lunedì 9 febbraio 2015

Il Blog DurodiSicilia cambia

Da qualche tempo ci riflettevo, anche sulla spinta del Krukko e di altri lettori.
Siamo diventati non pochi a seguire il mercato del grano su questo blog, secondo alcuni siamo una fonte attendibile di informazione, secondo altri questo spazio dovrebbe essere gestito con maggiore responsabilità visto l'impatto che (alcuni sostengono, non io) il blog ha sul mercato nazionale, altri ancora (spero pochi) ci considerano dei pericolosi diffusori di notizie atte a turbare gli scambi; in più qualche piccolo problema di relazione si è creato tra e con i commentatori anonimi. Così ho pensato di cambiare qualcosa per venire incontro a queste esigenze e nello stesso tempo evitare o limitare pericolose incomprensioni.

Tuttavia lo strumento "Blogger", la piattaforma di gestione attuale del blog, non mi consentiva le innovazioni che desideravo implementare, così sono stato costretto ad aprire un nuovo blog, previo studio del suo linguaggio di gestione, su una altra piattaforma "Wordpress".
Qui spero di poter gestire il blog in maniera più rigorosa. 
Niente più informazioni di mercato accessibili a tutti e liberamente commentabili dagli anonimi.
Nel nuovo blog alcuni post saranno pubblici come in questo, altri invece accessibili agli utenti registrati. La registrazione sarà libera, previa presentazione anche anonima, al mio indirizzo mail granodurosicilia@gmail.com corredata da una breve nota nella quale almeno indicate la vostra professione ed il territorio nel quale operate.
Successivamente qualsiasi commento ai post non risulterà più anonimo ma sarà firmato con il vostro nickname di presentazione e registrazione.

Il nuovo blog si trova a questo indirizzohttps://durodisicilia.wordpress.com/
Spero nelle prossime settimane di personalizzarlo al meglio, appena avrò maggiore dimestichezza con il nuovo strumento.

Mi rendo conto che queste limitazioni o complicazioni potrebbero allontanare alcuni o molti lettori, tuttavia visto che il blog è una specie di passatempo per me e null'altro, correrò questo rischio, in fondo, come nascono i blog, prima o poi devono anche finire.
Se volete, ci si vede su wordpress.


29 commenti:

  1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  2. Io ho sempre ritenuto che questi strumenti fossero un atto di generosità,per farli rimanere tali,se tale vuole essere lo spirito,bisogna permettere l'accesso a chiunque,fermo restando che il proprietario è libero di gestirlo come vuole-
    Permettetemi una riflessione-
    Io contesto un commento di un terzo firmandomi -cosa potrebbe fare costui,se il mio commento non gli è gradito,visto che mi sono firmato a differenza di uno che si presenta come anonimo?Il punto è questo- qualcuno ha usato il blog per interessi personali(qualche commerciante che ha millantato dei rialzi ad inizio 2015)ma potrebbe anche trattarsi di un apprendista stregone(c'è ne sono tanti) che ha cercato di tirare ad indovinare secondo sue teorie-
    L'autore del blog possiede anche il mio nr-civico,quindi non ho problemi a firmarmi ed a registrarmi,ma trovo al quanto fuori luogo,leggere alcuni commenti isterici(da bambini viziati) contro chi si firma anonimo,voglio ricordare,che a volte dietro un anonimo o nome di fantasia,ci può stare una notizia sensazionale(qualcuno si ricorda di COME LA FALCE? sul grano al glifosate?)e poi una domanda a tutti quelli che inveiscono contro gli anonimi-casomai ne appuraste i nomi,cosa vi promettete di fargli?ve lo dico io cosa potete fargli-UNA BEATA MINCHIAA-A volte non vi capisco,certi comportamenti rasentano il ridicolo,questo era un blog dove si parlava di agricoltura,oggi è diventato solo di mercato,siete nervosi,sembra di assistere ad una di quelle scene di contrattazioni di borsa,ma su post agricoli niente,non esistete,passate da 300 commenti su un post di mercato a 0 dico zero sul grano al glifosate-quanti di voi che vi firmate,crepate realmente nei campi?con quale diritto vi permettete di ricattare il proprietario del blog in assenza di una regolamentazione agli accessi?Io ho scritto qualcosa di interessante su questo blog,ho fatto anche qualche battaglia insieme a granoduro,nel nostro piccolo ci siamo tolti qualche soddisfazione,possiamo dire noi c'eravamo-L'intervento di COME LA FALCE-permise di scrivere un post che fu pubblicato anche su C.D.C. un blog visitato da qualche milione di persone al giorno,l'ultimo post scritto da GRANTURCO sul glifosate(lavoro interessante che ha evidenziato come il problema sia sentito anche negli USA) è il continuo di quel lavoro iniziato più di 2 anni fà-
    Adesso registratevi e continuate a firmarvi,aspetto di vedere cosa siete capaci di fare contro chi vi contesta firmandosi-sempre chè firmarsi paperino o topolino non vi crei problemi qualora vi contesti?-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non mi pare che il problema siano le contestazioni, almeno io non mi pare di averne ricevute, o se le ho ricevute quasi sempre in maniera educata e ragionevole.
      Tuttavia devo anche tutelare i miei Autori e soprattutto evitare che scaltri commentatori anonimi inseriscano commenti contraddittori per influenzare i lettori per i loro fini, quali che siano.
      Ho creato questo blog per fare un pò di chiarezza e trasparenza sul settore, non per favorire ulteriore confusione.
      Eventualmente c'è sempre il tuo blog per consentire agli anonimi integralisti di diffondere la verità.

