui-terreni-agricoli.html#comment-form

    RispondiElimina
  20. buona notizia , ho appena letto(dall'archivio istat) l'altitudine del centro del comune ove sono ubicati la maggior parte dei miei terreni ,e dovrei pagare l'imu per soli 10 metri
    A parte tutto; i terreni agricoli in italia e anche in sicilia hanno raggiunto dei prezzi ,dei valori molto alti rispetto la media europea e questo perchè molti (quelli che hanno parecchi soldi e non sanno come investirli)acquistano i terreni paragonando i rendimenti di quest'ultimi in termini di aiuto al reddito con il rendimento delle banche e si sentono più sicuri investendo sui terreni. bene con il criterio di esenzione dell'imu se questi terreni ricadono in un comune di altitudine più 600m questi personaggi non pagheranno l'imu.avrei potuto accettare l'inserimento dell'imu solo in questi termini e cioè applicarla a chi non paga contributi inps agricoli a chi non è agricoltore attivo ,valorizzando così da un lato la figura dell'agricoltore attivo(visto che la nuova pac non l'ha valorizzata così tanto)scoraggiando dall'altro a chi non si occupa di agricoltura di acquistare terreni.
    e poi che senso ha l'altitudine dei comuni .vi sono comuni i più storici che possiedono territori molto vasti e comuni i più recenti che hanno poco territorio.personalmente i miei terreni sono a 6 km da un comune che supera i 300m ma il comune di appartenenza(270m di altitudine) si trova a 20km di distanza dai miei terreni
    ancora gli altri terreni che conduco si trovano a 1 km dal comune che supera i 300m ma appartengono ad un comune montano ed in più quest'ultimi terreni sono molto più redditizi e valgono di più.
    tutto questo per dire che il criterio dell'altitudine del comune di appartenenza è un criterio totalmente sbagliato
    i nostri sindacati cia ,agrinsieme,hanno fatto alcune pressioni energiche contro l'imu.In particolare dicendo che il criterio dell'altitudine non va ,in più come già sottolineato da svevo (forse prima di loro)hanno fatto leva all'art 3 dello statuto del contribuente(principio- irretroattività della norma-certezza del diritto)
    ceralicolo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Agricoltore Tarantino4 dicembre 2014 19:06

      Verrà rinviato il pagamento Imu agricola...annuncio del Governo!
      http://www.sassuolo2000.it/2014/12/04/imu-agricola-sen-vaccari-il-governo-modifica-il-provvedimento/

      Elimina
  21. la sapete la differenza che c'è tra una azienda condotta da un iap o coltivatore diretto e una azienda condotta da un imprenditore agricolo non attivo ,di secondo lavoro?la prima ha tra i suoi costi i contributi previdenziali, la seconda non ha questi costi perchè i contributi sono versati da un altro lavoro e nel mondo del grano duro spesso non assumono manodopera e se si fa solo per 150 giorni aggravando ulteriormente il sistema inps(si paga meno o molto meno di quello che si riceve in termini di disoccupazione) questo per rendere più forte il concetto che l'imu non può e non deve essere pagata dall'agricoltore attivo che paga i contributi agricoli
    cerealicolo

    RispondiElimina
  22. Rinviata al 26 gennaio sembrerebbe...
    http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2014-12-05/mini-rinvio-l-imu-agricola-080307.shtml

    RispondiElimina
  23. Siamo alla deriva. Io non pago per il 2014 !

    ...Nel frattempo, come accennato sopra, sembra cadere in extremis il decreto con la proroga al 26 gennaio del pagamento Imu sui terreni agricoli non più considerati esenti perché «montani». In teoria, quindi, entro martedì milioni di proprietari dovrebbero versare tutta l’imposta 2014 sui beni che hanno perso l’esenzione. Difficile che accada (mentre i 350 milioni ai Comuni sono già stati tagliati), vista l’incertezza alimentata dalle stesse promesse del Governo sul rinvio: una complessità che potrebbe portare almeno a uno stop alle sanzioni, come accaduto, in maniera in realtà piuttosto confusa, con l’acconto Tasi di giugno.
    http://www.ilsole24ore.com/art/norme-e-tributi/2014-12-12/tasi-rischio-aumenti-2015-072830.shtml?uuid=ABYyTiPC.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. pazzesco!!
      Non c'è un Euro in cassa, e non si posso permettere di rinviare neanche un mese. Per fortuna sono sopra i 281 m, ma la situazione dello Stato ormai è prossima all'insolvenza per chi non lo avesse capito.

      Elimina
  24. leggete anche qui
    http://www.teatronaturale.it/strettamente-tecnico/legislazione/20377-imu-sui-terreni-agricoli-dubbi-sulla-proroga-al-26-gennaio.htm

    RispondiElimina
  25. Proroga si, proroga no ..... proroga ni.
    http://www.leggioggi.it/2014/12/12/imu-sui-terreni-montani-scadenza-16-12-2014-cancellata-forse-si-forse/

    RispondiElimina
  26. Pare proroga si :
    http://www.teatronaturale.it/strettamente-tecnico/legislazione/20377-imu-sui-terreni-agricoli-dubbi-sulla-proroga-al-26-gennaio.htm

    ..............Aggiornamento 13 dicembre 2014, ore 8,30
    Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Presidente e dei Ministri dell’Economia e delle Finanze, Pietro Carlo Padoan, delle Politiche Agricole, Forestali e Ambientali, Maurizio Martina e dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Stefania Gianini, ha approvato un decreto legge in materia di proroga dei termini di pagamento Imu per i terreni agricoli montani e di rifinanziamento per spese urgenti.
    Il decreto prevede:

    - uno slittamento dal 16 dicembre 2014 al 26 gennaio 2015 del termini di versamento dell’Imu sui terreni agricoli montani. La norma proposta è diretta ad evitare che i contribuenti siano tenuti a versare l’imposta sulla base di aliquote troppo elevate. È comunque salvaguardata l’applicazione di aliquote deliberate con specifico riferimento ai terreni agricoli. Allo stesso tempo, con la norma proposta, i Comuni accertano convenzionalmente nel bilancio 2014 gli importi a titolo di maggior gettito IMU derivante dalla revisione dei terreni agricoli montani, a fronte della corrispondente riduzione del Fondo di Solidarietà Comunale (FSC) 2014;
    - il rifinanziamento per l’anno 2014 per un importo di 56 milioni di euro del Fondo per le emergenze nazionali;

    RispondiElimina
  27. Ora pagheranno solo gli agricoltori non attivi poi alzeranno sempre più l'asticella ed in un paio d'anni pagheranno tutti state sicuri...io quasi quasi inizio a prepare le valige e proporrei l' australia e non a caso questo continente perché oltre ad essere un continente dove si pratica agricoltura con costi decisamente inferiori e tassazione ridicola rispetto alla nostra, ma soprattutto perché è all'esatto opposto del nostro bellissimo paese ma decisamente dove è diventato impossibile vivere serenamente

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buona meta.
      Il piano B, ovvero l'eventuale fuga dall'Italia, dovrebbe essere preso seriamente in considerazione da chiunque. Qui la situazione è troppo compromessa ed il suo decorso sembra segnato.

      Elimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.