martedì 20 gennaio 2015

Tra complicazioni e proroghe: patentino fitofarmaci e revisione macchine agricole

Probabilmente già lo sapete, ma vi segnalo due questioni, la prima relativa al cosiddetto patentino per l'acquisto dei fitofarmaci e l'altra relativa alla revisione dei mezzi agricoli.
Il primo è andato in pensione sostituito da una minacciosa certificazione, la seconda invece prorogata al 2016.



PATENTINO ADDIO
Dopo oltre 45 anni, lo scorso 26 novembre è andato in pensione il “patentino”, ossia l’autorizzazione all’acquisto dei presidi sanitari (ora prodotti fitosanitari) tossici, molto tossici e nocivi, sostituito dal nuovo certificato di abilitazione all’acquisto e all’utilizzo, che interesserà tutti i prodotti fitosanitari e coadiuvanti per uso professionale, indipendentemente dalla loro classificazione ai sensi del decreto legislativo 14 agosto 2012, n. 150 e del decreto 22 gennaio 2014, Pan. I vecchi “patentini” in corso di validità (la cui durata è di 5 anni) potranno essere utilizzati sino alla loro scadenza naturale. Per chi dovesse acquistare e utilizzare prodotti fitosanitari e/o coadiuvanti, il Dlgs 150/2012 e il decreto 22 gennaio 2014 dettano un nuovo percorso formativo.



REVISIONE PROROGATA
Con il comma 5 dell’art. 8 del decreto milleproroghe sono prorogati i termini relativi all’attuazione della revisione delle macchine agricole prevista dall’art. 111 del codice della strada. Pertanto il decreto con cui si dispone la revisione obbligatoria delle macchine agricole soggette ad immatricolazione dovrà essere emanato dal Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, di concerto con il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali, entro e non oltre il 30 giugno 2015. La revisione quindi partirà dal 31 dicembre 2015 con precedenza per quelle immatricolate antecedentemente al 1° gennaio 2009. (09-01.15)

fonte


Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.