      Elimina
  3. E inutile che scrivi romanzi, il futuro non lo può leggere nessuno, ne i registrati ne gli anonomi. Devi capire tu se andare, avanti o fernarsi e accontentarsi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me sei tu che devi capire se registrarti o meno.

      Elimina
    2. oibò...questa è bella.
      Skandiski

      Elimina
  4. Personalmente non ho problemi a fornirti i miei dati a patto che tu faccia lo stesso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. i miei dati? Sono un agricoltore ed opero in Sicilia. La mia mail è granodurosicilia@gmail.com

      Elimina
  5. Faccio i miei auguri alla nuova iniziativa di grano duro sperando che possa nascere qualcosa di buono e di migliore rispetto a prima. Personalmente, il blog mi andava bene anche così com’era. Ritengo che la tesi che qualche anonimo possa attraverso il blog distorcere il mercato o fare confusione sia eccessiva se non proprio infondata. L’utenza sa riconoscere e deve imparare a riconoscere le tesi argomentate e le interpretazioni suffragate da un qualche elemento di oggettività, dalle previsioni dei “sensitivi” e /o maghi del mercato o addirittura a volte dalle grosse cavolate dette solo a scopo provocatorio.
    Invece, sono convinto che il blog possa, visti i suoi numerosi lettori e nonostante la prudenza dell’autore, condizionare alcune fasi del mercato accentuando tendenze al rialzo o al ribasso di cui ovviamente non è responsabile. Ma anche questo aspetto è inevitabile e l’unica soluzione che abbiamo è quella di invitare tutti alla massima prudenza e a ragionare con la propria testa scegliendo il momento di vendita in base alle poche informazioni certe e alla propria propensione al rischio.
    Di sicuro so che senza gli anonimi mi divertirò di meno, ma forse si potrà instaurare anche un clima tra gli utenti più collaborativo che rafforzerà e renderà ancora più utile questo blog.
    Buon lavoro a grano duro e tanti auguri.

    RispondiElimina
  6. Pienamente d'accordo con te, Svevo (anche sul principio che meno anonimi = meno divertimento). Intervengo poco ma leggo molto questo blog come il nuovo ove mi sono appena iscritto.
    Durogranicultore siciliano con esperienza ultraventennale (e con quel pezzo di carta chiamato laurea in scienze agrarie....).

    RispondiElimina
  7. Dica sig.Granoduro,cosa ci fa^ il logo del suo blog su Mercatingrano?un sito a pagamento?blog anarchico,ci faccia il piacere,lei ha costruito una fortuna con gli anonimi,ora non vanno piu^ bene,quale sara^la prossima mossa,mettere un abbonamento?proteggere i suoi autori,chi^il Krukko?un mediocre mediatore che scrive per qualche rivista di agricoltura letto da^quattro sfigati.Dovrebbe essere piu^onesto con chi la segue,ci provi.
    vi leggo sporadicamente,poiche^faccio l'agricoltore per passa tempo,ma quando vedo un furbo lo riconosco subito.
    Valerio...Foggia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è colpa mia se Mercatigrano.it ritiene utile seguirmi ed ha ritenuto opportuno segnalare il mio blog alla sua utenza. Non è colpa mia se gente così astuta come lei è stata costretta a seguirmi sinora.
      Io non ho mai invitato ne mercatigrano ne lei, può star sicuro.
      Tuttavia stia tranquillo da domani, cambiamo regime, qualsiasi notizia relativa al mercato del grano duro sarà pubblicata in via privata, soltanto in favore mio e di quei 4 fessi plagiati che mi vorranno continuare a seguire. Lei, come tanti suoi colleghi, sarà al riparo da qualsiasi mia ulteriore furberia.

      Elimina
    2. Molte testate chiedono soldi e non sono così competenti come questo Blog. Incredibile, invece di ringraziare ed essere grati per l'ottimo lavoro dell'amministratore si debbono leggere certe stupidaggini .... Saluti e condivido la scelta di Granoduro!

      Elimina
  8. Al di fuori di ogni inutile polemica segnalo gli ulteriori inarrestabili cali, Bari -10 e Milano -0,7. E invito a non litigare tra noi produttori, se tali siamo tutti noi.

    RispondiElimina
  9. Anonimo delle 17:56, evidentemente sei un commerciante! Lo sai perchè di dico con certezza questo? Perchè se non fossi stato un commerciante avresti postato il dato corretto, ovvero che la quotazione di Bari concerne lo slavato, il mandorlato e il mercantile, certo non riguarda il buono mercantile nè il fino. La prossima volta firmati anche con un nome fasullo. ... A presto.
    Mariò

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione tu il mercato è in rialzo sia a Bari che a Milano, continua a vedere i mercati con gli occhi foderati di prosciutto cosi i rialzi li vedi solo tu, ma ti rendi conto di quello che dici, io ho segnalato il ribasso in generale, come mai su milano non hai detto niente, NON LO CAPISCI CHE IL TREND SI è INVERTITO CI VUOLE TANTO O SEI TU IL COMMERCIANTE.....Sarò io il primo a segnalare gli eventuali rialzi a me preme solo fotografare la realtà attuale.

      Elimina
  10. ragazzi,mi sa che state diventando un po paranoici....meno male che nei prossimi giorni il tempo dovrebbe migliorare e quindi torneremo a prendere aria fresca nei nostri campi in modo tale da rilassarci un po!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E si così non seguiamo più niente e i conti c'è li fanno i commercianti come li facevano ai nostri nonni e padri, e noi contenti e felici caliamo testa.

      Elimina
  11. Chi ha il coltello dalla parte del manico prenda le decisioni che vuole a me gli anonimi degli ultimi giorni hanno aperto gli occhi e mi hanno salvato dagli attuali ribassi, visto che eravate solo euforici durante i rialzi e silenziosi con i cali.

    RispondiElimina
  12. Siamo in attesa di Foggia, in Sicilia sole........

    RispondiElimina
  13. Il grano estero non comunitario a Milano perde 10€./Ton. attestandosi a 430/440 €./Ton. Amici Durogranicoli non fatevi rubare i soldi da qualche commerciante lestofante. ... E vero che il trend da un mese 1/2 è in leggero calo ma i dati di Milano sul grano non comunitario sono questi. Pertanto, qualche commerciante disonesto se nè dovrà far pure una ragione!

    RispondiElimina
  14. Come mai foggia ancora non esce?

    RispondiElimina
  15. Foggia perde 10 euro/tonnellata su tutte le classi

    RispondiElimina
  16. io seguendo le informazioni prese qui ho venduto il grano a 10euro in piu'.a qualcosa e' servito seguire questo blog

    RispondiElimina
  17. Rimaniamo uniti sempre in modo da ridurre al minimo i lor margini......Forza forza forza.

    RispondiElimina
  18. Non discuto la scelta di Grano duro di abbandonare questo blog e spostarsi altrove; non ne ho titolo. Mi permetto solo una considerazione ed un modesto suggerimento.
    Sono uno che più per pigrizia che altro non mi sono registrato ma ho sempre firmato con un nick i miei interventi. D'altra parte un nick non equivale a rinunciare all'anonimato ma faciliterebbe parecchio la lettura del blog e la replica, eventuale, riferendola allo specifico utente.
    E vengo al suggerimento.
    Va bene la registrazione al blog, con tanto di nome, cognome, indirizzo di posta elettronica, attività svolta e, per chi vuole mantenere l'anonimato, un nick. In tal modo si conterrebbe in maniera significativa il rischio di intrusi fomentatori.
    Tuttavia lascerei il blog accessibile e consultabile a tutti, anche visitatori anonimi, limitando gli interventi solo agli utenti registrati i quali sarebbero senza dubbio più responsabilizzati e fors'anche un po' più "cortesi".
    Buona giornata a tutti,
    Timoty

    RispondiElimina
  19. Ieri 11/02/2015 agritel riportava acquisto di grano duro del Marocco dagli USA... Qualcuno sa dirmi della quantità acquistata? e del prezzo in euro?

    RispondiElimina
  20. Prego coloro che mi hanno già scritto alla mail in altre occasioni e che hanno manifestato l'intenzione di partecipare anche al nuovo blog (tipo Giovanni, o Tucano o altri che posso aver dimenticato) di inviarmi ugualmente una richiesta di registrazione. In questo modo potrò gestire meglio le mail degli iscritti e mi risparmierò del lavoro.

    In generale gradirei che mi si indicasse nella mail, oltre alla professione, ed alla zona, anche un eventuale ruolo all'interno dei sindacati agricoli.

    Nei prossimi giorni sarò impegnato con il lavoro agricolo serio, dunque se dovesse ritardare l'attivazione della iscrizione non temete, il blog è aperto a tutti coloro che vorranno seguire con educazione, rispetto reciproco e se possibile collaborazione.

    In questo blog è attiva la moderazione dei commenti, dunque in alcuni giorni saranno pubblicati con ritardo. Purtroppo qualcuno non ha apprezzato la nuova linea di DurodiSicilia, costringendomi alla attivazione della moderazione dei commenti alla quale mai ero dovuto ricorrere, ed alla censura di commenti gratuitamente diffamatori.

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.